Quelli che: “il cambiamento climatico non esiste”

Pubblicità

Di

“Attualità liscia o gassata?” , la rubrica che riassume (in chiave satirica) le notizie più interessanti di “Mattino a Gas”, è tornata. Questa settimana, fra le “perle”, troviamo i negazionsiti del cambiamento climatico, Boris Johnson alla prese col risiko e l’annuncio che il Municipio di Lugano ha dato Karin Valenzano Rossi il compito di tenere il discorso per il Primo agosto. Ciliegina sulla torta, la pace fatta fra Conte e Grillo. Come si dice, tutto è bene quel che finisce bene…con bollicine.

Naturalmente non si fanno battute sulle tragedie, ma la grande speranza è che quel che è successo in Germania e nell’Europa Centrale e prima in Canada e Stati Uniti ci tolga almeno di torno quelli che “il clima è sempre cambiato” oppure “anche i dinosauri si sono estinti e non c’erano le fabbriche”. Il vero problema dei negazionisti è che trovare un grande vecchio dietro il cambiamento climatico è un po’ difficile.

Restando sul tema clima, un certo Pio M. Fontana, già noto alle cronache minori di questo paese come propagandista dell’insegnamento dell’uso delle armi ai più giovani per difendersi meglio da assassini, migranti illegali e pericolosi elementi di sinistra, si distingue per tempismo e sprezzo del ridicolo. In un testo riportato da un portale clandestino o quasi (Ticinolive) sproloquia sul riscaldamento del clima, che a suo giudizio è un bene per l’umanità, e chiude con una perla: “E sulla CO2 (anidride carbonica, ndr), cosa sappiamo di certo, oltre al fatto che dove aumenta rende le piante più forti?” Si dice che Pio M. Fontana (da citare sempre con il nome completo per salvaguardare altri Fontana, che sono persone degne) per far crescere le proprie piante casalinghe le sottoponga a fumigazioni di gas di scarico. Un genio purtroppo incompreso. 

Boris Johnson apre e chiude i confini come fosse una partita di risiko. Dopo aver attaccato la Kamtchatka con 22 armate, ha deciso che chi torna dalla Francia deve fare la quarantena anche se è vaccinato, non più di tre giorni dopo di aver detto “liberi tutti”. Caos nel settore vacanze e panico negli inglesi che hanno già prenotato in Costa Azzurra: dopo il pastis e la schiena color gambero, due settimane chiusi in casa a guardare programmi di viaggio alla BBC. Gli allibratori inglesi hanno già organizzato puntate sugli obiettivi che ha ricevuto Johnson in questa mano di Risiko. Oltre a conquistare la Kamchatka, sono molto quotate “isolare l’Inghilterra dal resto del mondo” (raggiunto), portare sfiga alla squadra di calcio (raggiunto) e rinnovare in modo lussuoso un appartamento senza farsi beccare dal controllo parlamentare (mancato).

Tra Conte e Grillo sono volati gli stracci per settimane, poi è arrivata la pace e i 5Stelle possono continuare tranquilli verso il declino. I due si sono accordati davanti a un piatto di spigola (o branzino, che dir si voglia). Da qui i titoli dei giornali sul “patto della spigola”. Ci è  stato risparmiato “Il pranzino del branzino”. Peccato che Conte non sia marchese, altrimenti, sai le citazioni dal Marchese del Grillo di Sordi. Tra l’altro, non abbiamo saputo chi ha pagato il pasto. Si scommette su Conte, data l’origine ligure di Grillo.

Tempi duri per Viola Amherd, ministra delle difesa e dello sport. Ha vinto per un pelo la votazione sull’acquisto degli aerei da combattimento e ha detto ai suoi esperti: “Ragazzi, avete sei miliardi da spendere, mi raccomando fate le cose per bene”. I suoi esperti le hanno detto che gli F35 della Lockheed sono i migliori e costano pure meno (poco più di 5 miliardi). Un po’ come i prodotti di Aldi che escono sempre benissimo dalle inchieste delle riviste dei consumatori. Lei va tranquilla davanti ai media, i quali (cattivissimi) cominciano a scavare e scoprono che forse non son tutti dollari quelli che luccicano, visto che i prezzi non sarebbero fissi e che anche l’esercito americano pensa che questi aerei siano un po’ cari. C’è la speranza che gli esperti del dipartimento consiglino Viola Amherd anche per la campagna sull’iniziativa anti-F35 già lanciata. Così aumenterebbero notevolmente le possibilità che l’acquisto venga bocciato.

Il silenzio del Municipio di Lugano dopo l’intervento al Macello ha fatto molto discutere. Con grande tempismo il Municipio ha affidato l’allocazione del primo agosto a Karin Valenzano Rossi. Non è una battuta.

Tutti i giornali nigeriani hanno pubblicato congiuntamente la stessa prima pagina come parte di una campagna per opporsi a due disegni di legge che minano la libertà di stampa nel paese. Accanto alle parole “blackout dell’informazione” c’è l’immagine di un bambino con le sbarre della prigione al posto della bocca. Il Ticino è precursore in questo campo: sui temi un po’ delicati, giornali e siti è da un bel po di tempo che pubblicano la stessa versione.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!