Un mattino…fuori di covid

Pubblicità

Di

Ancora una volta, a farne da padrone alla nostra rubrica giornaliera, il covid. La rassegna stampa si apre con l’andamento epidemiologico del virus in Svizzera e le proteste in Francia dovute alle decisioni prese dal presidente Emmanuel Macron.

#permattinieri 🇨🇭 🦠 Continua la tendenza all’aumento dei casi, ma resta bassa la cifra dei ricoveri. In Svizzera si registrano 527 nuove infezioni da coronavirus e solo 9 ricoveri in ospedale. 

La tedenza all’aumento dei contagi si registra anche in Ticino con 38 nuovi casi positivi. 

🇫🇷 Francia. La polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere una protesta contro il piano del presidente Emmanuel Macron di richiedere un certificato di vaccinazione o un test PCR negativo per entrare in bar, ristoranti e cinema da agosto.

Macron ha annunciato queste misure per combattere l’aumento delle infezioni. Sono previste la vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari e nuove regole di pass sanitario per il pubblico in generale. Queste regole sono andate oltre quelle applicate dalla maggior parte dei vicini della Francia e i manifestanti accusano il governo di calpestare le libertà.

🇪🇸 Spagna. La massima corte ha stabilito che il rigido blocco del coronavirus dell’anno scorso era incostituzionale. La sentenza lascia la possibilità alle persone che sono state multate per aver infranto le regole di reclamare i soldi che hanno pagato.

Ma la corte ha detto che non accetterà cause da persone e imprese che vogliono chiedere rimborsi al governo perché hanno perso soldi a causa del blocco. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza il 14 marzo 2020 per contenere la prima ondata di infezioni da Covid-19. Secondo la maggioranza dei giudici (6 su undici) per decretare le misure prese, il governo avrebbe dovuto dichiarare lo stato di eccezione e non solo quello di emergenza. Per dichiarare lo stato di eccezione, avrebbe dovuto svolgersi un dibattito parlamentare. La Spagna ha tre livelli di emergenza: stato di emergenza, stato di eccezione, e il livello più alto, stato di assedio. Durante il confinamento quasi tutte le persone hanno ricevuto l’ordine di rimanere a casa, si poteva uscire solo per motivi essenziali. Tutte le attività commerciali, tranne quelle prioritarie, sono state chiuse.

🇬🇧 Gran Bretagna.  La copertura del viso deve restare in vigore sulla rete dei trasporti di Londra, nonostante le restrizioni si allentino il 19 luglio, dice il sindaco di Londra. Sadiq Khan ha detto di non essere pronto a mettere a rischio gli utenti della metropolitana, degli autobus e di altri mezzi di trasporto, allentando le regole sulle coperture per il viso.

Le maschere per il viso sono state obbligatorie sui trasporti pubblici nell’ultimo anno per ridurre la diffusione del virus.

Ma quelle regole saranno sostituite da una indicazione del governo, che consiglia ai passeggeri di indossare maschere solo sui servizi più frequentati.

🇪🇺  L’Unione europea ha annunciato una serie di leggi sul cambiamento climatico per diventare neutrale nelle emissioni di CO2 entro il 2050. Una dozzina di bozze di proposte, che devono ancora essere approvate dai 27 stati membri del blocco e dal Parlamento europeo, sono state annunciate ieri (mercoledì).

Includono piani per tassare il carburante per aerei e vietare effettivamente la vendita di auto a benzina e diesel entro 20 anni.

Le proposte, tuttavia, dovranno probabilmente affrontare mesi di negoziati e discussioni. I piani hanno innescato profonde fratture  interne alla Commissione europea, il braccio amministrativo del blocco, mentre venivano fatti gli ultimi ritocchi, riferisce l’agenzia di stampa France Presse. Le misure faranno aumentare le bollette del riscaldamento domestico, così come il costo dei voli nell’UE. Sarà disponibile un sostegno finanziario per le persone che dovranno installare l’isolamento e fare altre modifiche a lungo termine alle proprie case.

🇨🇭 🇪🇺  La Svizzera ha perso il suo statuto di paese terzo associato al programma di ricerca e innovazione europeo. La Commissione UE ha fatto sapere che fino a nuovo avviso sarà considerato partner non associato di “Orizzonte Europa”, il più ambizioso programma del genere mai lanciato da Bruxelles essendo dotato di un budget di oltre 95 miliardi di franchi nel periodo dal 2021 al 2027. I ricercatori elvetici potranno partecipare in misura limitata già ai bandi di quest’anno, dopo che in passato erano pienamente associati al programma precedente.

Il Consiglio federale ribadisce la volontà di ottenere l’associazione al programma, ma attualmente non sono in corso negoziati tra la Svizzera e l’Unione Europea. La Commissione europea ha già fatto sapere che l’eventuale futura associazione della Svizzera a “Orizzonte Europa” è condizionata al versamento del secondo contributo all’allargamento e alla firma un accordo specifico. 

🇦🇫 Afganistan. I Telabani avrebbero issato la propria bandiera su un posto di frontiera chiave tra l’Afghanistan e il Pakistan e affermano che ora è sotto il loro controllo. I video condivisi sui social media mostrano la bandiera bianca che sventola  sul valico di Spin Boldak, vicino a Kandahar. I funzionari afgani hanno negato che il posto sia caduto, anche se le immagini sui social media mostrano i militanti talebani che chiacchierano con le guardie di confine pakistane. I Talebani – una milizia islamista fondamentalista che è stata estromessa dal potere dall’invasione americana quasi 20 anni fa – hanno anche preso il controllo di un certo numero di strade chiave nel tentativo di tagliare le vie di approvvigionamento delle principali città. 

Gli Stati Uniti stanno per iniziare l’evacuazione degli interpreti afgani che hanno assistito le forze guidate dagli Stati Uniti durante il conflitto e sono considerati a rischio. L’operazione “Allies Refuge” inizierà nell’ultima settimana di luglio, ha detto la Casa Bianca. 

🇨🇺 Cuba. Il governo comunista di Cuba e i media controllati dallo stato sostengono che le proteste antigovernative che hanno attraversato l’isola domenica sono state “organizzate e finanziate” dagli Stati Uniti, e incoraggiate da una campagna di comunicazione “perversa” e coordinata sui social media. 

“Non c’è stata nessuna rivolta sociale”, ha detto il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez, citato dal quotidiano del partito comunista Granma. Secondo la dissidenza ci sono stati centinaia di arresti e il blocco di internet di lunedì e martedì è stato pilotato dal governo per frenare il tam tam di convocazione di manifestazioni nelle varie città. Diverse fonti riferiscono di strade pattugliate da polizia, esercito e volontari, soprattutto nei quartieri popolari dell’Avana.

🇨🇦 In Canada altre 160 sepolture di nativi sono state individuate sul terreno di una ex scuola gestita dalla Chiesa. Finora sono state trovate centinaia di queste tombe. La rete di scuole, fondata dal governo e amministrata dalle chiese, aveva lo scopo di educare alla cultura dominante circa 150mila bambini indigeni, tolti alle famiglie. Il primo ministro Justin Trudeau ha promesso “azioni concrete” ma senza fornire dettagli. L’ultima di queste scuole ha chiuso negli anni 90.

🇻🇦 Papa Francesco è stato dimesso mercoledì in mattinata dal Policlinico Gemelli di Roma, dove era ricoverato da domenica 4 luglio per un intervento al colon. La sua degenza è stata prolungata di qualche giorno, rispetto a quanto previsto, ma il Pontefice è apparso subito in buona forma: domenica ha celebrato l’Angelus dal balcone dell’ospedale. Ora il Papa proseguirà la convalescenza nella residenza di Santa Marta, in Vaticano.

🇨🇭 ⛈ A Nord delle Alpi piove con meno intensità rispetto alle previsioni, le precipitazioni hanno comunque fatto crescere i livelli di fiumi e laghi. Il Lago dei Quattro Cantoni, al massimo livello di pericolo ha superato di un centimetro il livello critico, e potrebbero quindi venir chiusi i ponti. Massimo pericolo anche per i laghi di Thun e di Bienne. Pericolo di piena forte, di grado 4, per i laghi di Brienz e Zurigo e per i fiumi Aare, Reuss e Reno. Al momento non si hanno notizie di problemi se non qualche disagio alla circolazione, ma le autorità invitano a consultare le applicazioni MeteoSvizzera e Alertswiss, oltre al sito pericolinaturali.ch.

🇩🇪 ⛈ In Germania le inondazioni hanno provocato il crollo di sei case nella cittadina di Schuld nei Adenau nella regione dell’Eifel. Lo riferisce la catena radiofonica Südwest Rundfunk, citando una conferma da parte della polizia. Ci sono fino a 30 dispersi. Altre 25 abitazioni sono a rischio crollo. In diversi villaggi la gente è salita sui tetti delle case allagate ed è in attesa di soccorsi dal cielo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!