Di matrimoni, patate e guardie di frontiera

Pubblicità

Di

“Attualità liscia o gassata?” torna e, fra i temi trattati questa settimana, troviamo il matrimonio per tutti (anche per i contrari), la crisi del tubero che sta investendo la Svizzera e le violenze al confine fra Messico e Stati Uniti. E voi l’attualità come la preferite, liscia o gassata?

Passa con una comoda maggioranza la riforma del codice penale che certifica il matrimonio per tutti. I responsabili del comitato che l’ha combattuta dicono: “Non hanno capito”. Probabilmente se tutti avessero capito le ragioni del no, il sì avrebbe avuto il 95 per cento dei voti.

I veri trionfatori della domenica elettorale svizzera sono stati gli istituti di sondaggio. Per una volta ci hanno preso.

Raccolto di patate in crisi in Svizzera per colpa di maltempo e pandemia. Un problema in un paese nel quale ogni cittadino ne consuma 45 chili all’anno. Bisognerà ricorrere all’importazione per garantire la giusta quantità di rösti. Anche perché lo sminuzzato alla zurighese con le tagliatelle è un obbrobrio. Già pronta comunque un’iniziativa Lega-UDC dal titolo “Prima le nostre”. 

A Bellinzona il presidente del Consiglio Comunale Dotta decide che le repliche dei consiglieri comunali alle risposte del Municipio alle interpellanze non possono durare più di due minuti. Adesso i partiti chiedono che questo venga definito nel regolamento comunale. La chiamano “Lex Pronzergi”, dal nome dei due deputati dell’MpS. La parafrasi dell’ intera Divina Commedia per replicare a una risposta del Municipio sulla pulizia dei tombini della città ha creato qualche imbarazzo. Sembra che i due esponenti Mps si stiano ora esercitando a riassumere Il Capitale di Marx in un minuto e trenta secondi. 

Siamo onesti fino in fondo: se le scene delle guardie di frontiera a cavallo che frustano con le redini i migranti per ricacciarli dall’altra parte del fiume ai confini tre Messico e Stati Uniti si fossero verificate sotto la presidenza Trump, le piazze si sarebbero presto riempite. Anche se non sembra molto di sinistra dirlo, sarebbe il caso che le piazze si riempissero allo stesso modo contro Biden. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!