Il Bed & Breakfast di Palermo

Pubblicità

Di

Palermo, ieri sera, ore 21.30.

Una coppia di ragazzi omosessuali di Torino sta cercando un Bed & Breakfast nel centro storico, quando vengono accerchiati da una banda di ragazzini, insultati, aggrediti, infine uno dei due viene addirittura colpito con una bottiglia di vetro.

La loro “colpa”? Aver compiuto questo gesto qui: tenersi per mano.Non nascondere al mondo il loro amore. Sentirsi liberi di essere se stessi, senza nascondersi. Quello che è capitato a questi due ragazzi è una vergogna inenarrabile.

Ma la tragedia vera è che oggi, in Italia, nel 2021, migliaia di coppie omosessuali o lesbiche non sono libere di girare per strada mano nella mano o di baciarsi come qualunque altra coppia per paura di essere insultati, umiliati, pestati, massacrati.Ditelo a loro che il Ddl Zan non serve…

Beppe Cosentino è un albergatore di Palermo, proprietario del B&B Arimatea Accomodations, nel centro storico della città.In queste ore ha voluto far sentire tutta la sua vicinanza ai due ragazzi omosessuali di Torino accerchiati e brutalmente aggrediti, offrendo loro ospitalità gratuita nel proprio albergo.

“Da palermitano mi sento in dovere di chiedere scusa a questi due ragazzi trattati come bestie da bulli omofobi. E li invito nel mio B&B, li ospiterò gratuitamente, è il minimo che possa fare per dimostrare loro che esiste una Palermo accogliente e senza barriere. Più delle dichiarazioni dei politici e delle parole spese a vanvera, si deve passare ai fatti e io, nel mio piccolo, sarei felice di offrire ospitalità a questi ragazzi la cui unica colpa è quella di volersi bene e di non vergognarsi nel dimostrarlo.”

Nelle parole, e nel gesto, di Cosentino c’è dietro un’intera città, aperta, accogliente, che non discrimina. Ecco, questa è Palermo. Se passate di lì, sapete dove andare.

Lorenzo Tosa

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!