Anche in Svizzera ci sarà la terza dose di vaccino?

Pubblicità

Di

 #permattinieri🇨🇭 🦠 Vaccinazioni di richiamo o terza dose: il ritardo svizzero dipende dalle scelte delle industrie farmaceutiche, dice alla NZZ am Sonntag il direttore di Swissmedic Raimund Bruhin. L’approvazione della terza dose dovrebbe comunque arrivare in tempi brevi, anche se altre nazioni già la praticano. Bruhin ritiene comunque essenziale che le decisioni tecniche non siano anticipate da quelle politiche. In Svizzera Berset ha affermato che bisogna prima aspettare la conclusione della procedura e che in ogni caso nella prima fase la terza dose sarà riservata solo a a categorie molto ristrette della popolazione.

🇨🇭 🦠 Nuovo sabato di manifestazione contro il green pass con migliaia di persone in piazza a Berna. Manifestazione autorizzata e che non ha fatto registrare incidenti. Manifestazione di altro genere a Lugano con circa trecento persone che sono sfilate per le strade della città a sostegno dell’esperienza del centro autonomo del Molino, sgomberato tra le polemiche. 

🇦🇹 🦠 Austria. Il cancelliere Schallenberg annuncia: in caso di nuova crisi nei reparti di terapia intensiva , il lockdown varrà solo per i non vaccinati.  “Non vediamo la fine della pandemia, stiamo invece andando verso una pandemia dei non vaccinati”, ha detto Schallenberg. “Ai non vaccinati deve essere chiaro che non sono solo responsabili della propria salute, ma anche di quella degli altri”., ha detto Schallenberg. Attualmente in Austria sono occupati 224 posti in terapia intensiva. Quando dovesse essere raggiunta la soglia di 500 i non vaccinati non potranno più accedere a bar, ristoranti, eventi culturali e neanche a strutture sportive e del tempo libero. Con 600 posti letto occupati in terapia intensiva i non vaccinati potranno lasciare casa solo per andare al lavoro e per motivi di necessità.

🇨🇭 L’Unione democratica di centro (partito di maggioranza relativa in parlamento) propone di votare tre volte no alle votazioni del 28 novembre. L’UDC è dunque contraria alla legge Covid, all’iniziativa per cure infermieristiche forti (che vuole fissare nella costituzione i principi di sostegno alle professioni sanitarie) e all’iniziativa che chiede il sorteggio dei giudici federali. 

I delegati hanno anche adottato una risoluzione contro la politica delle città governate dalla sinistra. Nel documento si propongono diverse misure per limitare quella che viene definita “l’influenza negativa sulla cultura politica liberale del nostro Paese”, un tema lanciato in agosto dal presidente nazionale Chiesa, che ha parlato di sfruttamento della campagna da parte delle amministrazioni di sinistra delle città. L’UDC chiede anche che il numero di seggi in Consiglio nazionale non venga più calcolato in base alla popolazione residente totale, ma tenendo conto solo dei cittadini svizzeri.

🇹🇷 Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che gli ambasciatori di 10 Paesi (tra cui Francia, Germania e Stati Uniti), saranno dichiarati “persona non grata” per aver chiesto il rilascio del leader dell’opposizione Osman Kavala. “Dovranno lasciare il Paese”. In una dichiarazione rilasciata lunedì scorso, Canada, Francia, Finlandia, Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Svezia e USA avevano chiesto una “risoluzione equa e rapida del caso” di Osman Kavala, un uomo d’affari turco e mecenate delle arti, in carcere da 4 anni senza processo per essersi opposto al regime di Ankara e accusato di essere coinvolto nel presunto golpe del 2016. Nel dicembre 2019, la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) ha ordinato invano il suo “rilascio immediato”.

🇨🇳 La Cina ha approvato una legge sull’istruzione che vuole ridurre la pressione degli eccessivi compiti a casa e delle ripetizioni intensive dopo la scuola, dicono i media statali.

Ai genitori viene chiesto di assicurarsi che i loro figli abbiano un tempo ragionevole per il riposo e l’esercizio fisico e che non passino troppo tempo online.  Ad agosto la Cina ha già vietato gli esami scritti per i bambini di sei e sette anni. La misura è stata approvata dal Comitato permanente del Congresso Nazionale del Popolo, l’organo legislativo permanente.

🇨🇴 Colombia. Arrestato Il trafficante di droga più ricercato del paese e capo  della più grande banda criminale. Dairo Antonio Úsuga, meglio conosciuto come Otoniel, è stato catturato dopo un’operazione congiunta di esercito, aviazione e polizia.

Il governo aveva offerto una ricompensa di 800.000 dollari, mentre gli Stati Uniti hanno messo una taglia di 5 milioni di dollari sulla sua testa. Il presidente Iván Duque ha definito la cattura come « il più grande colpo contro il traffico di droga nel nostro paese in questo secolo ». Otoniel è stato catturato nel suo nascondiglio rurale nella provincia di Antioquia nella Colombia nord-occidentale, vicino al confine con Panama. Nell’operazione è morto un ufficiale di polizia. La banda di Otoniel, che opera in molte province e ha vasti collegamenti internazionali, agisce nel contrabbando di droga e nel traffico di esseri umani, nell’estrazione illegale di oro e nell’estorsione. Si ritiene che abbia circa 1.800 membri armati.

⛷ Sci. È iniziata con il gigante di Sölden in Austria la coppa del Mondo. Prima vittoria per l’americana Mikaela Schiffrin, che ha battuto di 14 centesimi la svizzera Lara Gut Behrami, che sale sul podio di Coppa del Mondo per la 61esima volta. Terzo posto per la slovacca Vlhova. 

⚽️ Calcio. Campionato svizzero. Young Boys-Losanna 3-2. Grasshhopers-Zurigo 3-3. In Italia Salernitana-Empoli 2-4, Sassuolo-Venezia 3-1, Bologna-Milan 2-4.

🏒 Hockey su ghiaccio. Sconfitte per Lugano e Ambrì. Il Lugano ha perso in casa dallo Zugo per 6-2, l’Ambrì è stato battuto per 3-1 dal Friborgo, che resta primo in classifica. 

🏍 Motociclismo. Gran Premio di Misano. In moto GP pole position per Bagnaia su Ducati. In prima fila anche Miller e Marini. Ultimo posto in griglia per Valentino Rossi, all’ultima presenza sul circuito che in pratica è di casa.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!