Quando i no-vax diventano terroristi

Pubblicità

Di

È ovvio. Maggiore pressione estremizza. Vale sempre e comunque. Gruppi già estremisti di per sé, quando vengono messi sotto pressione, spostano l’ago della bussola sempre più fuori rotta, arrivando a comportamenti violenti e vergognosi.

Lo abbiamo visto in Italia con pestaggi di giornalisti e aggressioni varie, lo vediamo negli atteggiamenti verbali sempre più aggressivi e isterici degli internauti.

Uno degli ultimi, che fa veramente venire voglia di far partire la polizia antisommossa con tanto di manganelli è l’irruzione, avvenuta sabato, nell’ospedale di Friborgo, dove una cinquantina di imbecilli, sono entrati in ospedale senza mascherine inneggiando alla libertà.

Un comportamento schifoso e criminale, proprio perché va a colpire un luogo vulnerabile, dove ci sono persone malate, che rischiano la vita, e insieme a loro gli operatori sanitari che se contagiati rischiano di infettare i più deboli. Un gesto che fa strame del diritto dei malati alla tranquillità e alla sicurezza. Questa libertà, come già scrivevo, che diventa lei stessa prevaricazione, odio e cattiveria, è una foglia di fico per comportamenti che sono troppo spesso vergognosi.

L’egoismo di queste persone, che sono una minoranza di pazzi che andrebbe rinchiusa, non rappresenta fortunatamente tutto l’arco di chi non si vuole vaccinare, un gruppo che sta però vieppiù estremizzandosi.

Persone che fino a ieri facevano le “possibiliste” oggi postano i soliti video del nobel sbarellato Montagnier o del solito “guru” psicotico, quando non cercano di venderti teorie assurde e demenziali. È ovvio che queste persone sentono il cerchio chiudersi.

Una giornalista di Tio, Simona Roberti Maggiore, racconta, tra gli altri atti di intolleranza, anche delle continue minacce alla redazione. (leggi qui sotto)

https://www.tio.ch/svizzera/attualita/1534875/ospedale-sangue-covid-certificato-estensione

La signora Roberti Maggiore è in buona compagnia, io gli insulti e le minacce ormai non le conto più, sono l’equivalente delle pozzanghere in strada, ci giri intorno così non ti infanghi i piedi. Tra le più ipocrite, quella del vice direttore della CPC di Locarno (e che insegna dunque ai nostri ragazzi). Personaggio che peraltro milita e ha militato anche tra la sinistra e i verdi di Tenero come Consigliere comunale ed ex municipale.

La fanfaluca di quello che millanta di essere di sinistra lascia il tempo che trova. Vedere chi dice di essere stato di sinistra ringraziare l’UDC è come vedere Matteo Pronzini congratularsi con Jeff Bezos per il suo duecentesimo miliardo guadagnato. Se fossi nel gruppo sinistra e verdi di Tenero un discorsetto glielo farei. Visto che diversi malumori erano sortiti anche dai verdi per personaggi al limite del presentabile (leggi qui sotto). Pensando poi che dalla sinistra di Tenero viene anche l’ottimo Bruno Storni, deputato recentemente eletto al Nazionale, ingegnere e persona di provata fede scientifica, la cosa stride ancor di più. 

La cosa ridicola, è che persone come lui, confondono la sinistra con l’andare a sbraitare in piazza. No caro, la sinistra è responsabilità, attenzione ai più deboli e fragili, consapevolezza di capire quando lo stato va avversato o sostenuto. E lui docente dovrebbe capirlo. Insomma, la sinistra mica è facile, richiede un certo impegno di cervello, cosa che evidentemente manca al nostro maestro “di sinistra”. Talmente di sinistra che troviamo subito dopo un suo commento entusiasta a Ueli Maurer, che anche se si è già vaccinato da tempo, finge di sposare le tesi di coloro che non vogliono limitazioni. Una presa per i fondelli galattica acchiappavoti in cui possono cascare solo personaggi come il nostro isterico amico

Isterico amico che con le recenti direttive governative e del DECS, o si vaccina o dovrà fare un tampone a sue spese ogni tre giorni. Vediamo quanto regge questo eroe di cartapesta prima di tornare a casina con la coda tra le gambe piangendo per la “dittatura” che lo ha avvelenato.

Gente così, un giretto in Afghanistan o in Corea del Nord dovrebbe farlo anche solo per capire cosa vuol dire dittatura.

Lasciando perdere il nostro comunque innocuo amico, molti di coloro che non si vogliono vaccinare sono di certo persone attente alle misure di contenimento. A costoro faccio un appello per dissociarsi da quelle poche centinaia di personaggi alterati e pericolosi, perché dopo un attentato o un atto cirminale, i sottili distinguo sono come carta straccia.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!