Quadri e i soldi pubblici

Pubblicità

Di

È un po’ che non parlo direttamente di Lorenzo Quadri. Purtroppo l’esimio Consigliere nazionale, a volte mi tira fuori le contumelie come un pescatore di cannolicchi estrae molluschi dal fango. E di fango è certamente esperto.

Tra spalankatori di frontiere e perfidi ro$$i, Quadri prosegue con la sua narrazione asfittica e stantia come un pane militare lasciato sulla mensola per tre mesi. Anche in un ultimo, ennesimo, nauseabondo post del 17 febbraio. Lo ammetto, questo non è un vero e proprio articolo, ma una specie di amusement, una celia solo per intenditori del Consigliere Nazionale biondocrinito. Chiedere coerenza a Quadri è come svuotare il Titanic con un mestolo da risotto, però anche lui a volte riesce nell’impossibile, con capriole degne di un trapezista cinese.

Ecco il tenore del Quadri-pensiero:

“Come da copione la dittatura prosegue (con povere vittime i due Consiglieri federali UDC, NdR)

La dittatura prosegue! (abbiamo capito NdR) Va bene aprire i piccoli negozi, ma non si vede perché non sono stati considerati anche altri settori.

Le terrazze dei ristoranti potevano riaprire. Ed anche le palestre. Invece si va avanti col terrorismo sulle varianti straniere del virus; (eh certo, è terrorismo, le varianti se l’è inventate Bill Gates NdR) le frontiere restano spalancate (la dolce ossessione di Quadri, le frontiere spalankate NdR).

Forse i burocrati dell’UFSP, che non hanno mai gestito nemmeno un edicola ed ogni mese ricevono il lauto stipendio pagato dal contribuente, credono che le attività…”

E qui mi fermo. Soldi pubblici? Detto da Quadri Lorenzo, pluri consigliere-chiappe di marmo, altro che culo di pietra, che da 25 anni passa da un posto elettivo all’altro e ora, guadagna 230’000 franchi all’anno tra Municipio di Lugano e Consiglio Nazionale? (leggi qui sotto).


Ogni tanto ricordarlo non fa male. Quadri vive anche coi vostri franchi e i miei, perché sono i soldi delle tasse a pagare quel suo misero stipendio da minatore rumeno. È però affascinante vedere come i meandri del cervello Quadresco, riescano a ignorare anche incongruenze grandi come il Taj Mahal.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!