Galeazzi in Municipio

Pubblicità

Di

 #permattinieri 🇨🇭 🦠 Il numero di nuove infezioni da coronavirus ha smesso di crescere, ma continuano ad aumentare le persone ricoverate in ospedale a causa della malattia. La pressione aumenta in particolare nei reparti di terapia intensiva, con un terzo dei letti occupato da pazienti Covid e solo un quarto dei posti totali disponibili. 

I cantoni, i partiti e le parti sociali hanno risposto alle proposte del governo sulle nuove misure sulla pandemia. In generale c’è accordo sull’estensione del green pass, anche se con accenti diversi e qualche eccezione. Tra i partiti solo l’UDC è contraria. Alcuni cantoni (Grigioni ad esempio) chiedono addirittura di valutare l’ipotesi che l’obbligo del così detto green pass venga esteso anche ai trasporti pubblici. Divisione più accentuata sulla proposta di togliere la gratuità dei test COVID in caso di assenza di sintomi. Molti cantoni sono favorevoli, altri chiedono la gratuità fino a 18 anni, Lucerna e Soletta sono invece contrari, mentre Vaud vorrebbe prolungare di qualche settimana il periodo di transizione. L’Unione svizzera delle arti e dei mestieri (USAM) invece si oppone su tutta la linea perché ritiene le proposte sproporzionate, in particolare perché l’Esecutivo continua a mantenere la situazione speciale. Le decisioni del Consiglio Federale sono attese per domani. 

🇦🇫 Afganistan. L’esercito americano ha completato con un giorno di anticipo sul previsto il ritiro dal paese dopo vent’anni di guerra e i talebani hanno preso possesso anche dell’aeroporto di Kabul. Il generale Frank McKenzie, che ha supervisionato il ritiro, dice che gli Stati Uniti e i suoi alleati sono riusciti ad evacuare circa 123.000 civili. Nella capitale afgana, Kabul, vengono segnalati spari con le forze filo-talebane che festeggiano.

Testimonianze di parenti riferiscono che l’attacco americano con i droni avvenuto vicino all’aeroporto di Kabul ha ucciso 10 membri di una famiglia, compresi sei bambini, quando un’auto parcheggiata nella loro casa è stata colpita dall’esplosione.

L’esercito degli Stati Uniti ha detto che stava prendendo di mira un veicolo che trasportava almeno una persona associata al ramo afgano del gruppo dello Stato Islamico. 

L’addetto stampa del Pentagono, John Kirby, ha detto ai giornalisti di non essere “in grado di contestare” i rapporti sulle vittime civili e che un’inchiesta è in corso. 

Ecco alcune date-chiave della presenza militare occidentale in Afganistan (da BBC.com).

7 ottobre 2000: una coalizione guidata dagli Stati Uniti bombarda le strutture dei talebani e di al-Qaeda in Afghanistan. Gli obiettivi includono Kabul, Kandahar e Jalalabad. I talebani, che hanno preso il potere dopo una decennale occupazione sovietica seguita da una guerra civile, rifiutano di consegnare il leader di al-Qaeda Osama Bin Laden

13 novembre 2001: l’Alleanza del Nord, un gruppo di ribelli anti-talebani sostenuti dalle forze della coalizione, cattura Kabul

7 febbraio 2009: Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama approva un importante aumento del numero di truppe inviate in Afghanistan. Al culmine dell’operazione, sono circa 140.000

28 dicembre 2014: La Nato termina le operazioni di combattimento in Afghanistan, gli Stati Uniti ritirano migliaia di soldati. La maggior parte di quelli che rimangono si concentrano sull’addestramento e il supporto delle forze di sicurezza afgane

29 febbraio 2020: Gli Stati Uniti e i talebani firmano un “accordo per portare la pace” in Afghanistan, a Doha, Qatar. Gli USA e gli alleati della NATO accettano di ritirare tutte le truppe entro 14 mesi se i talebani rispetteranno l’accordo

13 aprile 2021: Il presidente americano Joe Biden annuncia che tutte le truppe americane lasceranno l’Afghanistan entro l’11 settembre dello stesso anno

16 agosto 2021: in poco più di un mese, i Talebani dilagano in tutto l’Afghanistan, prendendo il controllo di paesi e città in tutto il paese, compresa Kabul. Le forze di sicurezza afghane crollano di fronte all’avanzata talebana. Gli Stati Uniti anticipano la fine del ritiro al 31 agosto. 

31 agosto 2021: Gli Stati Uniti completano il ritiro dall’Afghanistan. Il bilancio della missione per gli americani è di 2400 morti tra soldati e personale di servizio.

🇨🇭 🏍 Dal 1 settembre Lucerna introduce i parcheggi a pagamento per le motociclette, che fino ad oggi erano gratuiti. Lo permette un’ordinanza del consiglio federale ed è possibile che anche le biciclette elettriche che necessitano di patente possano essere tassate quando parcheggiano. A Lucerna, a seconda della zona, saranno addebitati fino a 60 centesimi all’ora. 

🇨🇭 Lugano. Tiziano Galeazzi (UDC), primo non eletto della lista Lega dei Ticinesi-UDC del comune ha accettato di entrare in Municipio al posto del sindaco Borradori, morto di infarto. Dal canto suo il vice-sindaco Michele Foletti ha dischiarato la propria disponibilità ad assumere il ruolo di sindaco, che gli verrà assegnato se nessun altro municipale di candiderà. 

🌏  🛢 Non c’è più nessun paese al mondo che usa benzina al piombo per auto e camion, ha annunciato il programma dell’ONU per l’ambiente. Il combustibile tossico ha contaminato l’aria, il suolo e l’acqua per quasi un secolo.

Può causare malattie cardiache, cancro e ictus, ed è stato collegato a problemi di sviluppo cerebrale nei bambini.

La maggior parte dei paesi ad alto reddito ha bandito il carburante negli anni ’80, ma è stato solo a luglio che l’Algeria – l’ultimo paese che ancora utilizza la benzina al piombo – l’ha finita. Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha definito l’eliminazione della benzina al piombo una “storia di successo internazionale”. “La fine dell’uso della benzina al piombo eviterà più di un milione di morti premature ogni anno.”

Il piombo ha cominciato ad essere aggiunto alla benzina nei primi anni venti del novecento per migliorare le prestazioni del motore.

L’allarme fu lanciato già nel 1924, quando cinque operai furono dichiarati morti e decine di altri ricoverati in ospedale dopo aver sofferto di convulsioni in una raffineria gestita dal gigante petrolifero statunitense Standard Oil.  

Ma nonostante questo, il piombo continuò ad essere aggiunto a tutta la benzina a livello globale fino agli anni ’70. I paesi più ricchi hanno poi iniziato a eliminare gradualmente il suo uso – ma tre decenni dopo, nei primi anni 2000, c’erano ancora 86 nazioni che usavano benzina al piombo.

🇨🇳 La Cina ha annunciato il divieto di esami scritti per i bambini di sei e sette anni. È l’ultimo sforzo per cercare di alleviare la pressione su genitori e studenti in un sistema educativo altamente competitivo. Gli studenti erano tenuti a sostenere esami dal primo anno di scuola primaria, fino a un esame di ammissione all’università all’età di 18 anni.

Il ministero dell’istruzione ha detto che la pressione sta danneggiando la “salute fisica e mentale” degli studenti.

In una dichiarazione, il ministero ha detto: “Gli esami sono una parte necessaria dell’educazione scolastica…. [ma] alcune scuole hanno problemi come esami troppo pesanti e frequenti, che causano un carico eccessivo sugli studenti… questo deve essere corretto”. Le regole limitano anche il numero di test ed esami che una scuola può fissare per ogni trimestre.

🇺🇸 🌪 USA. I residenti della Louisiana potrebbero rimanere al buio per giorni mentre i funzionari fanno il punto sui danni dell’uragano Ida, che si è indebolito a tempesta tropicale. Ida si è abbattuto domenica con venti a 240 chilometri orariil quinto più forte a colpire la terraferma degli Stati Uniti. Circa un milione di persone rimangono senza elettricità.

“Sarà una vita difficile per un po’ di tempo”, ha detto un sindaco locale, chiedendo agli evacuati di non muoversi. Circa 5.000 membri della Guardia Nazionale sono stati schierati per aiutare le operazioni di soccorso e ripristino.

🇯🇵 Giappone. Seconda medaglia d’oro per Marcel Hug alle Paralimpiadi. Ha vinto i 1500 metri nella categoria T54 (con carrozzina), stabilendo anche il nuovo record eel mondo. Il 35enne lucernese conquista così la decima medaglia alle Paralimpiadi.

🎾Tennis. Nel primo turno degli US Open Henri Laaksonen ha battuto in tre set l’australiano Millman (7-6, 7-6, 6-1).

🏒 Hockey su ghiaccio. Svizzera battuta dal Canada per 4-0 nella semifinale dei mondiali femminili. Nell’altra semifinale gli Stati Uniti hanno battuto la Finlandia. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!