La Svizzera ha detto “sì, lo voglio” al matrimonio per tutti

Pubblicità

Di

#permattinieri🇨🇭 Netto sì al matrimonio per tutti, netto no all’iniziativa “99 per cento”. Il voto svizzero conferma previsioni e sondaggi. La riforma del codice civile che consente il matrimonio alle coppie omosessuali è passata con il 64 per cento dei voti favorevoli e in tutti i cantoni. Maggioranza meno ampia in Ticino: 53%. Per l’iniziativa dei giovani socialisti che chiedeva di tassare una volta e mezza il reddito da capitale sopra una cifra da stabilire la sconfitta è stata netta: 65 per cento di no e anche in questo caso tutti i cantoni hanno votato allo stesso modo. Partecipazione al voto al 51%. Il Consiglio Federale ha espresso soddisfazione per i risultati, che vanno nella direzione delle posizioni assunte dal governo. L’applicazione pratica del matrimonio per tutti è prevista dal luglio 2022.

🇩🇪 Germania. I socialdemocratici son avanti di un soffio sui Cristiano-democratici: 25.7% contro 24.1%. Per il partito di Angela Merkel è il peggio risultato della storia, per la prima volta l’Unione CDU-CSU va sotto il 30% dei consensi. Terzo partito risultano i Verdi con il 14.8% dei voti (mai così in alto). I Liberali si attestano all’11.5%, l’estrema destra di Alternative für Deutschland ottiene il 10.3%, die Linke il 4.9%. 

Il leader SPD Olaf Scholz ha detto che è certo di rivolgersi a Natale al paese da cancelliere, quello della CDU Laschet ha affermato che la Germania non vuole un governo di sinistra. 

I partiti dovranno ora negoziare la nascita di una coalizione che possa governare e dunque non è detto che siano i socialdemocratici ad assumere il cancellierato. Sarà in ogni caso una partita complicata che necessiterà tempo. 

🇨🇭 Altra votazione in Svizzera. Nel Canton Friborgo si doveva eleggere chi succederà a Christian Levrat (socialista, nuovo presidente de La Posta) al consiglio degli Stati. La centrista Isabelle Chassot, attuale direttrice dell’Ufficio Federale della Cultura, già consigliera di stato, ha nettamente battuto il candidato socialista Ridoré con il 62% dei voti.

🇨🇭 Votazioni in Ticino. Approvata l’iniziativa “Le vittime di aggressioni non devono pagare i costi di una legittima difesa”, che era stata bocciata di misura in aprile. Il Tribunale Federale ha però imposto il rifacimento della votazione, che ha dunque avuto un esito diverso. Bocciata l’iniziativa che voleva sottoporre al voto le decisioni finanziarie, sì al controprogetto che istituisce il referendum finanziario obbligatorio per spese superiori a una somma che verrà stabilita. Respinta l’iniziativa popolare “No alle pigioni abusive, sì alla trasparenza”, che voleva introdurre un formulario ufficiale a inizio locazione, nel quale fosse indicato l’affitto precedente.

🇨🇭 🦠 I cantoni si stanno preparando a fornire un’altra dose di vaccino agli ospiti delle case per anziani. Christian Streit, direttore di Sene Suisse, associazione a cui sono affiliate 400 strutture che si occupano di anziani, si è detto favorevole a un’ulteriore iniezione. Attualmente in Svizzera, solo le persone immunodepresse sono autorizzate a ricevere la dose di richiamo. L’Ufficio federale della sanità pubblica ha registrato nelle ultime settimane un aumento degli over 80 ricoverati negli ospedali, dato che dovrebbe far sì che la terza dose nelle case per anziani venga approvata in tempi brevi.

🇨🇭 20 anni fa la strage di Zugo. Friedrich Leimbacher, armato di fucili e pistole, fece irruzione nella sede di governo e parlamento. In due minuti e mezzo uccise 14 persone (undici parlamentari e tre consiglieri di stato), ne ferì 15. Una strage compiuta da un individuo noto alle autorità, perché spesso protagonista di proteste contro l’amministrazione. Rabbia e frustrazione esplosero in maniera brutale con una strage preparata in solitaria nei minimi dettagli. Dopo la sparatoria, Leibacher si suicidò. Un episodio drammatico che lasciò la Svizzera di stucco e portò da un lato al rafforzamento delle misure di sicurezza attorno ai parlamenti, dall’altro a una riforma delle norme per avere armi, con l’iscrizione obbligatoria in un registro.

🇬🇧 Gran Bretagna. Il governo sta per sospendere la legge sulla concorrenza per permettere alle aziende petrolifere di indirizzare le consegne di carburante alle stazioni di servizio dopo i recenti episodi di panico alle pompe di benzina. I funzionari hanno detto che la mossa renderà più facile per le aziende condividere le informazioni e dare priorità alle parti del paese più bisognose.

I ministri stanno anche prendendo in considerazione l’impiego dell’esercito per consegnare il carburante.

L’opzione è in discussione e potrebbe essere esaminata in una possibile riunione di governo già oggi. La Petrol Retailers Association, associazione che riunisce i venditori di carburante, ha avvertito che ben due terzi dei suoi membri, quasi 5.500 punti vendita indipendenti, sono senza carburante, con il resto di loro “parzialmente a secco e presto in esaurimento”. Il governo invita a mantenere la calma: “Mentre c’è sempre stata e continua ad esserci abbondanza di carburante nelle raffinerie e nei terminali, siamo consapevoli che ci sono stati alcuni problemi con le catene di approvvigionamento.”.

🇮🇸 L’Islanda ha brevemente creduto di aver fatto la storia eleggendo il primo parlamento a maggioranza femminile in Europa. Un nuovo conteggio dei voti ha però fatto sì che la percentuale centrale di donne in parlamento sia sì molto alta, ma sotto la soglia del 50 per cento. Le parlamentari sono infatti 30 su 63 seggi, ai livelli della Svezia che ha il 47% di donne in parlamento. 

🇸🇲 San Marino. Passa con una schiacciante maggioranza la depenalizzazione dell’aborto. Viene così cancellato il reato per le donne che interrompono la gravidanza. Il sì ha vinto con il 77,28%.

A San Marino – che rimane uno Stato cattolico confessionale – gli elettori hanno sancito la fine del reato di aborto, punibile fino ad ora con fino a sei anni di carcere. 

🇮🇱 🇵🇸 Cinque palestinesi sono stati uccisi durante raid delle forze israeliane in Cisgiordania.  L’esercito israeliano ha detto che l’operazione era contro i militanti di Hamas che stavano per compiere attacchi, aggiungendo che i morti erano tutti membri di Hamas. Due soldati sono stati gravemente feriti da spari palestinesi in una delle azioni. Hamas ha affermato che quattro dei suoi membri sono stati uccisi e che il gruppo sta valutando la  risposta a questa azione israeliana.

⚽ 🇨🇭 🇮🇹 Calcio. Nel campionato svizzero il Lugano vince a Lucerna per 3-2. Il Basilea batte lo Zurigo per 3-1 ed è primo in classifica con quattro punti di vantaggio e una partita in più dello Young Boys. In Italia Juventus-Sampdoria 3-2, Empoli-Bologna 4-2, Udinese-Fiorentina 0-1, Sassuolo-Salernitana 1-0 Roma-Lazio 2-3, Napoli-Cagliari 2-0. Il Napoli mantiene la testa della classifica. 

🏒 Hockey su ghiaccio. Quarta sconfitta consecutiva per l’Ambrì, battuto per 5-3 dal Davos. 

🚴 Ciclismo. Il francese Alaphilippe bissa il successo dell’anno scorso ed è campione del mondo. Ai mondiali in Belgio ha vinto la prova in linea dei professionisti, precedendo l’olandese Van Barle e il norvegese Valgren. 

🏎 Formula Uno. Gran Premio di Russia. Vince Lewis Hamilton su Mercedes, che precede Verstappen su Red Bull (partito dall’ultima fila) e Sainz su Ferrari. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!