Buon compleanno Moana

Pubblicità

Di

Ieri nasceva una delle più grandi icone degli anni ‘80. Anna Moana Rosa Pozzi, segnava indelebilmente la cultura pop ed erotica dell’immaginario maschile ma anche femminile. Inutile dire quanto struggimento ha sparso Moana Pozzi, colta icona del porno, tra gli adolescenti e gli adulti dell’epoca.


Moana ha condizionato il nostro pensiero, sdoganando insieme a Ilona Staller, sua comprimaria in numerosi film, quella cultura della libertà sessuale che era in pauroso ritardo nei paesi latini. Una nouvelle vague venuta dal lontano Nord appunto, solitamente col liberalismo sessuale svedese, un altro mito dell’epoca.


Ma Moana, quasi un metro e ottanta di curve, capelli biondi e occhi verdi, veniva dalla vicina Italia e neanche tanto lontano da noi, da Genova. Era figlia di una rivoluzione sessuale che sembra essersi poi arrestata, persa in una serie di ipocrisie e stereotipi che pur essendo stato scalzati si rivelarono comunque duri a morire, al punto che ce li ritroviamo tra i piedi ancora adesso.


Moana era elegante, intelligente, colta. Non era solo una pornostar, ma un sistema di vita. Non ha mai rinnegato il suo passato ed è morta giovane, cristallizzando come James Dean e Marilyn Monroe (umilmente con le dovute proporzioni) la sua icona di bellezza.


Per noi, che sondavamo come lumachine timide le prime praterie del sesso, Moana, oltre che un’icona era una specie di guida, perché aveva un che di rassicurante e materno. Nelle sue curve burrose e nella sua pelle diafana, forse scorgevamo la delicatezza delle nostre donne e l’erotismo di un paese, l’Italia, che per noi ticinesi era in fondo, anche se molti lo rifiutavano, una madre putativa.

La sua popolarità e la sua intelligenza l’avevano poi portata ad essere conduttrice televisiva, presente in numerosi programmi e ospitate, scrittrice di memorie oltre che diva del cinema a luci rosse.


La sua storia si svolgerà tra concorsi di bellezza (Nell’81 partecipa a Miss Italia), lavori come comparsa nel cinema, conduzioni televisive. Nell’82 approda poi al porno, entrando a far parte della scuderia di Riccardo Schicchi, morto per ironia della sorte anche lui di cancro in giovane età.

Schicchi, astuto promotore, lancia Moana e la Staller, in arte Cicciolina, nell’olimpo dei sogni erotici italiani e internazionali. Ma è solo nel 1987, che debutta, possiamo dire, nella Hollywood del porno, con “fantastica Moana” per la regia proprio di Schicchi.


Moana, ci fece scoprire il mondo delle luci rosse, sondando terreni inesplorati, svelando retroscena e aneddoti, scrivendo le sue memorie in cui rivelava le numerose relazioni avute con personaggi famosi dell’epoca, come il presidente del Consiglio italiano Bettino Craxi, poi autoesiliatosi in Tunisia in seguito allo scandalo di Mani Pulite ad inizio anni ’90.

La televisione e il pubblico in fondo l’amavano, nell’88 partecipa a “L’Araba fenice” in cui si occupava (nuda) di critica costume. Nel ’92 su Italia 1 conduce “Magico David”. È anche protagonista di un cartone animato, “Moanaland”.


A riprova dell’amore della gente per lei, ricordiamo la sua strepitosa e divertentissima imitazione a opera di Sabina Guzzanti nelle trasmissione satirica “Avanzi”.


Moana Pozzi muore a Lione a soli 33 anni, l’età di Gesù, per un carcinoma legato all’epatite. La sua morte prematura, come dicevamo, la cristallizza nell’immaginario collettivo, facendola assurgere non solo a icona dell’hard, ma anche a personaggio pacato e riflessivo amato dalla gente. Moana ci lasci ai suoi sorrisi intriganti, i suoi seni pieni ed esuberanti (non rifatti, cosa rara al giorno d’oggi) le sue gambe chilometriche e la sua delicatezza nel rivolgersi a noi.


Ed è sempre la Guzzanti, anni dopo (siamo nel 2012) a tributarle un ultimo omaggio. La trasmissione è “Un due tre stella”, Moana dal paradiso, circonfusa di luce con lo sfondo delle nuvole, ci racconta con metafore sessuali, cosa non funzione più nell’Italia. Quella che può sembrare una satira dissacrante su una persona morta, è invece il tributo finale di Sabina Guzzanti, donna intelligente, poliedrica e con un umorismo geniale. Il migliore epitaffio per colei che accompagnò i nostri sogni per un decennio e oltre. Buon compleanno cara Moana.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!