Lo stupro

Pubblicità

Di

Era il 9 marzo quando, nel 1973, l’attrice Franca Rame, venne rapita, stuprata e torturata vigliaccamente da un gruppo di fascisti.

Un rapimento e una violenza sessuale non “causali”. Infatti, stando a quanto testimoniato da Biagio Pitarresi, esponente di spicco dell’estrema destra milanese, lo stupro fu commissionato da degli ufficiali della Divisione Pastrengo dei Carabinieri, il cui generale in capo, Palumbo reagì alla notizia dicendo che: “Era ora”. Lo stupro è un’arma a tutti gli effetti e questa violenza fu molto probabilmente una punizione per le posizioni coraggiose prese da Franca Rame e dal marito, Dario Fo, a sostegno di lotte poco gradite dai neofascisti, come anche a diversi esponenti della polizia e delle forze armate. Il processo non portò a nulla: i reati andarono in prescrizione.

Franca Rame riuscì a trovare la forza di raccontare la sua violenza a teatro, davanti a una platea, in un monologo chiamato “Lo stupro”.

Ieri è stato l’otto marzo, la festa delle donne. Per ricordare l’immenso coraggio di Franca, e di tutte le donne, abbiamo deciso di proporvi questo filmato.

A Franca, A tutte le donne, A tutte le vittime di violenza.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!