“Lasciamo fare alle famiglie”

Pubblicità

Di

“Tendiamo a definire omofobia ogni cosa” – ha dichiarato Giorgia Meloni – “non è meglio far maneggiare queste cose alle famiglie?”.

Bellissima questa proposta!

Lasciamo perdere questa grande montatura dell’omofobia – che parolone! – e lasciamo che siano le famiglie a “maneggiare” la questione.

Signori, questo è il pensiero del leader di fratellini d’Italia che si prepara a governare il Paese, mica la battuta stonata di zì peppe che ha bevuto quattro bicchieri di troppo – anche perché zì peppe difficilmente scenderebbe a questo livello.

Insomma, io ci sto pensando da circa due ore e ancora non ho capito cosa intendesse dire “Io Sono Una Donna Giorgia Meloni”.

Se un ragazzo viene barbaramente picchiato per il colore del suo smalto (ormai accade ogni giorno), lo facciamo“maneggiare” dalla famiglia?

Se due ragazzi o due ragazze vengono aggrediti/e, insultati/e, picchiati/e perché si tengono per mano in pubblico, lasciamo che siano “le famiglie”(di chi) a “maneggiare” la questione?

Cioè, se la vedano le rispettive famiglie? Devono incontrarsi nel parcheggio di un centro commerciale e darsela di santa ragione?Oppure intendeva dire che sta alle famiglie educare i figli?

Onorevole Meloni, le svelo un segreto: sino ad oggi ci siamo affidati all’educazione, non basta. Anzi, spesso sono proprio le famiglie a insegnare odio e discriminazione.

Insomma, a me sembra che si parli “tanto” di omofobia perché ogni giorno, in Italia, c’è un’aggressione omofoba. Ad ogni modo, davvero non capisco cosa e come dovrebbero “maneggiare” le famiglie.

Sono sinceramente preoccupato dal fatto che la leader di uno dei principali partiti italiani si permetta di rilasciare una dichiarazione così vaga e priva di senso su un tema di massima delicatezza sociale e di grande importanza.

25.6.2021 Signori, questo è il livello.

Più in basso di così c’è il vuoto cosmico.

Pessima Tempora Currunt

Prof. Guido Saraceni

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!