Lo sciamano in gattabuia

Pubblicità

Di

La madre di Jake Angeli, pseudonimo di Jacob Chansley, uno degli arrestati per l’assalto a Capitol Hill è disperata per il figlio in prigione: “Rifiuta il cibo, non è biologico”.

Chiamare sciamano il babbuino dipinto che era tra i primi invasori del Campidoglio statunitense è fare un’offesa a tutti gli uomini di medicina nativi. Diventato famoso di quella celebrità effimera di cui faresti volentieri a meno, Chansley ora fungerà da capro…o bisonte espiatorio.

Ma non bastano due corna, una pelliccia e tre tatuaggi vichinghi per farti diventare una guida spirituale e Jacob Chansley, pittoresco personaggio trumpista e suprematista, una guida non è di certo, a meno che non vogliate schiantarvi sul fondo di un canyon come Wile Coyote. Di sicuro ora è pentito, soprattutto per aver fatto da banderuola segnaletica alla banda di pericolosi deficienti che hanno assalito il parlamento. La fortuna di Chansley, in questo caso, è che la questione non si sia risolta peggio di quello che è già successo. La sfiga, che uno come lui non passa inosservato nemmeno mischiato a una mandria di bisonti.

Comunque, ora assistiamo all’accorato appello della madre perché Jacob non mangia il cibo della prigione, lui che è abituato al biologico.

“Se non mangia cibo biologico sta molto male, sta fisicamente male“, riferisce la mamma.

Sembra una di quelle mamme dell’asilo che spergiurava che il figlio era allergico alle carote o agli spinaci, il 90% delle volte confondendo l’allergia con i capricci.

Eppure un plauso Chansley lo merita, quello di essere uno che mangia decentemente in una nazione dedita al junk food quanto i jamaicani alla cannabis.

Però si renda conto, cara signora, che il suo Jacob, grande grosso (e ciula, verrebbe da dire) non è nel reparto pediatria di una clinica privata. È in carcere per aver assaltato e violato il parlamento degli Stati Uniti, con a codazzo una serie di reati che se non lo manderanno a Guantanamo, di certo non esce domani con 45 dollari di cauzione.

“Lui voleva solo manifestare a favore di Trump. Il Congresso non è forse la casa del popolo?”, reitera la madre crucciata. Ma sì, erano solo ragazzi, volevano fare un po’ di sana baruffa. E poi è la casa del popolo, vuoi dire che non ci possiamo entrare con le scarpe inzaccherate, spaccare qualche vetro e fregarci il leggio della Pelosi?

Il problemino è che quel ragazzo guascone con il copricapo cornuto è accusato di: “…essere entrato e rimasto consapevolmente in un edificio/terreno senza la legale autorità di poterlo fare, e di ingresso violento e condotta disordinata sul terreno del Campidoglio”.

Un paio di mesi senza cibo biologico ci sembra il minimo, se no come li educhiamo ‘sti ragazzi? Si vede che Jake, una volta uscito, dovrà farsi una bella cura disintossicante. Dal cibo pieno di grassi saturi della prigione ci riuscirà sicuro, dall’idiozia ne dubitiamo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!