Naa föra…

Pubblicità

Di

Il verbo “uscire” (in dialetto “naa föra”) per chi è nato e cresciuto a ridosso della frontiera, ha un significato ulteriore e specifico. Vuol dire “andare in Italia”, e non stupisce che per esprimere questo concetto, da queste parti, si sia sempre utilizzato un verbo così comune, che sa di consuetudine.

“A summ nài föra a cumpraa un pan tranvài”. Qui è sempre funzionato così, si “usciva” in tutta naturalezza. Ho ricordi bellissimi di quando da bambino “uscivo” con mio papà, che faceva razzìa di riviste in edicola da portare a tutti i suoi parenti e conoscenti nei Grigioni: “Topolino” per me, certo, ma poi anche “La Settimana Enigmistica” per la nonna; “Gente”; “Oggi”; “Airone”… a volte perfino “Intimità” e “Astra” (se non sbaglio per la parrucchiera di Roveredo). Ogni settimana facevamo un’uscita lampo – a piedi – e rientravamo con il nostro bel mazzo di riviste sottobraccio. E a volte una focaccia, un trancio di pizza, un filoncino di pane alle uvette (“Cose buone dal mondo” le definiva genericamente mio papà).

Spero tanto di ritrovarla ancora al suo posto, quell’edicola, quando finalmente si potrà tornare ad “uscire”.

Perché alla fine sì, per noi “gente frontiera”, in questo periodo folle, il verbo “uscire” risulta monco, privato di uno dei suoi significati: quello a cui teniamo di più, in definitiva, perché lo abbiamo sempre sentito come qualcosa di esclusivo, di “nostro”. Il “nostro” modo di uscire, da “naa föra”… 

Mauro Stanga

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!