I Måneskin sniffatori di coca?

Pubblicità

Di

I Måneskin, vincitori di Eurosong finiscono in una querelle tutta francese. Damiano, frontman del gruppo, è accusato di avere sniffato cocaina in diretta tv.

Le immagini incriminate riguardano una decina di secondi di filmato, dove si vede il leader dei Måneskin abbassarsi sul tavolo e poi rialzare la testa. A innescare la polemica, senza oggettivamente nessun riscontro reale, un giornalista di Paris Match, periodico settimanale del gruppo Hachette:  “Grande tensione all’Eurovision con l’immagine della coca di un membro della squadra italiana. Gli organizzatori stanno discutendo sul da farsi”.

“Voilà”, per parafrasare la bella canzone francese di Barbara Pravi. Questo basta per far partire come un motoscafo da diporto dopato, la sequela di fesserie che hanno portato alla conseguente ondata social. E tutti sappiamo che vuol dire. 

A poco è servita la spiegazione di Damiano, che ha detto: “Thomas ha rotto un bicchiere, mi sono abbassato per vedere”. A confermare la storia, un articolo di Open, a firma del debunker David Puente che in effetti in una foto confermerebbe la rottura del bicchiere sotto il tavolino (guarda il video qua sotto).

Dunque, facciamo un breve sunto delle due ipotesi:

Storia A) in preda alla gioia il tossico cantante dei Måneskin sniffa cocaina in diretta all’Eurosong, il tutto in sprezzo, da buon rocker, di organizzatori e pubblico.

Storia B) Un bicchiere si è rotto sotto il tavolino e il cantante dei Måneskin si è chinato per vedere cosa era successo e magari spostare un po’ i cocci.


Qual è la storia vincente? Bravi. Un semplice bicchiere rotto contro un cantante vittorioso ma drogato, non c’è competizione.

I francesi, amareggiati dalla sconfitta (ed effettivamente la canzone della Pravi era un vero gioiellino) hanno fatto da cassa di risonanza a giornalisti senza scrupoli, che sanno benissimo cosa innescano quando lo innescano. 

Come una bomba, l’invidia social è deflagrata, soprattutto in zona transalpina. I media un po’ astiosi invero, hanno fatto da cassa di risonanza, parlando di gesto inequivocabile e di squalifica. Quanto fosse plausibile la storia (ma questo come sappiamo è da tempo secondario) e quanto sarebbe imbecille un cantante che ha tutte le telecamere addosso a sniffare cocaina davanti a 200 milioni di persone è ininfluente. 

D’altronde dopo i deliri di QAnon, e l’imbecillità di certe teorie no vax, c’è veramente ancora poco che ci stupisce quando affrontiamo gli abissi della credulità e della stupidità umana.

I Måneskin, porelli, cadevano dalle nuvole, e hanno detto che faranno tranquillamente un test antidroga, dopo aver dichiarato che non ne assumono. Il che li rende un po’ meno dannati e maledetti, come ogni rock band dovrebbe essere. D’altronde gli eccessi dei Rolling Stones o dei Doors ci hanno abituati a un cliché che è difficile da smontare. 

Con questa storia, abbiamo comunque assistito all’ennesima bufala semi planetaria, a riprova di come è facile far partire valanghe di fango che poi è difficile fermare. Ognuno alla fine vede quello che vuole vedere. Un cantante che sniffa o un poveretto che guarda un bicchiere rotto. E la verità, per l’ennesima volta ne esce un po’ più sminuita e malconcia.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!