“L’ultimo neo-entrante”

Pubblicità

Di

Le notizie più “succose” della settimana? La vaccinazione di Gobbi, l’entrata in municipio di Tiziano Galeazzi e il concerto annullato di Povia. Noi, come ogni settimana, ve li riproponiamo in chiave ironica. Ma a voi, l’attualità piace liscia o gassata?

Il venti per cento del governo ticinese si è vaccinato un un sol colpo, balzo notevole dunque della percentuale di vaccinazione nel cantone. La vera notizia però è che nella fotografia di rito Norman Gobbi ha sfoggiato la maglietta della salute nonostante le temperature elevate. Sembra che la Calida abbia fatto pressione sul ministro affinché non si presentasse a torso nudo. Temeva un crollo delle vendite di canottiere.

Dal bollettino interno dell’UDC di Lugano.

Settimana di grande gioia e intensità per il nostro partito. Tiziano Galeazzi è entrato nel Municipio di Lugano. Lo ha fatto con la discrezione per la quale è noto. Solo un paio di giornalisti sono riusciti ad hackerare la sua agenda e si sono presentati travestiti da impiegati di un’impresa di demolizione per immortalare la consegna delle lettera di accettazione. 

La ripartizione dei dicasteri si è svolta in un clima idilliaco e le competenze del nostro “ultimo neo-entrante” (la definizione è dello stesso Galeazzi) sono state ampiamente riconosciute con l’assegnazione di prestigiosi uffici. Il nuovo municipale non ha avuto “il tempo matematico” (la definizione è dello stesso Galeazzi) per visitare tutti gli uffici che dovrà gestire. Il fatto che siano situati al Piano della Stampa (dove peraltro ci sono efficienti collegamenti con i mezzi pubblici) e che il neo-municipale debba condividere i servizi con gli operai dei cantieri del nuovo polo sportivo è solo la dimostrazione della vicinanza con il popolo che il nostro partito vuole coltivare. Un grazie particolare agli alleati della Lega dei Ticinesi per le dichiarazioni di stima e di apprezzamento per le doti di comunicazione del nostro esponente.

Turismo in Ticino a gonfie vele con cifre di pernottamenti superiori addirittura a quelle del 2019, anno pre-Covid. Nonostante Suter.

Il cantante (si fa per dire, naturalmente) Povia ha aderito all’invito del medico no-vax, no-brain, no-smettilaperpiacere Ostinelli, che ha organizzato (e poi, nel giro di qualche giorno, annullato) una festa in una fattoria biologica di Acquarossa, di cui taciamo il nome per evitare di rovinarle gli affari. Povia era stato invitato perché (citazione testuale) “da anni denuncia il marcio della società”. Non ha tutti i torti, c’è effettivamente del marcio se uno come lui ha vinto il festival di Sanremo.

Tornano gli ABBA, adesso manca solo Mario Tessuto. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!