Alitalia: l’ultimo volo

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇭 🦠Nessun ricovero per covid nelle strutture ospedaliere svizzere, un dato confortante, che da tempo immemore non si registrava. Il dato viene spiegato con delle correzioni temporali sull’afflusso di informazioni, ma è comunque significativo. I casi quotidiani sono 972, i morti sono 3. 

A infettarsi sono soprattutto i giovani, meno a rischio di decorso grave della malattia: la classe di età più toccata è quella fra i 10 e i 19 anni, con 130 casi ogni 100’000 abitanti contro i 105 fra i 20-29enni. L’età media dei contagiati è di 33 anni. Il cantone dove il virus ha circolato di più è stato Obvaldo, mentre il Ticino è quello meno sotto pressione.

🇮🇹 🦠 Italia. Giornata di attesa e tensione per le possibili reazioni all’introduzione dell’obbligo di green pass per lavoratrici e lavoratori. Ci sono 3.8 milioni di persone non ancora vaccinate, che devono quindi avere un tampone negativo per accedere al posto di lavoro, pena la sospensione dello stipendio. 

Occhi puntati sul porto di Trieste, dove l’ala dura dei contestatori del green pass annuncia un blocco dei servizi. Disagi sono attesi per autobus e metropolitane, sia per gli scioperi previsti sia per la carenza di personale. Altro settore critico quello del trasporto su strada, visto che l’85% delle merci deperibili viaggia su gomma.   Anche in questo caso preoccupa l’alta percentuale di autisti non vaccinati. 

🇧🇷 🦠 Brasile. Indagine in corso da parte delle autorità sanitarie su una possibile sperimentazione irregolare di un medicinale anti-covid, che avrebbe provocato 200 morti tra i partecipanti. L’accusa arriva dall’UNESCO. Il CONEP, un organismo all’interno del Ministero della Salute che supervisiona i protocolli di ricerca umana, sta conducendo l’inchiesta. La commissione è arrivata ad autorizzare lo studio sulla proxalutamide all’inizio di quest’anno, ma nota che quello nello stato di Amazonas ha coinvolto più persone di quelle inizialmente approvate (645 partecipanti, quando il numero consentito era di 294), ed è stato condotto su “pazienti malati critici in terapia intensiva”, che non era stato approvato. “Ci sono indicazioni di irregolarità nello studio, così come trasgressioni delle norme vigenti sull’etica nella ricerca umana”, afferma il documento firmato dal coordinatore del CONEP Jorge Venâncio il 3 settembre. Oltre che a Itacoatiara, l’organizzazione ha ricevuto segnalazioni dello stesso esperimento a Manaus, Maués e Parintins (città dello stato di Amazonas, nel nord del Brasile), e in altre tre città del sud. Nessuno di loro era stato autorizzato dalla Commissione. Flavio Cadegiani, il medico responsabile dello studio, ha affermato in una nota che le affermazioni dei ricercatori dell’Unesco “sono basate su false premesse”. “Il farmaco in esame non ha prodotto gravi eventi avversi”, ha detto. 

🇱🇧 Libano. Almeno sei persone sono state uccise e altre 32 ferite da spari nella capitale Beirut. Tutto ha avuto origine durante una protesta dei gruppi musulmani sciiti Hezbollah e Amal contro il giudice che indaga sull’enorme esplosione dell’anno scorso al porto della città. L’accusa è che i cecchini cristiani della fazione delle Forze Libanesi (LF) abbiano sparato sulla folla per trascinare il Libano nel caos, affermazione negata dai diretti interessati. Il primo ministro Najib Mikati ha annunciato un giorno di lutto per oggi (venerdì). Nel frattempo, il presidente Michel Aoun ha detto: “Non permetteremo a nessuno di prendere il paese in ostaggio dei propri interessi”. La manifestazione è iniziata come protesta fuori dal Palazzo di Giustizia da parte di centinaia di persone che sostengono che l’indagine sull’esplosione è diventata politicizzata e chiedono la rimozione del giudice Tarek Bitar.

🇳🇴 Norvegia. L’attacco mortale con arco e frecce, che ha provocato cinque morti, sembra essere stato un atto di terrorismo, afferma il servizio di sicurezza della Norvegia (PST). 

Il sospetto, un cittadino danese di 37 anni di nome Espen Andersen Brathen, si era convertito all’Islam e si ritiene che fosse radicalizzato. L’autore della strage comparirà oggi in tribunale e ci sarà comunque un test psichiatrico per lui, visto che – ha detto il responsabile del servizio psichiatrico – « è stato dentro e fuori dal sistema sanitario per qualche tempo ».

🇵🇱 Polonia. Il parlamento ha approvato un emendamento della legge che permette alle guardie di frontiera di espellere immediatamente i migranti che attraversano il confine illegalmente. Le guardie avranno anche il potere di rifiutare senza esame le domande di asilo internazionale. I gruppi per i diritti umani accusano la Polonia di voler legalizzare i respingimenti dei migranti. Secondo il diritto internazionale, chi cerca protezione internazionale deve avere accesso al processo di asilo, anche se ha attraversato un confine illegalmente.

Il Parlamento ha anche accolto la proposta del Governo di costruire un muro di 187 chilometri lungo la frontiera fra Polonia e Bielorussia, che dovrebbe frenare l’ondata dei profughi particolarmente forte negli ultimi mesi. A favore della legge hanno votato 274 deputati del partito al Governo Diritto e giustizia (Pis) insieme con alcuni partiti alleati, contrari 174 parlamentari di opposizione, 1 astenuto. La legge dovrà ora essere approvata anche in senato, dove c’è una lieve maggioranza dell’opposizione. 

🇮🇹 Italia. Il giudice ha sospeso il processo a quattro egiziani accusati di aver ucciso lo studente italiano Giulio Regeni. I quattro non sono presenti al processo e, secondo il giudice, potrebbero non sapere di essere accusati dunque tutto deve cominciare daccapo.

Il corpo mutilato di Giulio Regeni è stato trovato in un fosso vicino al Cairo nel febbraio 2016. Lo studente stava lavorando spropria tesi sul sindacato egiziano. Quattro membri delle forze di sicurezza egiziane dovevano essere processati in contumacia a Roma, accusati del suo rapimento, tortura e uccisione. Le autorità egiziane respingono le accuse italiane sull’uccisione di Regeni. I procuratori li accusano di aver nascosto la posizione degli accusati e di aver ostacolato le indagini.

🇮🇹 ✈️ È finita ieri sera la storia di 75 anni di Alitalia, la compagnia di bandiera italiana. L’ultimo volo – ironia della sorte – ha avuto un ritardo di una ventina di minuti ed è atterrato dopo le undici di sera a Roma. Alitalia chiude i battenti dopo oltre quattro anni di amministrazione straordinaria e 1,3 miliardi di prestiti pubblici (di cui 900 milioni bollati dalla Commissione europea come aiuto di Stato illegale). Dal 15 ottobre i viaggi a tariffe agevolate per i residenti saranno gestiti dalla low cost spagnola Volotea.

Da oggi nasce Ita, che eredita il marchio Alitalia, gli aerei, le divise, i codici di volo (AZ) e di identificazione del biglietto (055). La flotta sarà composta da 52 aerei e sono stati assunti 2.800 dipendenti (Alitalia ne conta 10.500). 

🇬🇧 🌏 Il presidente cinese Xi Jinping potrebbe rinunciare a partecipare al vertice sul clima di Glasgow, ciò che rischia di abbassarne il valore. Più di centro primi ministri e presidenti sono chiamati a presentare i propri piani per la riduzione delle emissioni

di CO2 in un vertice dal forte valore anche simbolico. Diplomatici britannici affermano che anche in assenza del presidente la Cina potrebbe comunque annunciare le proprie intenzioni in materia di riduzione delle emissioni. Sul tema della politica ambientale si è espressa la regina Elisabetta, che all’inaugurazione del parlamento gallese, ha detto: « Sono irritata da chi in campo ambientale parla e non agisce. ». Detto in termini più forbiti, è il « bla, bla, bla » con il quale Greta Thunberg ha bollato la non azione di molti governi. 

🇺🇸 USA. L’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha ricevuto un trattamento ospedaliero in California per una “infezione non correlata a Covid”, afferma un portavoce. Clinton, 75 anni, è “in via di guarigione” dopo essere stato ammesso all’UC Irvine Medical Center. Non è chiaro cosa ha portato al ricovero, Clinton ha una storia di malattie cardiache.

🇬🇧 🖼 Record da 22 milioni di euro per un’opera di Banksy battuta da Sotheby’s a Londra. Si tratta di «Love is in the Bin». Le stime di vendita alla vigilia erano fra i 5 e i 7 milioni di euro.

L’opera, chiamata in origine «Girl with Balloon», nel 2018 era stata semidistrutta tagliandola a filamenti tramite un meccanismo nascosto nella cornice subito dopo esser stata venduta per quasi 1,3 milioni di euro.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!