Il vile razzismo del nobile rampollo

Pubblicità

Di

Un quarto di nobiltà e tre quarti di mediocrità.  Guglielmo Stagno D’ Alcontres, brillante bocconiano di 33 anni, imprenditore egricolo e rampollo di ceralaccate origini siciliane, sta in questi giorni sfogliando le carte di un suo rinvio a giudizio, firmato dal pubblico ministero Grazia Colacicco.

A breve scatterà l’udienza preliminare  nei confronti dei vertici della azienda “StraBerry”, strabiliante nel nome e recalcitrante nell’etica gestionale, teatro di una vicenda orrendamente indigesta, dove si esalta una feroce tendenza al classismo tribale condito di prevaricazioni e di umiliazioni inflitte , con cinico sadismo padronale, a una manciata di lavoratori sottopagati e bistrattati.

Eppure l’ambiente lavorativo si spandeva nella gioiosa coreografia di interminabili traiettorie di piantine di turgide fragole, così profumate e reattive quando affogano fra le bollicine di una coppa di champagne.

Il fatto è che il nobiluomo titolare della fruttuosa attività viveva nella perversa abitudine di apostrofare quotidianamente i suoi sottomessi, con frasi quasi divertenti se analizzate da un idiota integrale : “Io grosso capo, capo grande, maschio dominante, tu negro di m….” e poi, addolcendo signorilmente il tono : ” Tu riempire trenta casse di fragole  per 4 euro l’ora, altrimenti questo lavoro te lo scordi, non lavori più”.

Certo che Guglielmo Stagno D’Alcontres di puro e limpido rango ne disponeva a vagonate di classe, sorvegliando chi osava fermarsi per qualche futile bisogno fisiologico o per un’ irritante sorsata di acqua .

Scattava allora la ritorsione verbale, con una minima arrotata della lettera “erre” che rimane pur sempre indice di raffinatezza : ” Animale africano di m….che stai facendo?”.

I metodi draconiani imbastiti nella gestione di oltre 70 dipendenti nordafricani, innescavano un vero e proprio meccanismo di virtuosa imprenditoria illuminata, metabolizzata negli studi universitari delle materie di economia dove i più grandi pensatori hanno spesso elaborato il teorema del ” Tutto guadagno  e spese minime, facendo sgobbare gli africani, pagandoli poco o niente e tenendoli come schiavi”.

I corsivi sono purtroppo totalmente veritieri, letteralmente riportati nel sostanzioso faldone del pubblico ministero che ha rinviato a giudizio il fenomenale aristocratico con la pesante accusa di caporalato.

La fregola per le fragole D’Alcontres , estirpate con il vigliacco protocollo di subcontratti, rastrellava utili transitando dalla mitica “Straberry” , azienda start up con serre fotovoltaiche, verso gli animati mercati del centro di Milano. 

E il gup Fabrizio Felice sarà ovviamente strafelice di commentare una delle tante colorite intercettazioni , dove una voce ruvidamente operativa commenta : “Dobbiamo stabilire come punirli a seconda degli errori commessi. Con loro devi lavorare in maniera tribale”.

E dagli con questo tribale, quando i testicoli arrivano al quintale.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!