Centenario grazie ai cervelli di pollo

Pubblicità

Di

Dexter Kruger, l’australiano più anziano del continente dove i canguri saltano a più non posso, si è finalmente concesso alla stampa. 

Dalla vertiginosa vetta dei suoi 111 anni , con la robusta aggiunta di 124 giorni, al petulante giornalista che gli chiedeva i soliti dettagli e i segreti di miracolose pozioni, l’ex allevatore di bestiame, sfoggiando un’elegante polo a mezza manica e a tutta stiratura, ha rivelato una delle sue più antiche abitudini : “Sai, i polli hanno una testa, e dentro c’è un cervello. Una piccola cosa deliziosa e basta generalmente un solo morso.”

Se oggi il super longevo Dexter vive serenamente presso una luminosa casa di cura in una località rurale del Queensland, gran merito della faccenda è proprio da attribuirsi alla strapotente efficacia del cervello di pollo, quotidianamente presente nella frugale dieta dell’ inaffondabile veterano della sopravvivenza. E che a qualche saputello non venga in mente di liquidare la virtù della frattaglia cerebrale di un pennuto da cortile con un stupido quanto inopportuno “Puah”.

Greg, il figlio settantaquatrenne dell’australe patriarca, racconta ai presenti la fastosa vitalità della memoria di papà, occupato in questi mesi nella scrittura di una lunga e articolata autobiografia.

Intanto John Taylor, uno dei fondatori dell’Australian Book of Records, ha certificato l’attuale primato di primavere di Mister Kruger, ora proiettato, comunque senza eccessive tensioni di protagonismo, a superare il record di Christina Cook , una maturissima ragazza venuta a mancare nel 2002 , all’età di 114 anni e 148 giorni.

Al ministro della Difesa Peter Dutton, che lo visitato lunedì subito dopo l’ora della ricostituente abituale pennichella, l’avveduto ultracentenario non ha certo donato frasi banali: “Trova qualcosa che ti piace fare e fallo bene” aggiungendo “Sono nato prima dei telefoni e della refrigerazione. Ho vissuto guerre mondiali, siccità, depressioni e pandemie e penso che il mondo di oggi sia un tantino meno bello e le persone non sono generalmente felici. Abbiamo troppi soldi da spendere per la spazzatura”.

Data una sapiente occhiata all’orologio, il vegliardo gagliardo ha poi deciso di sbarazzarsi del ministro della Difesa, anche per una certa attitudine alla fondamentale autodifesa della sua quotidiana privacy : “Fino a quando non abbiamo ottenuto tutta questa tecnologia computerizzata, la vita era molto più rilassata.”

Dexter Kruger è anche, fra le mille e ancora mille sfumature della sua vita, poeta e scrittore che ama comporre brani e versi agganciati alla lunghissima avventura trascorsa  nella regione di Maranoa, sino alla metà degli anni ’90 , nella sua sterminata tenuta di 5300 ettari dove era totalmente felice di stare con i suoi guizzanti cavalli e i suoi paciosi bovini.

“Quando avevo sette anni mio padre mi regalò un vitello e da allora ho sposato il linguaggio rivelatore del bestiame, vivendo a strettissimo contatto con la natura.”

Ogni giorno, il  prodigio senile completa una rigorosa routine di esercizio mattutino, assorbe un rivoletto di vitamina D e ritorna alle pagine del suo libro.

Non è mai andato in giro a caccia delle luci troppo brillanti, si è rifocillato di incredibili dosi di semplicità e ha forgiato una invidiabile forza di carattere  domando con la ragione le frotte di avversità che non sono mancate e non mancano mai.

D’altro canto, per spingersi così oltre, occorre un bel cervello supportato anche dalla complicità del pollo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!