29 anni fa la Strage di Via D’Amelio

Pubblicità

Di

Il 19 luglio 1992 Cosa Nostra uccise il giudice Paolo Borsellino egli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. 

Alle 16:58 una forte botto travolge il civico 21 di via Mariano D’Amelio a Palermo, dove all’epoca abitavano madre e sorella del magistrato. Ad esplodere una Fiat 127, imbottita di tritolo.

 Antonino Vullo, unico agente sopravvissuto all’attentato di stampo mafioso, descrisse così l’esplosione: “Il giudice e i miei colleghi erano già scesi dalle auto, io ero rimasto alla guida, stavo facendo manovra, stavo parcheggiando l’auto che era alla testa del corteo. Non ho sentito alcun rumore, niente di sospetto, assolutamente nulla. Improvvisamente è stato l’inferno. Ho visto una grossa fiammata, ho sentito sobbalzare la blindata. L’onda d’urto mi ha sbalzato dal sedile. Non so come ho fatto a scendere dalla macchina. Attorno a me c’erano brandelli di carne umana sparsi dappertutto…

Per ricordare l’uomo che fu Paolo Borsellino, abbiamo deciso stasera di proporvi un estratto del discorso, tenuto dal giudice nella biblioteca comunale di Palermo il 25 giugno del 1992, in cui parla del collega Giovanni Falcone, morto anch’egli in un attentato, il 23 maggio dello stesso anno.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!