Il papà di Johnson col passaporto francese

Pubblicità

Di

E Brexit fu. Dopo un infinito tira e molla, Regno Unito ed Unione europea hanno finalmente trovato un accordo di divorzio consensuale, scongiurando così lo spettro del “no deal”. Accordo sì, ma davvero raggiunto sul filo di lana. Peccato solo che, per Boris Johnson, la soddisfazione per averla sfangata con Bruxelles sia durata molto poco. 

Qualche ora dopo la firma sull’intesa del premier britannico, suo padre Stanley, ha annunciato pubblicamente di aver fatto domanda per ottenere la cittadinanza francese e così mantenere il legame con l’Unione europea. “Sarò sempre europeo. Non si può mica dire ai britannici: non siete più europei. Avere legami con l’Unione europea è importante”, ha aggiunto il papà di Boris.  Del resto Stanley Johnson fu uno tra i primi funzionari britannici destinati a Bruxelles quando nel 1973 il Regno Unito aderì all’Europa, lavorando sia per la Commissione europea che ricoprendo il ruolo di eurodeputato. 

Una beffa bella e buona, per l‘inquilino al numero 10 di Downing Street che ha costruito la sua personale carriera politica proprio sull’addio all’Europa. Passaporto che a quella vecchia volpe di Johnson senior, servirà per mantenere la libertà di movimento in Europa, che i cittadini britannici invece hanno perso proprio grazie alla Brexit.

Ascolta il PodGAS, il podcast di GAS.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!