Ticinesi e la corsa all’oro

Pubblicità

Di

Numerosi nostri antenati sono partiti, 150, 170 anni fa per inseguire un miraggio: quello dell’oro. Chi in Australia, chi in California. Molti di loro non tornarono e numerosi lasciarono le loro ossa in quelle terre desolate e lande poco esplorate. I cercatori esistono ancora oggi, anche a casa nostra. L’opportunità per conoscerli ci è data da Storie, il programma domenicale della RSI, alle 20.

Delle storie che vale la pena conoscere, perché sono retaggio di un mondo che a noi appare dimenticato, eppure raccolgono dentro se stesse quella follia che per millenni ha spinto l’uomo ad annichilirsi e distruggersi per rincorrere quel metallo prezioso che spesso portava alla perdizione.

E sembrerà strano, ma in Ticino al giorno d’oggi c’è chi ancora cerca e trova oro. L’attività iniziata in tempi antichi non si è mai davvero interrotta. Oggi è possibile trovare polvere, pagliuzze e persino qualche pepita d’oro intarsiata con quarzo. L’obiettivo vero dei protagonisti di questo documentario è però quello di trovare la grande vena d’oro da cui, secondo loro, proverrebbe tutto il metallo prezioso che hanno raccolto in questi anni. Esiste davvero questo filone? Dove si nasconde? I protagonisti di questo film inseguono la ricchezza o qualcosa d’altro? 

Si parlerà di questi moderni cercatori. Gente comune, che della caccia al metallo lucente ha fatto un hobby e forse anche una malattia. Un lavoro duro ancora oggi che impone ore piegati nell’acqua del fiume a smuovere ghiaia e a cercare la rara pagliuzza o l’impalpabile polvere dorata. (Vedi qui sotto il trailer).

https://www.rsi.ch/play/tv/storie/video/cercatori-doro-trailer

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!