Jenna la cucciola, che vita da cani

Pubblicità

Di

Cosa ha spinto Jenna “puppygirl” a comportarsi come una cagnolino? Semplice, una nicchia di mercato controversa ma lucrosa, roba da cifre a sei zeri.

Jenna di Austin, Texas, ha ventun anni è formosetta e graziosa. Diciamolo senza peli sulla lingua, quello che fa Jenna su Tik Tok e social vari, fa strame di un secolo di femminismo, sbattendosene allegramente dei cliché sulla donna sottomessa.

Anzi, Jenna va oltre, fa soldi comportandosi paro paro come una cane: scodinzola agitando il sedere, dà la zampa, si fa fare le coccole e beve dalle ciotole con la lingua.

Questo fa sì che numerosi followers ed estimatori donino generosamente denaro alla piccola Jenna per vederla fare il morto, dormire in una cuccia o andare in giro al guinzaglio portata dal suo fidanzato. La gran parte del reddito di Jenna, viene dalla piattaforma OnlyFans, popolare nel settore dell’intrattenimento per adulti. La piattaforma ospita anche contenuti di altri generi come esperti di fitness e altri tipi di influencer che pubblicano regolarmente online. Questo sistema consente ai creatori di contenuti di ricevere finanziamenti direttamente dai loro fan su base mensile.[

Insomma, dai la paghetta mensile a Jenna puppygirl e la vedrai giocare con altri cagnolini e farsi fare malvolentieri il bagnetto nella tinozza nel prato. Jenna è furba, racconta di essersi sempre sentita “un cane”, ed è per questo che ha abbandonato il suo lavoro da ottica per dedicarsi a tempo pieno a scavare buche nei prati e a inseguire conigli.

Essendo una femmina ci è risparmiata la pipì contro gli alberi.

La cosa tanto innocente non è (guardare per credere) visto che sia Instagram che Tik tok hanno rimosso i video (guarda il video qui sotto).

Eppure Jenna ha dichiarato che all’inizio, fingere di essere un cane era una cosa del tutto innocente, le piaceva rotolarsi e rincorrere gli oggetti che le lanciavano. Poi la cosa, ovviamente ha preso una piega sessuale e Jenna ora fa pagare agli abbonati di OnlyFans 20 dollari al mese per vedere materiale non censurato.

Oltre agli abbonamenti mensili, Jenna crea anche contenuti personalizzati su richiesta con le tariffe che ritiene opportune – una volta è stata pagata 1200 dollari per un solo video – e non fatichiamo a crederlo. Perché in queste situazioni non gioca solo la sessualità, ma anche la dominazione, una tendenza sessuale che intriga molte più persone di quanto si immagini.

Jenna ha rivelato di essere relativamente “aperta” quando si tratta di creare contenuti personalizzati, e fa pagare di più se si tratta di elementi più espliciti.

Tuttavia, l’influencer canina ha detto ai fan che non avrebbe mai coinvolto gli animali durante le riprese, dopo che un abbonato ha richiesto che filmasse un contenuto con un vero cane vivo. Sono cose che confortano, sapere che nessun animale è stato maltrattato per queste riprese. Comunque cosa succeda alla piccola Jenna e cosa è disposta a fare per soldi, lo sanno solo quei quattro o cinque utenti disposti a spendere migliaia di dollari per la loro paffuta cucciola preferita.

Un gioco innocente? Certo, se paghi alla fina hai il prodotto che cerchi, e se siamo adulti e vaccinati ogni relazione umana consenziente è lecita. Certo è che il femminismo finisce nel cestino della carta straccia, soprattutto quando questi tipi di video non solo portano avanti lo stereotipo della donna sottomessa, ma addirittura asservita a un padrone. Lorenzo, il suo fidanzato, è felice, lo potete desumere dal video intitolato: “La mia ragazza si comporta come un cane – e mi piace”. Soprattutto a Lorenzo piaceranno i dollaroni che la Jenna puppygirl-fidanzata gli porta a casa e sotterra in giardino insieme agli ossi (guarda il video qui sotto).

Io rimango sempre felicemente frastornato, da questi personaggi e dal modo in cui riescono a fare soldi, e non riesco a rendermeli antipatici. Avevo anche recentemente parlato di Khaby, il torinese da decine di milioni di followers su Instagram, un fenomeno incredibile che ha creato un piccolo impero finanziario in pochi mesi (leggi qui sotto).

La certezza è che le stranezze e le capacità di inventarsi dal nulla continueranno a esistere, le nicchie di mercato sono infinite e la gente è strana, strana forte. Ora scusate ma devo scappare, la mia padrona mi chiama perché è l’ora della passeggiata serale e se la faccio aspettare si arrabbia.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!