Il Parlamento francese ha deciso, in Ticino invece…

Pubblicità

Di


#permattinieri 🇨🇭 🦠 In Ticino c’è pressione sui servizi sanitari affinché si stimoli il personale del settore a farsi vaccinare. Il medico cantonale Merlani ha scritto alle strutture del Cantone, annunciando che dal 1 agosto sarà pubblicato il tasso di vaccinazione dei collaboratori a contatto con gli ospiti.

“Questo – si legge nella lettera – per poter garantire al paziente la libera scelta dell’operatore sanitario che lo cura”. Non ci sarà invece l’indicazione relativa alle singole persone. 

I cantoni stanno valutando se imporre restrizioni alle persone che rifiutano di vaccinarsi contro il Coronavirus. Lo afferma in un’intervista al settimanale “SonntagsBlick” il presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità. Lukas Engelberger afferma che si potrebbe considerare un’estensione dell’obbligo del certificato Covid se i contagi continuassero ad aumentare. In particolare il documento potrebbe essere richiesto in occasione di eventi su piccola scala, attività e manifestazioni sportive, uscite al ristorante o visite in ospedali e case anziani. 

🇺🇸 🦠 Gli Stati Uniti si stanno dirigendo “nella direzione sbagliata” sulla pandemia di coronavirus mentre le infezioni aumentano tra i non vaccinati, afferma Anthony Fauci, il principale consulente della presidenza. Ha detto anche che i funzionari sanitari stanno considerando di rivedere le linee guida sulle mascherine per gli americani vaccinati per frenare i casi. La situazione del coronavirus negli Stati Uniti sta diventando “una pandemia tra i non vaccinati”, ha affermato Fauci in un’intervista all’emittente CNN domenica.

🇫🇷 🦠 Il Parlamento francese ha approvato il progetto di legge che prevede l’obbligo di vaccinazione per diverse categorie professionali (gli operatori sanitari ma anche badanti, pompieri e professionisti che lavorano con gli anziani) e la controversa estensione della richiesta del pass sanitario.

Il sì definitivo è giunto nella notte tra domenica e lunedì al Senato con 156 i voti favorevoli, 60 i contrari e 14 gli astenuti. Il testo adottato dall’Assemblea nazionale rispecchia in gran parte gli annunci fatti il 12 luglio dal presidente Emmanuel Macron. Il Governo ha espresso la sua soddisfazione tramite il ministero della salute Olivier Véran che ha salutato la ritrovata unità dopo 60 ore di dibattiti.

🇹🇳  🦠 Tunisia. Il presidente Saied ha licenziato il primo ministro Hichem Mechichi e ha sospeso il parlamento dopo le violente proteste scoppiate in tutto il paese. Migliaia di manifestanti, esasperati per la cattiva gestione della pandemia da parte del governo, sono scesi in strada e si sono scontrati con la polizia domenica. Il presidente Kais Saied ha annunciato che assume il potere in attesa di nominare un nuovo primo ministro, dicendo che intende portare la calma nel paese. Ma gli oppositori hanno bollato la sua mossa come un colpo di stato.

“Abbiamo preso queste decisioni… finché la pace sociale non tornerà in Tunisia e finché non salveremo lo stato”, ha detto Saied in un discorso televisivo dopo una riunione di emergenza sulla sicurezza. Le forze di sicurezza hanno bloccato il parlamento e le strade intorno alla centrale Avenue Bourguiba, il centro delle proteste antigovernative durante la rivoluzione tunisina del 2011.

La polizia ha sparato gas lacrimogeni contro i manifestanti e ha arrestato diverse persone con scontri che sono scoppiati in diverse altre città. I manifestanti hanno preso d’assalto gli uffici del partito di governo Ennahdha (islamico, detiene la maggioranza relativa), distruggendo computer e dando fuoco alla sua sede locale a Touzeur. Il partito ha denunciato l’attacco, incolpando “bande criminali” che cercano di “seminare caos e distruzione”. Ma il presidente del parlamento tunisino Rached Ghannouchi ha accusato il presidente di volere “un colpo di stato contro la rivoluzione e la costituzione”. “Consideriamo le istituzioni ancora in piedi e i sostenitori di Ennahda e del popolo tunisino difenderanno la rivoluzione”, ha detto Ghannouchi, leader di Ennahda, all’agenzia di stampa Reuters.

🇮🇱 Israele taglierà le emissioni di carbonio dell’85% dai livelli del 2015 entro la metà del secolo, dice il suo governo.

Il primo ministro Bennett ha detto che la decisione aiuterà il paese a passare gradualmente a un’economia a basse emissioni di carbonio. Gli obiettivi includono il taglio della maggior parte delle emissioni dai trasporti, dal settore elettrico e dai rifiuti urbani.

Ma i critici vogliono obiettivi più ambiziosi per le energie rinnovabili e maggiori incentivi economici per il cambiamento.

Il mondo si è già riscaldato di circa 1,2°C dall’inizio dell’era industriale, e le temperature continueranno a salire a meno che i governi di tutto il mondo non facciano tagli drastici alle emissioni.

Gli obiettivi di Israele sono in linea con l’accordo sul clima di Parigi del 2015 – un trattato internazionale legalmente vincolante sul cambiamento climatico adottato da quasi 200 paesi, che mira a mantenere l’aumento delle temperature globali al di sotto di 2 gradi rispetto ai tempi preindustriali.

🇪🇹 Etiopia. Il presidente della regione Amhara ha invitato tutti i residenti in possesso di armi a mobilitarsi contro i ribelli del vicino Tigray. “Invito tutte le persone maggiorenni che sono armate a livello governativo o privato a mobilitarsi per una campagna di sopravvivenza”, ha dichiarato Agegnehu Teshager.

La chiamata alle armi di Agegnehu segue una dichiarazione simile di venerdì da parte del leader della regione Afar dell’Etiopia, ciò che fa temere che il conflitto in corso da otto mesi nel Tigray possa espandersi. Le due regioni sono a nord del paese e confinano con il Tigray.

🇮🇹 Fiamme e devastazione nella Sardegna centro occidentale, più di mille fra turisti e residenti evacuati dai paesi del Montiferru e della Planargia. Le stime provvisorie parlano di millecinquecento sfollati, ventimila ettari, pascoli e boschi bruciati, alcune migliaia di capi di bestiame inceneriti, aziende e case campestri distrutte (stime provvisorie). “Uno dei più gravi disastri naturali mai accaduto in Sardegna”, ha detto il governatore Christian Solinas. Non ci sono vittime, per fortuna e perché il vento, inizialmente un libeccio furioso, poi scirocco, si è attenuato e l’imponente apparato antincendi è funzionato. Le fiamme (appiccate dolosamente) sono partite da un’auto fra Bonarcado e Santulussurgiu e si sono propagate a un’azienda agropastorale.

Vista la vastità dell’area colpita e i diversi fronti, si sospetta che una o più persone abbiano innescato altri roghi, poi confluiti in un unico immenso incendio. 

🇯🇵 🇨🇭 Giochi Olimpici. Nel tennis la Golubic è stata eliminata dalla giapponese Osaka in due set (6-3, 6-2). Belinda Bencic ha invece battuto l’altra giapponese Doi per 6-2, 6-4.

Nel nuoto la staffetta ha mancato la qualificazione alla finale olimpica. In gara anche Noè Ponti. Passano invece il turno 

Djakovic nei 200m stile libero e Lisa Mamié nei 100m rana.

Oggi (lunedì) attorno a mezzogiorno Noè Ponti scende in acqua per le batterie dei 200 delfino.

I tre spadisti hanno fallito l’appuntamento con la gara individuale, tutti eliminati tra il primo e il terzo turno, compreso il luganese Niggeler. Venerdì è in programma la gara a squadre. 

Nella ginnastica Giulia Steingruber si è qualificata per la finale del concorso completo, ma non per il volteggio, la sua specialità preferita. 

Judo. Fabienne Kocher è giunta quarta nella categoria fino a 52 chilogrammi, battuta dalla britannica Giles nella sfida per il bronzo. Medaglia d’oro per la giapponese Abe.

Nel tennis tavolo la Moret ha vinto contro l’ungherese Pota. Adesso ha un compito proibitivo, perché deve affrontare la numero uno al mondo, la cinese Meng Chen.

🇯🇵  🏀 Basket. GliStati Uniti sono clamorosamente stati battuto dalla Francia per 83-76. Gli Usa non perdevano ai Giochi dalla semifinale di Atene 2004 con l’Argentina: dopo il bronzo in Grecia erano arrivati gli ori, senza nemmeno una sconfitta, di Pechino, Londra e Rio. 

🇮🇹 🇯🇵 Una medaglia d’argento e quattro di bronzo per l’Italia. 

Le medaglie di bronzo sono di Mirko Zanni nel sollevamento pesi, di Odette Giuffrida nello judo e di Elisa Longo Borghini nel ciclismo (prova su strada donne e di Martinenghi nei 100 rana, vinti dal britannico Peaty. L’argento è della staffetta 4×100 stile libero nella gara vinta dagli astati Uniti.

🇯🇵 🚴 🤸 Nella gara femminile in linea ha vinto a sorpresa l’austriaca Anna Kiesenhofer, che è andata in fuga alla partenza. Non aveva mai vinto una gara importante ed è unA ricercatrice post-dottorato presso il politecnico Federale di Losanna, dove studia le equazioni differenziali alle derivate parziali non lineari in fisica matematica. La grande favorita, l’olandese Van Vleuten è arrivata seconda, ma al momento di tagliare il traguardo era convinta di aver vinto. Alle Olimpiadi infatti non è consentito utilizzare le radioline per trasmettere informazioni alle e ai concorrenti.

Altra densa storia olimpica: tutte le atlete e gli allenatori hanno applaudito a lungo per salutare Oksana Chusovitina, 46 anni, che ha disputato la sua ottava olimpiade e ora si ritira. Ha vinto due medaglie nella sua lunga carriera. La Chusovitina ha gareggiato anche per la Germania, che ha voluto così ringraziare per aver curato suo figlio ammalato di leucemia. Nella sua ultima olimpiade però ha voluto gareggiare per il proprio paese: l’Uzbekistan.

 ⚽️ 🇨🇭 Esordio amaro per il Lugano in campionato: è stato battuto in casa dallo Zurigo per 2-0. Il Basilea ha battuto il neo-promosso Grasshoppers per 2-0.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!