Almeno 90 mila le persone in quarantena

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇭 🦠 Il numero delle persone in quarantena per aver contratto il covid o per essere state in contatto con malati diventa preoccupante. Sono almeno 90 mila le persone bloccate a casa e questo potrebbe avere impatto su diverse attività economiche, in particolare sulle piccole aziende. Gli esperti scientifici del gruppo speciale istituito dal governo (task force)  chiedono nuovi interventi, ma il consiglio federale non si riunirà fino al 12 gennaio. Gli ambienti economici hanno comunque ribadito con forza che sono contrari a qualsiasi progetto di lockdown.

✈️ 🦠 Un settore pesantemente colpito dalla velocità di diffusione della variante Omicron è quello del trasporto aereo. Più di 1.300 voli sono stati cancellati oggi (lunedì), con le destinazioni cinesi e statunitensi che sono state le più colpite, secondo il sito web di monitoraggio dei dati FlightAware. Le compagnie aeree statunitensi dicono che l’interruzione è dovuta a equipaggi che risultano positivi o che devono essere messi in quarantena.

Hong Kong sta vietando tutti i voli Korean Air della Corea del Sud per due settimane, dopo aver rilevato alcuni casi positivi tra gli arrivi. In tutto, più di 8.000 voli sono stati messi a terra durante il lungo weekend di Natale iniziato venerdì. Tutto questo ha significato miliardi di dollari di perdite per le compagnie aeree.

🇦🇫 Afganistan. Ennesimo passo indietro per i diritti delle donne: i talebani hanno annunciato il divieto per le donne di viaggiare da sole per lunghe distanze (oltre i 70 km circa), dovranno essere accompagnate da un uomo della famiglia. La raccomandazione, pubblicata dal ministero della Promozione della virtù e della prevenzione del vizio, invita inoltre gli autisti a non accettare donne sui loro veicoli se non indossano il “velo islamico”.

🌏 Secondo un nuovo rapporto, nel 2021 gli eventi meteorologici, legati al cambiamento del clima, hanno portato un forte danno economico a milioni di persone in tutto il mondo. Lo studio, dell’organizzazione benefica Christian Aid, ha identificato 10 eventi estremi che hanno causato ciascuno più di 1,5 miliardi di dollari di danni. I maggiori impatti finanziari sono stati causati dall’uragano Ida che ha colpito gli Stati Uniti in agosto e dalle inondazioni in Europa in luglio. In molte regioni più povere, inondazioni e tempeste hanno causato spostamenti di massa di persone e gravi sofferenze. In relazione alle tempeste e agli uragani, c’è una crescente evidenza che il cambiamento climatico sta influenzando anche questi eventi. La tempesta Ida ha portato precipitazioni massicce in diversi stati e città americane. 95 persone sono morte e si stimano perdite economiche per 65 miliardi di dollari. Il secondo evento con l’impatto più forte è stata l’ondata di maltempo in Germania, Francia, Svizzera e altri paesi europei in luglio con 240 morti e danni economici per 43 miliardi. 

🇺🇸 USA. È morta a 76 anni Sarah Weddington, l’avvocatessa  texana che ha vinto la storica causa del 1973 per rendere legali gli aborti in tutti gli Stati Uniti. Il caso è conosciuto come Roe contro Wade. Con sette voti contro due i giudici della corte suprema stabilirono che i governi degli Stati non avevano il potere di vietare gli aborti. Sarah Weddington aveva 26 anni quando affrontò quella causa diventata storica. È stata poi anche membro della Camera dei Rappresentanti del Texas per tre mandati negli anni ’70 e consigliera per le questioni femminili nell’amministrazione del presidente Jimmy Carter.

La morte di Sarah Weddington arriva mentre la Corte Suprema sembra pronta ad accettare una legge del Mississippi che impedirebbe gli aborti dopo le 15 settimane di gravidanza, anche nei casi di stupro o incesto. Una sentenza, attesa per giugno, potrebbe vedere milioni di donne perdere l’accesso all’aborto, determinato dalla sentenza del 1973. La sentenza arrivò dopo che una donna single di 25 anni, Norma McCorvey – con lo pseudonimo di “Jane Roe” – sfidò le leggi penali sull’aborto in Texas che proibivano l’aborto come incostituzionali, tranne nei casi in cui la vita della madre era in pericolo. Henry Wade era il procuratore generale del Texas che difendeva la legge anti-aborto. La sentenza stabilì il sistema così detto dei trimestri, con il diritto delle donne ad abortire nei primi tre mesi, un possibile intervento degli stati nel secondo trimestre e un regolamento molto stretto nel terzo trimestre (aborto possibile solo in caso di rischio di salute per la madre).

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!