La moda di Bernie Sanders

Pubblicità

Di

Se sei nato e cresciuto nel Vermont, sai bene che cos’è il freddo. Siamo abituati al freddo. E non ci interessa molto della moda. Quel che conta è stare al caldo, ed è ciò che è successo oggi”, è stata questa la risposta del senatore Bernie Sanders a chi gli chiedeva dell’abbigliamento e in particolare dei guanti senza dita indossati in occasione dell’insediamento di mercoledì scorso a Washington del neopresidente Joe Biden. 

Una risposta da vero socialista, quale Sanders si dichiara apertamente di essere, che in molti hanno apprezzato non fosse altro che per la schiettezza. Ma ancor di più è piaciuta la foto che lo ha immortalato con braccia e gambe incrociate in attesa della cerimonia. Una foto che nel giro di poche ore, in internet e sui social, ha spopolato rubando la scena a star del calibro di Lady Gaga e Jennifer Lopez, anche loro ospiti dell’evento.

Praticamente impossibile non essersi imbattuti nei giorni scorsi in uno dei tantissimi fotomontaggi con Bernie seduto sulla sua sediolina, con muffole alle mani (al punto d’aver innescato perfino un dibattito su quali siano i guanti che scaldano di più. Quelli con le dita o senza?)  e mascherina chirurgica a coprirgli parte del volto. E proprio grazie a tutti questi meme che il senatore Sanders è improvvisamente diventato una celebrità del web. Di più, una vera e propria icona. 

Uno status che il nostro inconsapevole eroe ha messo subito a frutto decidendo di vendere delle felpe con la sua immagine per sostenere “Meals on Wheels”, un progetto benefico che distribuisce pasti caldi agli anziani poveri del Vermont, il suo stato. Felpe realizzate in cotone bio che sono andate a ruba a dimostrazione dell’enorme popolarità raccolta in appena una settimana dall’ex sfidante di Joe Biden alle ultime primarie democratiche.

Sanità pubblica, università gratuita, no alle armi e sì all’ambiente erano stati questi i punti cardine del suo programma politico il cui obiettivo dichiarato voleva essere quello di unire il popolo americano nella lotta per un governo capace di rappresentare tutti, e non solo il giocattolo di una manciata di miliardari che negli Stati Uniti finanziano la politica. Ecco chi è quel vecchietto infreddolito che ha fatto impazzire la rete diventando lui il vero eroe dell’Inauguration Day.

Perché il suo stile pratico, quasi dimesso, è subito risultato alternativo allo stile della maggioranza, di chi alla cerimonia d’insediamento indossava abiti sgargianti ed eleganti. Quel suo abbigliamento e quella sua posa lo hanno fatto diventare immediatamente uno di noi. Così, il compagno Bernie, in quel momento è diventato la più bella immagine di un ritorno alla normalità dopo quattro anni di aberrazioni trumpiane, di prevaricazioni, d’insulti e di tweet sparati a raffica come fossero proiettili. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!