Drogati di pollo

Pubblicità

Di

A Coira apre una filiale di Kentucky Fried Chicken e si assiste, previo omaggio di buoni, al solito accampamento selvaggio sul suolo pubblico di fronte al negozio, in attesa dell’elargizione.

Secondo me non è nemmeno una questione di fame. E nemmeno di povertà. Non penso che tutti coloro che si accampano fuori dal MediaMarkt per ricevere un televisore o passano le notti davanti ai negozi per la nuova xbox siano dei bisognosi.

Io penso che sia una malattia. Benigna eh? Mica ci muori di ‘ste cose. Ma ritengo che questo agire sia parificato ad atteggiamenti come lo shopping compulsivo o il gioco d’azzardo. Semplicemente non puoi farne a meno. Gli occhi diventano vacui e le sinapsi vanno in un’unica direzione, in un tunnel di impanature e salsine agropiccanti.

Se no non si spiega la gente accampata di notte di fronte alla nuova filiale di Coira della Kentucky Fried Chicken, il re del pollo fritto. Per cosa? Ai primi 20 clienti, FKC avrebbe regalato una serie di buoni (52 da 20 franchi all’anno) per far sì che si potesse mangiare una volta a settimana nell’impero dei gallinacei fritti. Che poi a uno dopo un po’ gli viene anche la nausea penso… roba da far ridere i polli.

C’è da dire che i tossici da fasanide fritto sono ormai una realtà, soprattutto nei paesi anglosassoni, al punto che quando nel 2018, KFC ha cambiato fornitore della logistica in Inghilterra, creando disguidi e chiusure temporanee, molti clienti sono caduti in preda al panico e si sono messi a correre in giro come polli senza testa. Scrivevamo allora:

“E i consumatori? Per loro, è scattato il panico collettivo di fronte alla mancanza del proprio punto di riferimento consumistico, le innumerevoli telefonate alla polizia da parte di clienti preoccupati o addirittura terrorizzati dal fatto di dover rinunciare al proprio pollo fritto. Tanto che a un certo punto la polizia metropolitana di Tower Hamlet ha diramato un tweet che invitava a smettere di chiamare, perché “non è un problema della polizia se il vostro ristorante preferito non serve il menu che desiderate”. Insomma, una catastrofe di proporzioni bibliche, una specie di riedizione della carestia in Ucraina degli anni ’30, per fortuna senza cannibalismo.” (leggi qui sotto)


Roba da pelle d’oca…o di gallina. Da noi però KFC non sembra suscitare entusiasmi del genere, al punto che la filiale prevista a Mendrisio nel 2018, aveva immediatamente chiuso i battenti lasciando a piedi 30 dipendenti, poi riaperto e ridimensionato.

A me piace pensare che la dignità non sia decisa dal reddito, e che ci sono persone che la mantengono e altri disposti a dare via il sedere e a gelarselo all’addiaccio per ore (come a Milano) per un paio di Nike Off-White x Nike Air Force 1 “Black” & “Volt”. 

Queste cose mi superano, io che divento già nervoso quando alla cassa della coop ci sono 3 persone davanti a me. 

Sono arrivato alla conclusione che io non sono fatto per le code. Preferisco andarmene, rinunciare, vivere. Perché tutte quelle ore in coda come un pollo in batteria non te li ridarà nessuno. E io pollo fritto me lo faccio a casa, tié!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!