Attualità liscia o gassata?

Pubblicità

Di

La settimana sta per finire e noi vi proponiamo una rassegna stampa delle notizie più interessanti, prese da “Mattino a Gas” e…leggermente rielaborate in chiave satirica. L’attualità la preferite liscia o gassata?

Lunga panne dei servizi telefonici di emergenza, non è la prima volta, Swisscom sotto tiro. Sembra che quando si chiamava il pronto soccorso rispondesse un ignaro cittadino che appendeva incavolato pensando al solito call center che voleva fargli cambiare l’abbonamento. Il governo indaga, ma, quando ha chiamato il CEO di Swisscom ha trovato un messaggio in segreteria: “Sono momentaneamente assente e, se il sistema è in panne, non è colpa mia.” Sarà un’inchiesta lunga.

Marine Le Pen rieletta alla testa del Rassemblement National con il 98.35% dei voti. La domenica precedente il partito ha perso tutti i ballottaggi per le elezioni regionali. È in corso la ricerca del 1.22% di delegati che hanno votato scheda bianca. Verranno inviati a un corso di recupero in Ungheria.

La Danimarca (governo socialdemocratico) ha approvato una legge che le permette di trasferire i richiedenti l’asilo in paesi terzi fuori dall’Unione Europea mentre si esaminano i loro casi. La Gran Bretagna di Boris Johnson va nella stessa direzione. Kamala Harris, vice-presidente democratica americana, ha detto ai migranti centro-americani: “Non venite negli Stati Uniti, vi manderemo indietro”. In Svizzera l’UDC gongola, sognando muscolose azioni anche dalle nostre parti parti.

È confermato il detto: anche chi non si somiglia, rischia di pigliarsi.

Ps: le notizie su Danimarca, Gran Bretagna e USA sono verificate.

Il parlamento fiammingo ha inserito un sistema di intelligenza artificiale che permette di identificare se qualche deputatə sta armeggiando con il telefonino. Immediatamente parte un messaggio che invita chi è distrattə a concentrarsi. Sollievo in tutti i parlamenti europei quando, guardando meglio in internet, si è scoperto che era una provocazione di un artista digitale per sensibilizzare sui rischi dell’invasione della privacy. Come dire: distrarsi è lecito. Non è una provocazione invece il sistema di controllo delle emozioni che la Cina sta sperimentando.  La Cina è il primo paese al mondo per utilizzo di sistemi di riconoscimento facciale e l’industria del riconoscimento delle emozioni è in piena espansione. I sistemi della Taigusys, un’azienda specializzata nella tecnologia di riconoscimento delle emozioni, sono installati in circa 300 prigioni, centri di detenzione e strutture di custodia in tutta la Cina e collegano tra loro circa 60mila telecamere. Oltre che nel settore della sicurezza, gli strumenti di controllo delle emozioni sono stati installati anche in alcune scuole per monitorare insegnanti, alunni e personale, nelle case di cura per anziani per rilevare i cambiamenti nello stato emotivo dei residenti e in alcuni centri commerciali e parcheggi. Notizia tratta da El Pais e da Wired, ma basta leggere Philip Dick e sappiamo già tutto.

Un poliziotto americano ha creato un ingegnoso sistema per non essere filmato, finendo sui social media. Stava piantonando il tribunale a Oakland (California), dove era in corso un processo per l’omicidio colposo di un afroamericano da parte di un poliziotto. Quando ha visto che un gruppo di manifestanti lo stava filmando, ha fatto partire dal telefonino una canzone di Taylor Swift a tutto volume. Il suo ragionamento: i social media bloccano i filmati con musica protetta dai diritti d’autore. Gli è andata male, perché il filmato è stato trasmesso lo stesso. Forse ha sbagliato la playlist. Con Gigi d’Alessio lo avrebbero bloccato i manifestanti stessi.

La Federazione Internazionale di nuoto ha bocciato una cuffia adattata per i capelli afro o rasta. Non segue la forma naturale del cranio, dice la motivazione. Immediata la protesta contro una decisone discriminante. Preoccupazione anche nella Lega dei Ticinesi. Non esiste infatti una cuffia adattata al codino di Lorenzo Quadri. È già partita un’interpellanza al consiglio federale. 

Postilla calcistica. L’Italia va in finale agli europei, ma il suo centravanti non convince molto. Inserzione apparsa su un quotidiano: “Cedesi a buon prezzo Immobile situato in pieno centro dell’area di rigore. Non è pericoloso.”

Postilla calcistica 2. Se l’Inghilterra vince la finale contro l’Italia sarà il primo paese fuori dall’Europa a vincere il campionato europeo. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!