Un mattino…al G20

Pubblicità

Di

 #permattinieri 🇨🇭 🦠 I contagi registrati nel weekend in Svizzera sono stati 6’832, con un aumento di circa il 10% rispetto ai 6’198 di una settimana fa. Sono 117 ricoveri in ospedale, 19 i morti.

In Ticino i numeri sono diversi: le infezioni sono diminuite così come i ricoverati nel complesso, ma salgono da 6 a 9 i pazienti in terapia intensiva. I dati settimanali dell’UFSP indicano che l persone completamente vaccinate rappresentano lo 0.6% dei casi positivi e il 4.3% dei ricoveri in ospedale. 

🌏 💉Si è chiusa a Roma la riunione del G20 dei ministri della Sanità. Nella dichiarazione finale si proclama l’obbiettivo di vaccinare almeno il 40% della popolazione mondiale entro la fine del 2021, oltre all’impegno a garantire qualità ed equità nella produzione dei vaccini. Dichiarazione che ha deluso alcune organizzazioni non governative.  “Dall’incontro che si è chiuso oggi solo dichiarazioni di principio e nessun riferimento alla sospensione dei monopoli di Big Pharma, per garantire l’accesso ai vaccini nei Paesi a basso reddito, dove solo l’1,4% della popolazione ha ricevuto una dose.” Lo affermano esponenti di Oxfam Italia e di Emergency. 

🇨🇭 🦠 Il Controllo federale delle finanze ha segnalato alla Segreteria di Stato dell’economia 219 società sospettate di aver incassato 50 milioni di franchi in prestiti legati alla crisi del coronavirus e di averne versati 43 milioni ai loro azionisti. Si tratta di casi del primo trimestre del 2021. Secondo le regole chi ha ottenuto prestiti in nome delle difficoltà legate alla pandemia non avrebbe dovuto versare dividendi agli azionisti. Se un’indagine più dettagliata mostrerà che il denaro è effettivamente arrivato nelle tasche degli azionisti, le aziende rischiano una multa massima di 100.000 franchi. Rispetto al grande numero di aziende che hanno beneficiato dei prestiti, il numero di potenziali infrazioni è giudicato contenuto.

🇦🇫 Afganistan. I Talebani hanno dichiarato di aver conquistato  la provincia del Panshir a nord-est della capitale Kabul, l’ultima sacca di territorio che era rimasta fuori dal loro dominio.

Il gruppo ha pubblicato online un filmato dei suoi combattenti che innalzano la propria bandiera. I combattenti della resistenza hanno comunque detto di essere ancora presenti in “tutte le posizioni strategiche” e di “continuare a combattere”. 

Il loro leader Ahmad Massoud ha chiesto una “rivolta nazionale” contro i talebani. I Talebani hanno preso il controllo del resto dell’Afghanistan tre settimane fa, impadronendosi della capitale Kabul il 15 agosto dopo il crollo del governo sostenuto dall’Occidente. 

🇧🇾 Bielorussia. Due figure di spicco dell’opposizione che hanno sfidato il regime di Lulashenko dopo le elezioni truccate del 2020

sono state condannate per “aver cercato di minacciare la sicurezza nazionale e prendere il potere.” Maria Kolesnikova è stata condannata a 11 anni di carcere, l’avvocato Maxim Znak ha ricevuto 10 anni. Entrambi hanno negato le accuse contro di loro e hanno denunciato il processo come una farsa. I loro avvocati hanno detto che faranno appello contro il verdetto.

Per mesi, i bielorussi hanno protestato contro il voto dell’agosto 2020, denunciato da Unione Europea, Stati Uniti e Gran Bretagna come non libero né giusto. Decine di migliaia di manifestanti sono stati arrestati e molti sono stati brutalmente picchiati, mentre Lukashenko, che è al potere dal 1994, ha cercato di mettere a tacere il dissenso. 

🇮🇱 🇵🇸 Israele. Le autorità israeliane hanno lanciato una caccia all’uomo dopo che sei prigionieri palestinesi sono fuggiti durante la notte da una delle prigioni ritenute più sicure del paese.  

Si ritiene che i fuggiaschi – militanti della Jihad islamica – abbiano scavato un buco nel pavimento della loro cella nella prigione di Gilboa, poi sono strisciati attraverso la cavità e hanno scavato un tunnel sotto il muro esterno. I fuggitivi sono un ex leader del gruppo terrorista delle Brigate dei Martiri  di Al-Aqsa e cinque membri della Jihad Islamica. Un funzionario del servizio nazionale israeliano delle carceri ha descritto la fuga come “un grande fallimento della sicurezza e dell’intelligence”. I gruppi militanti palestinesi l’hanno salutata come “eroica”.

🇬🇳 Guinea. Il leader del colpo di stato che ha spodestato il presidente della Guinea Alpha Condé ha detto che un nuovo governo “di unione nazionale” sarà formato nelle prossime settimane.  Il colonnello Mamady Doumbouya ha detto ai ministri che hanno servito nel governo di Condé che non ci sarà una caccia alle streghe contro gli ex funzionari. Gli ex ministri non possono comunque lasciare il paese. Il presidente Condé rimane in detenzione, il suo destino non è chiaro.  L’ONU e l’Unione Africana hanno condannato il colpo di stato e chiesto un ritorno al governo civile. Il colonnello Doumbouya, che dirige l’unità delle forze speciali dell’esercito, non ha specificato quando il nuovo governo sarà in funzione. “Sarà lanciata una consultazione per stabilire i parametri generali della transizione e poi sarà istituito un governo di unione nazionale per guidare il passaggio”, ha detto nella sua dichiarazione. 

🎥 🇫🇷 È morto a 88 anni a Parigi Jean-Paul Belmondo, icona del cinema francese. È stato il protagonista della Nouvelle Vague negli anni sessanta, partendo dal classico “A Bout de souffle” di Jean Luc Godard nel 1960. Aria scanzonata, sorriso aperto, atteggiamento un po’ guascone, Belmondo, soprannominato Bebel, figlio delle scultore Paul Belmondo, è diventato una stella assoluta del botteghino. Da giovane era stato pugile, ma aveva presto iniziato a recitare a teatro. Il primo film in cui è apparso è del 1958: Les Tricheurs di Claude Chabrol. Ha interpretato decine e decine di film da Borsalino (con Alain Delon, un po’ il suo alter ego in quei decenni) a La Ciociara, L ‘uomo di Rio, Parigi Brucia? Nel 1989 ha vinto un premio César per “Una vita non basta” di Claude Lelouch. Per lo stesso Lelouch nel 1995 ha interpretato il protagonista de “I miserabili”, mentre nel 1998 il regista Patrice Leconte ha unito nuovamente sullo schermo la coppia Delon/Belmondo nel film “Uno dei due”. Nell’ultima parte della carriera Belmondo è tornato anche al teatro, ottenendo successo e consenso ad esempio nell’interpretazione del Cyrano de Bergerac di Rostand.  Si è sposato nel 1952 con la ballerina Elodie Constantin, dalla quale ha avuto tre figli. Dopo il divorzio ha avuto storie di amore finite sulle pagine dei rotocalchi con Ursula Andress e Laura Antonelli. Nel 2001 mentre era in Corsica è stato colpito da un ictus che gli ha paralizzato il lato destro della faccia. 

Nel 2002 ha sposato dopo dodici anni di convivenza Nathalie Tardivel di trent’anni più giovane.

🎾Tennis. US Open, ottavi di finale. Bencic-Swiatek 7-6, 6-3. La campionessa olimpica giocherà i quarti di finale contro la 18enne britannica Raducanu.

 🏒 Hockey. Comincia questa sera con quattro partite il campionato svizzero. Il Lugano esordirà domani in casa contro il Rapperswil, l’Ambrì dopodomani a Zurigo. Tre nuovi acquisti sono stati annunciati ieri: il canadese Mc Millan all’Ambrì, la superstar Malgin a Zurigo, il tedesco Kahun a Berna. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!