Il topo antimine va in pensione

Pubblicità

Di

La Cambogia celebra la meritata pensione di Magawa, un enorme topo africano fiuta mine, che in cinque anni di duro e pericolosissimo servizio ha contributo a bonificare, con l’ assistenza di alcuni fedeli collaboratori umani, 225.000 metri quadrati di terreno, farcito di mine, mortali insidie distruttive subdolamente e cinicamente interrate nella vastità delle campagne cambogiane.

Nella foto di rito ostenta una certa legittima fierezza, con quella rastrelliera di mustacchi da ratto vissuto, due orecchie perfettamente in campana e un muso da investigatore anti ordigni. Le mine sterrate da Magawa, sono disumane vigliaccate disseminate nel suolo e pronte a deflagrare alla minima pressione, procurando morti o amputazioni di devastante entità o menomazioni così incisive da martoriare ineluttabilmente un’esistenza.

Magawa, impareggiabile snidatore di diabolici congegni, è originario della Tanzania ed è stato addestrato dagli esperti  appartenenti all’ente benefico belga “Apopo”, che qualche simpatico mistificatore di sigle vorrebbe da oggi riconvertire in “Atopo”, per onorare questo sorcio salva vite, totalmente sprezzante del pericolo e operativo a corpo nudo, senza scafandri protettivi o gusci di acciaio temperato. Magawa, nei suoi brevi ma intensissimi anni di carriera è stato fondamentale nello sminare una superficie equivalente a 42 campi di calcio, pronta a schizzare morte in una sorta di roulette russa dove perfino l’impercettibile carezza di una suola può innescare una mostruosa detonazione artiglia arti.

Magawa è stato perfino insignito di una onorificenza, pari alla Geroge Cross, con una motivazione ben evidenziata da un ente di beneficenza britannico che si occupa assiduamente di animali “speciali” : “All’eroico roditore , per il suo coraggio e la sua dedizione nel cercare le mine inesplose in Cambogia”.

Decorazioni di questo tipo erano state riconosciute sino ad oggi unicamente a cani dall’olfatto particolare e dalle sopraffine tecniche capta sentori assassini.

L’Apopo ,operativo anche in Zimbawe, Angola e Mozambico, ha individuato particolari e sorprendenti capacità ,sensibilità, intuizioni e forse vibrazioni preveggenti nei ratti , in virtù della loro indiscussa velocità e delle loro modeste dimensioni che consentono loro di oltrepassare le zone minate senza provocare magmatiche esplosioni, grazie a una paradisiaca leggerezza di transito.

Non si conosce l’entità del compenso riconosciuto al nostro amico super topo come indennità di fine rapporto anche se l’auspicio è che la liquidazione sia quantificabile in qualche decina di chilogrammi di buon formaggio, senza aggiunta di additivi chimici.

Il topone , ormai appartenente alla sparuta schiera degli “Hero rats”,  nei suoi anni di militanza da narici gallonate ha intercettato ben 71 mine antiuomo e 38 munizioni inesplose.

Il suo bottino rappresenta un record e la  medaglia al valore  gli rammenterà, negli anni a venire, le delicate pacche sulle spalle ricevute dagli amici bipedi, riconoscenti oltre misura al rabdomante dal codino arricciato e dall’odorato smodato. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!