Ludovica, 16 anni e già così tanto da insegnare

Pubblicità

Di

Le minacce su Instagram: “Lo sappiamo che eri Luca, stai attenta”. E le urla a scuola: “Dov’è quel finocchio?”.

Così un giorno è stata lei, nel corridoio di quella stessa scuola, a fermare tutti.

A prendere il coraggio che ha sempre avuto e a dire: “Sì, sono trans. Allora? Avete qualcosa in contrario?”.

Come sempre accade con i leoni da tastiera e da pettegolezzo, nessuno davanti a tanta maestosa dignità ha osato proferire verbo. Perché Ludovica questo trasmette, da sempre: orgoglio di essere chi è.

Fin dalla più tenere età, quando era Luca, ma voleva bambole, gonne e giochi da bambina.

Oggi Ludovica di anni ne ha 16 anni. E’ una meravigliosa ragazza. Bellissima.

Ha iniziato la terapia ormonale femminilizzante.

“Non è facile – dice a Repubblica – ma sono felice dei risultati. E voglio arrivare fino in fondo”.

Ludovica è felice, serena, nonostante tutto l’odio che ha dovuto sobbarcarsi in questi anni. Le prese in giro, le minacce, gli insulti, gli approcci. E’ felice perché accanto ha una mamma e un papà sempre dalla sua parte. Anche quando una psicologa spiegò loro che “Luca” poteva essere “corretto”, che era giusto un po’ confuso. Che se gli avessero buttato via i giochi da bambina sarebbe “guarito”.

Ma i genitori di Ludovica capirono che l’unico errore della loro vita fu portare Ludovica da questa “specialista”. In loro figlia non c’era nulla di sbagliato. Nulla. E grazie al loro amore, a quello delle amiche e degli amici, della parrocchia che ha sempre frequentato senza che mai la sua condizione venisse stigmatizzata, oggi Ludovica può vivere la sua transizione serenamente.

E sul DdL Zan non ha alcun dubbio: “Conosco l’odio. C’è odio, discriminazione, razzismo. Ci sono ragazzi che si uccidono”.

Già. E pensare che qualcuno definisce tutto questo “futili motivi”.

Ludovica, hai 16 anni e già così tanto da insegnare: rispetto, dignità e orgoglio.

Cathy La Torre

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!