Dylan Dog sulle note di Vasco Rossi

Pubblicità

Di

Nell’ambito delle celebrazioni degli 80 anni della Sergio Bonelli Editore, nasceranno tre affascinanti episodi previsti per le uscite di giugno, luglio e agosto: Dylan Dog, l’ineffabile investigatore dell’incubo vivrà tre vicende ispirate ad altrettanti arcinoti e stracantati brani di Vasco Rossi: Sally, Albachiara e Jenny. 

I buongustai già odorano l’ipnotizzante giostra di smarrimenti e di momenti sorprendenti che usciranno dagli albi curati dal bravissimo Roberto Recchioni.

La notizia è propiziatoria come un ovetto di giornata: albume e tuorlo incredibilmente freschi si mischieranno magicamente con il mitico Dylan Dog e con “Albachiara” che si insinueranno , duettando e fumettando, dentro l’inesausta creatività di un storico fortunatissimo “giornalino”. 

Vasco Rossi, dai più evocato con l’appellativo di Blasco è certamente nato sotto qualche strambissima zucca del paese di Zocca, crescendo nella filosofia degli schemi fuori schema, autodefinendosi “provocautore” e componendo, fluente come un torrente in piena che porta a valle acqua e detriti impietriti dalla originalità, un’infinita serie di canzoni amatissime. Alle sconfinate simpatie di un pubblico sterminato e affezionato, l’inarrivabile plasmatore unisce pure la censura di un vasta porzione di benpensanti che gli manifestano contrarietà, se non livore e disprezzo.

Ma proprio per il fatto che “la vita è un brivido che vola via è tutto un equilibrio sopra la follia” , l’alieno controcorrente ha sempre adorato prendere a giri di chitarra i noiosi conformisti che osservano con ordinato panico le rivoluzioni dei riformisti che sono inevitabilmente casinisti, e se Sally “cammina per la strada senza nemmeno guardare per terra” ci sarà pure un motivo, considerando che il “Komandante” lo grida, da una infinità di tempo, dal palco  in modo così deciso e irrevocabile da raggiungere anche le dimore insonorizzate di chi evita come una lebbrosa questa ragazza dal vissuto struggente.

E agli allineati che mettono sempre il puntino sopra le “i” , ai tradizionalisti che non sopportano che il tubetto di maionese si possa schiacciare anche con la leggera pressione di una chiappa, il Nostro intanto rammenta, con una arrochimento vocale che “Jenny ha pagato per tutti/ ha pagato per noi/ che restiamo a guardarla ora /Jenny è soltanto un ricordo/ qualcosa di amaro/ da spingere giù in fondo”.

Un euforico e irrequieto Blasco dichiara con gioia di avere sempre amato la sintesi e che i fumetti in questo sono  perfetti perché “il racconto si dipana per immagini e poche parole ma quelle che bastano a farti capire un mondo intero di cose. Il mio percorso direi che va da Nembo Kid a Tex Willer per arrivare fino a Dylan Dog, il più colto, raffinato e impegnato ,il suo mondo visionario è per me un mito e sono strafelice di incontrarlo”

L’aspettativa sta montando come una torta impastata con dodici bustine di lievito e anche Dylan pare piuttosto smanioso e concitato: a parte una sfilza di “Giuda ballerino!” chiede di scatto, a un certo punto, una pistola possibilmente carica a Groucho.

Ma Groucho , tanto per cambiare, è immerso nelle sue stralunate riflessioni, comunque mai prive di materia pirica o inutili per ovvietà.

Osserva la tonda boccia dei pesci rossi, rimastica ritmicamente il sigaro e fa un veloce sopralluogo con l’indice fra gli amazzonici baffi: “A me piacciono i pesci. È davvero fantastico vedere un essere vivente che apre la bocca senza dire qualcosa di cretino”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!