Pensavamo che fosse finita?

Pubblicità

Di

Il Regno Unito, già peraltro occupato a combattere con gli annunciati problemi della Brexit, si trova alle prese col Covid, che nonostante l’alto numero di vaccinati, fa pesare la sua maggiore virulenza. Ma soprattutto, pesa l’irresponsabile scelta del governo Johnson di eliminare allegramente tutte le misure di contenimento del virus.

A volte ci si domanda se bisogna davvero essere scienziati, o se solo un po’ di buonsenso è sufficiente. Vero che l’Inghilterra ha uno dei tassi di vaccinazione più alti d’Europa e probabilmente del mondo. Se però qualcuno a Downing Street avesse ascoltato i suoi operatori sanitari e avesse usato un po’ più di buonsenso, oggi non si troverebbero con 45’000 nuovi casi giornalieri e le migliaia di morti che hanno ripreso a infoltire le schiere dei caduti per Covid. 

Per rassicurare i no vax, quelli impenitenti, che strillano alla morte della democrazia, che ci mettano un a pietra sopra. La democrazia à la carte sarà un bel sogno estivo. L’inverno, prevede solo maggiori recrudescenze. Il Regno Unito, molto probabilmente reintrodurrà le misure di contenimento e le limitazioni eliminate, aggiungendo pure lui un green pass. E a chi urla alla dittatura crudele e alle “mattanze” (totalmente inventate e che fanno anche un po’ sorridere) in seguito alle manifestazioni italiane, si troverà a sbattere il muso contro il muro austriaco. 

Il paese di Mozart, si appresta infatti a introdurre misure tra le più drastiche mai attuate, soprattutto nei confronti di coloro che non sono vaccinati.

Dopo l’ultima escalation di contagi, il cancelliere Schallenberg ha informato che ci saranno, se si supera il 30% dei posti letto in cure intensiva (600 posti), delle misure severe riguardanti soltanto chi non si è ancora sottoposto al vaccino.

Per questa categoria di persone, le uscite potranno essere ammesse solo per motivi di lavoro o necessità quotidiane. Secondo il ministro, attualmente i posti letto in rianimazione sono 224 il che corrisponde un livello 1. Il livello 2 scatterà con 300 posti letto occupati, il livello 3 con 400 ed automaticamente la ‘regola 3G’ – una sorta di Green Pass – varrà solo per vaccinati, guariti e persone con tampone molecolare (Pcr), mentre i test rapidi non saranno più accettati. 

Il livello 4 scatterà con 500 posti occupati e, in questa situazione, per accedere al posto di lavoro, entrare in ristoranti, hotel, eventi e visite mediche, non basteranno più i tamponi (nemmeno il molecolare), ma bisognerà essere vaccinati o guariti dalla malattia.

Il superamento dei 600 posti letto occupati, appunto, sancirà addirittura l’obbligo coatto di permanenza a casa per coloro che si ostinano a non vaccinarsi.

Misure che fanno sembrare il certificato Covid elvetico una misura all’acqua di rose. Nel frattempo, la madre Russia, osannata all’inizio della pandemia come paese virtuosissimo, e con attualmente un tasso di vaccinazione che supera appena il 30% ha un tasso di contagi appena inferiore ai britannici, con 37’000 casi giornalieri e un migliaio di morti quotidiani.

Ripetiamo, non bisogna essere scienziati per capire delle verità ormai a prova anche di quegli zucconi che si ostinano a spammare fake news anti vaccino. 

  1. Il vaccino serve, ma deve essere supportato da altre misure;
  1. “Winter is coming”, l’inverno sta arrivando. È ormai assodato scientificamente che il Covid migliora le sue prestazioni con l’ambiente umido e le persone al chiuso per lungo tempo negli stessi ambienti;
  1. Per debellare la malattia, servono i vaccinati ma soprattutto misure contenitive (mascherine, disinfezioni, certificati Covid) che impediscano a chi ancora non è vaccinato di ammalarsi; 4) 
  1. Più il virus resta in circolazione senza estinguersi, più si creano varianti che rischiano di rendere totalmente inutile la campagna di vaccinazione.

La libertà della gente è una fesseria. Qui si tratta di eliminare una malattia. Si tratta di capire come comportarci di fronte a una pandemia e che misure, anche drastiche, dovremo affrontare. Che questo mondo si presti a pandemie come quella in corso è un dato di fatto. Se qualcosa abbiamo imparato da questo virus, è che certe frange psicotiche e nichiliste devono essere immediatamente isolate e che non c’è margine per le “libertà” personali. L’umanità, di fronte a queste minacce, è un’organismo collettivo e non può permettersi anticorpi che lavorano contro l’organismo.

Oggi è il Covid, domani potrebbe essere qualcosa di molto peggio. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!