La Lega che insegna la Civica

Pubblicità

Di

Da ragazzo delle scuole medie, mentre formavo la mia coscienza civica alle lezioni di Storia, ho vissuto l’avvento dei Bignasca e della Lega in Ticino. Con preciso bullismo picconavano tutti i concetti di Civica che stavo apprendendo: confronto dialettico con gli avversari, rispetto delle istituzioni, bene pubblico, patriottismo svizzero e, perché no, europeo e mondiale. A capo di questa rivoluzione la famiglia Bignasca, in grazia al PLRT per numerosi appalti pubblici, che alla perdita di uno di questi ha deciso di rovesciare il tavolo da gioco, in un’epopea cinematografica con tanto di sesso a pagamento, ricatti, coca e boccalini. Dai Bignasca io ragazzino ho imparato che ideali e realtà non coincidono, che il Bullismo può vincere sulla Civica, che l’aggressività è più conveniente che l’ascolto. Che il deputato in Gran Consiglio Fabio Badasci critichi il collega Pronzini per l’aggressività e gli attacchi mi lascia perplesso. Il suo Partito, la Lega, non ha nemmeno l’onestà di definirsi Partito, governa il Cantone ma fa finta di fare opposizione. E si scandalizza se qualcun altro la fa. 

È buffo che proprio la Lega abbia promosso l’iniziativa per l’insegnamento della Civica a scuola (che si è sempre studiata). Qualcuno non se ne è accorto: evidentemente stava bigiando, con il corpo, il cuore o la mente.

Francesco Mariotta

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!