Frontalieri ancora in aumento

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇭 🦠 Confermato l’aumento delle infezioni da coronavirus: sono 2’931 i nuovi casi, mentre la media su sette giorni è salita di oltre un terzo rispetto a una settimana fa.

I nuovi decessi legati alla malattia sono stati 6 con una leggera flessione nel dato settimanale. In Ticino i casi sono 65, il dato più alto dall’inizio di settembre. Calo invece dei ricoveri: i pazienti sono 8, due in meno rispetto a mercoledì. Nei Grigioni, per il secondo giorno consecutivo, sono state segnalate più di cento infezioni in 24 ore. Giovedì ne sono state segnalate 108, una cifra  che non si registrava dalla fine di agosto. 

🇪🇺 🦠 L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato un allarme per il tasso “molto preoccupante” di trasmissione del Covid-19 in Europa, che potrebbe portare a mezzo milione di morti in più nel continente entro febbraio. “Siamo, ancora una volta, all’epicentro”, ha affermato il direttore dell’OMS Europa Hans Kluge, sottolineando che “la maggior parte delle persone ricoverate e che muoiono di Covid-19 oggi non sono completamente vaccinate”. L’OMS ritiene che l’aumento dei casi (più che raddoppiati in una settimana) sia dovuto a una combinazione di copertura vaccinale insufficiente e all’allentamento delle misure anti-Covid. Per combattere la pandemia, l’organizzazione ha chiesto una vaccinazione continua, l’uso massiccio di maschere e misure di distanziamento sociale. Questa quarta ondata “massiccia” sta colpendo in particolare la Germania, che giovedì ha avuto 33’949 nuove infezioni in 24 ore, il dato più alto da dicembre 2020.

🇨🇭 Svizzera. Il numero di frontalieri è salito anche nel terzo trimestre 2021. A fine settembre erano quasi 353’000, in aumento del 3,1% rispetto allo stesso periodo del 2020. In Ticino hanno superato quota 74’000, in crescita del 3,9% su base annua. Cinque anni fa – nel terzo trimestre del 2016 – i frontalieri in Svizzera erano circa 312’000, sono dunque in aumento in cinque anni del 13%.

🇨🇭 Novartis rivende a Roche la partecipazione che detiene da oltre 20 anni nel capitale azionario della concorrente. I 53,3 milioni di titoli al portatore coinvolti nell’importante operazione, un terzo di quelli in circolazione, rappresentano in totale quasi 21 miliardi di franchi. Il prezzo per titolo è di 356 franchi. Novartis precisa che la transazione genererà un contributo eccezionale di  di 14 miliardi di dollari, mentre l’acquisto dei titoli, avvenuto tra il 2001 e il 2003 come investimento a lungo termine, era costato intorno ai 5 miliardi. “È il momento giusto per monetizzare”, ha detto il CEO del gruppo Vas Narasimhan. Roche otterrà maggior margine di manovra nel campo dell’innovazione. Reazioni mitigate in borsa: Novartis ha chiuso con meno 0.2%, Roche con +2%.

🇳🇪 Il Niger ha dichiarato due giorni di lutto nazionale, dopo che almeno 69 persone sono state uccise in un probabile attacco di insorti islamisti. L’attacco è avvenuto nel sud-ovest del paese, vicino al confine con il Mali. Tra le vittime un sindaco locale e il leader di una milizia di autodifesa, ha detto il governo. Nessun gruppo ha per ora rivendicato l’attacco. Gli assalitori sono fuggiti attraverso il confine con il Mali, portando con sé i propri morti negli scontri. Il ministero dell’interno del Niger ha detto che una delegazione guidata dal sindaco di Banibangou ha subito un’imboscata in un villaggio a circa 55 km di distanza, nella regione occidentale di Tillaberi. In una dichiarazione, ha dato la colpa a “banditi armati non identificati”. L’area è stata spesso oggetto di incursioni da parte di un gruppo locale affiliato allo Stato Islamico. Più di 500 persone sono state uccise nella violenza degli insorti jihadisti quest’anno nel sud-ovest del paese.

🇵🇹 Il presidente del Portogallo de Sousa ha annunciato l’intenzione di sciogliere il parlamento e di indire elezioni anticipate il 30 gennaio. Motivo: il no dell’assemblea nazionale al progetto di bilancio del governo per il 2022. Le elezioni anticipate arrivano dopo un periodo di relativa stabilità politica sotto il primo ministro António Costa, che ha mantenuto il potere per sei anni nonostante il suo partito socialista non avesse la maggioranza in parlamento.  Dopo le elezioni del 2015, i socialisti hanno firmato accordi di legislatura con i partiti di estrema sinistra per assicurare il passaggio dei progetti chiave, ma non ci sono stati accordi scritti dopo le elezioni del 2019, quindi il governo si è affidato a negoziati caso per caso.

🌏 🇬🇧 Basta investimenti in progetti all’estero basati sulle energie fossili senza tecniche di cattura del diossido di carbonio entro la fine del 2022. È l’impegno che hanno firmato una ventina di Paesi, tra cui la Svizzera, in una dichiarazione comune diffusa durante la conferenza sul clima COP26 di Glasgow.

Il testo, che è stato sottoscritto da grandi investitori come Stati Uniti, Canada e Regno Unito, sottolinea l’impatto negativo non solo sul clima, ma anche sociosanitario degli investimenti nelle energie fossili. I dati reali però continuano a segnalare una situazione di crisi per il pianeta. L’inquinamento globale da CO2 quest’anno sarà di poco inferiore al record segnato nel 2019: le emissioni di diossido di carbonio causate soprattutto dall’uso di combustibili fossili dovrebbero tornare nel 2021 ai livelli pre-Covid. È quanto emerge dal rapporto annuale del consorzio Global Carbon Project, in cui si precisa che la quota della Cina è in crescita a quasi un terzo del totale. Inoltre, sottolinea lo studio, le emissioni di gas e carbone altamente inquinante aumenteranno quest’anno di più di quanto non siano diminuite nel 2020 a causa del rallentamento economico causato dalla pandemia di coronaviurs.

🇲🇼 Malawi. Overstone Kondowe ha prestato giuramento come primo deputato affetto da albinismo. Le persone con questa condizione in Malawi sono state spesso oggetto di violenza e discriminazione e dunque la sua elezione ha un forte valore simbolico. Dal 2014, ci sono stati 170 attacchi violenti contro le persone albine in Malawi, compresi più di 20 omicidi, secondo Amnesty International. Kondowe rappresenterà il Malawi Congress Party, partito di governo. “Il mio messaggio alle persone con disabilità, e in particolare alle persone con albinismo, è che non devono sottovalutarsi”, ha aggiunto il neo-parlamentare. 

Secondo le Nazioni Unite l’albinismo, che colpisce una persona su circa 20’000 in Europa e Nord America, è molto più frequente nell’Africa sub-Sahariana. Si stima che in Tanzania abbia una prevalenza di una persona su 1400, e di una su 1000 in alcune zone dello Zimbabwe, del Malawi e di specifici gruppi etnici del Sudafrica. Il Covid, che ha aumentato la povertà in questa parte del mondo, ha fatto crescere i rischi per le persone affette da albinismo che sono vittime di una pesante persecuzione. In alcune regioni ci sono assassini di persone affette da albinismo per contribuire a pratiche di stregoneria. L’assenza totale o parziale di pigmentazione della pelle porta con sé in genere disturbi della vista e maggior rischi di contrarre tumori della pelle, oltre a una fortissima sensibilità alla luce del sole.

🎾 Tennis. La nazionale svizzera femminile è in semifinale alla Billie Jean King Cup, il più importante torneo a squadre. Bencic, Golubic e Teichmann hanno battuto 2-1 la Cechia e ora affronteranno l’Australia. In ogni partita si giocano due singolari e un doppio.

⚽️ Calcio. Pareggio per 1-1 del Basilea a Cipro contro l’Omonia Nicosia in Conference League. Un risultato che garantisce al Basilea il passaggio del turno. Per ora il Basilea è secondo nel gruppo guidato dagli azeri del Quarabag. Se resterà al secondo posto il Basilea giocherà contro una delle terze classificate dei gironi di Europa League per un posto negli ottavi di finale. I risultati delle italiane. In Europa League Marsiglia-Lazio 2-2, Legia Varsavia-Napoli 1-4. In Conference League Roma-Bodoe Glimt 2-2.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!