Party no vax in attesa del 28 novembre

Pubblicità

Di

Bollicine oggi per quanto concerne il PSE, i soliti no vax, Matteo Renzi, i cinghiali e la Nazionale italiana. Cosa c’entrano tutte queste parole fra loro? Semplice, sono il meglio della settimana. E a voi l’attualità come la preferite, liscia o gassata?

Arriverà anche il mezzogiorno del 28 novembre e sapremo come andrà a finire la disfida sul Polo Sportivo e degli Eventi di Lugano. Comunque vada, sarà stato un eccesso.

Un medico italiano denuncia: party di novax per infettarsi e ottenere il green pass. Il vaccino è gratis e ti danno pure il green pass. Lì invece devi metterci i costi dell’aperitivo e della cena e quelli sanitari, che però paga la comunità. Ecco perché a loro non interessa, tanto paga Pantalone. 

Seguo con particolare apprensione l’esperimento genetico che sta conducendo Matteo Renzi, che è ormai vicino alla trasformazione in Berlusconi. Gli mancano solo le Leopoldine, poi il campionario è completo. “Sono perseguitato dalla magistratura”, “I media sono contro di me”, “Ho mandato a casa Conte”. Il vero terrore è che Berlusconi diventi presidente della Repubblica con i voti di Renzi e poi restituisca il favore tra una quindici di anni quando lui abdicherà. Tanto, come sappiamo, Berlusconi camperà 120 anni. Ipse dixit. 

Barcellona è una delle numerose comunità europee che hanno un gran numero di cinghiali che vivono nelle vicinanze e sono diventati una presenza continua. La cantante Shakira, che vive a Barcellona, ha recentemente denunciato che un cinghiale l’ha attaccata in un parco e gli incontri tra la gente del posto e gli animali sono in aumento. A Roma lo sanno da un pezzo e le incursioni continuano, nonostante la principale colpevole Virginia Raggi non sia più sindaca.

“Il mondo aspetterà ancora per un po’”, è il titolo che la Gazzetta dello Sport non ha avuto il coraggio di mettere in prima pagina dopo la non qualificazione diretta dell’Italia per i mondiali di calcio.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!