Di Polonia e libertà di stampa

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇭 🦠 La variante Omicron è ormai dominante in Svizzera, aumentano i contagi, non i ricoveri. Il problema maggiore ora sta nelle quarantene, che rischiano di mettere in difficoltà settori delicati per assenza di personale. In Svizzera e nel Liechtenstein sono state registrate nel week end di Natale (su quattro gironi) 36’261 nuove infezioni, 69 nuovi decessi e 345 nuovi ricoveri in ospedale. Sono 671 le persone che si trovano attualmente in terapie intensive. I pazienti Covid occupano il 38,30% dei posti disponibili in terapia intensiva, con un tasso d’occupazione del 78,70%. Omicron con il 55,7% è ora la variante dominante in Svizzera. Intanto la diffusione dei contagi minaccia già i trasporti pubblici, con ripercussioni possibili sull’impiego di treni e bus, già registrate alcune cancellazioni. In Ticino si sono contati 1’616 nuovi casi di contagio in 72 ore. Significa che circa 500 persone al giorno sono risultate positive al Covid-19. Un dato sostanzialmente in linea con i numeri alti dei giorni pre-festività natalizie. Ma i dati dei ricoveri dicono che un anno fa erano ricoverate 357 persone, oggi sono 107.

🇫🇷 🦠 La Francia sceglie la strada di restrizioni moderate. Dal 3 gennaio il lavoro a distanza diventerà obbligatorio per coloro che possono e le riunioni pubbliche saranno limitate a 2.000 persone per gli eventi al chiuso. Niente coprifuoco in vista dell’ultimo dell’anno. In Francia è stato superato il limite delle centomila infezioni quotidiane. I locali notturni rimarranno chiusi fino a nuovo avviso e i caffè e i bar potranno fornire solo il servizio al tavolo. I dipendenti che lavorano da casa dovranno farlo almeno tre giorni a settimana. L’uso della mascherina diventerà obbligatorio nei centri cittadini. Il governo decide anche di accorciare il tempo tra seconda dose e richiamo da quattro a tre mesi.

🇩🇪 🇬🇷 🇬🇧 🦠 Dal 27 dicembre i raduni in Germania saranno limitati e palestre, piscine, discoteche e cinema saranno chiusi al pubblico in diversi stati. Anche i raduni privati di persone vaccinate saranno limitati a un massimo di 10. I media locali riferiscono che almeno 10 poliziotti sono stati feriti e circa 100 manifestanti sono stati arrestati nella città tedesca di Bautzen, quando la gente è scesa in strada per protestare contro le nuove misure.

Dal 3 gennaio, il governo greco richiederà a bar e ristoranti di chiudere entro mezzanotte e i tavoli saranno limitati a sei clienti. I locali non saranno autorizzati a servire i clienti in piedi.

In Gran Bretagna invece il ministro della sanità Sajid Javid ha detto che nessuna ulteriore restrizione Covid sarà applicata in Inghilterra prima del nuovo anno. Ma ha detto che la gente dovrebbe “rimanere cauta” e festeggiare la notte di Capodanno all’aperto, se possibile.

🇺🇸 🦠 Gli Stati Uniti hanno dimezzato da 10 a cinque giorni il tempo di isolamento raccomandato per le persone con infezioni asintomatiche da Covid. Il Centers for Disease Control (CDC) ha detto che nei secondi cinque giorni va indossata la mascherina in caso di incontri. Una decisione che arriva durante un’impennata di casi, quindi difficoltà per alcuni servizi ad avere personale e preoccupazione per i ricoveri in ospedale. Il CDC ha detto che il cambiamento è “motivato dalla scienza” che dimostra che la maggior parte della trasmissione avviene all’inizio del corso della malattia. Per chi ha avuto la terza dose, quarantena non necessaria, ma consigliato l’uso della mascherina per dieci giorni.

🇵🇱 Polonia. Il presidente Andrzej Duda ha posto il veto su una controversa legge sulla proprietà dei media che i critici hanno detto essere intesa a mettere a tacere una stazione televisiva di proprietà degli Stati Uniti critica verso il governo. La legge avrebbe impedito alle aziende al di fuori dello Spazio economico europeo di controllare media polacchi. Se fosse passata, il gruppo americano Discovery avrebbe dovuto vendere la sua partecipazione nella rete di notizie, TVN24.

Il governo sostiene che la legge intende limitare l’influenza degli stati ostili. Il partito di Diritto e Giustizia (PiS), da tempo al potere, ha detto che le società straniere hanno troppo potere sui media polacchi e ha fatto passare la legge in parlamento all’inizio di questo mese. Il presidente Duda, che pure è fortemente sostenuto dal PiS, ha detto di apprezzare il tentativo del governo di proteggere il paese da attori potenzialmente ostili come la Russia, ma ha notato che il disegno di legge solleva preoccupazioni significative sui diritti di proprietà. 

🇮🇳 India. Il governo ha rifiutato di rinnovare la licenza di finanziamento all’estero per un’associazione benefica fondata da Madre Teresa. Le Missionarie della Carità hanno migliaia di suore che supervisionano progetti come case per bambini abbandonati, scuole, cliniche e ospizi. Il giorno di Natale, il ministero dell’Interno indiano ha annunciato di non aver rinnovato la registrazione a causa di “segnali avversi”. Gli integralisti indù hanno a lungo accusato l’associazione di usare i propri programmi per convertire le persone al cristianesimo. L’associazione nega queste accuse. In una dichiarazione ha confermato che la sua domanda di rinnovo era stata negata e che non avrebbe operato alcun conto di finanziamento estero “finché la questione non fosse stata risolta”. L’ente di beneficenza con sede a Kolkata è stato fondato nel 1950 da Madre Teresa, che si trasferì in India dalla nativa Macedonia. È uno degli enti di beneficenza cattolici più noti al mondo. Madre Teresa ha ricevuto un premio Nobel per la pace nel 1979 per il suo lavoro umanitario ed è stata dichiarata santa da Papa Francesco nel 2016, 19 anni dopo la sua morte. In India è in corso una campagna contro i cattolici, accusati di proselitismo. Sotto Natale gruppi di estremisti indù hanno intensificato gli attacchi alle comunità. Irruzioni durante le messe, scuole assaltate, statue distrutte, effigi bruciate, preti aggrediti e vessati. Violenze giustificate come la risposta ai tentativi dei cristiani di usare le festività per costringere gli indù a convertirsi.

🇲🇺 Isole Mauritius. Il capitano e il primo ufficiale di una nave che si è arenata su una barriera corallina sono stati condannati a 20 mesi di prigione ciascuno.  Circa 1.000 tonnellate di olio combustibile della MV Wakashio, di proprietà giapponese, sono fuoriuscite nell’oceano nel luglio 2020, causando il peggior disastro ecologico delle Mauritius. Il magistrato ha detto che spera che la sentenza “serva da lezione”. Entrambi gli accusati si erano dichiarati colpevoli di aver messo in pericolo la sicurezza della navigazione. Il capitano, il cittadino indiano Sunil Kumar Nandeshwar, ha anche ammesso di aver bevuto moderatamente durante una festa di compleanno a bordo, prima che la MV Wakashio si arenasse il 25 luglio 2020.  Si è scusato con i mauriziani per i danni causati. I due uomini sono stati in custodia per quasi 16 mesi e verranno dunque presto liberati. 

🇧🇷 Brasile È di almeno 18 morti e due dispersi il bilancio delle alluvioni provocate dalle piogge torrenziali che, da novembre, cadono in Brasile, soprattutto nello Stato di Bahia, dove 58 Comuni sono in emergenza. Circa 35’000 persone hanno dovuto lasciare le proprie case, secondo la Protezione Civile.Le piogge hanno colpito in modo particolarmente forte 19 città nel sud dello Stato. Sono stati segnalati allagamenti e blocchi del traffico su 17 strade, alcuni dei quali causati da frane e smottamenti, ha riferito il segretario di Stato alle infrastrutture. In totale, le persone in qualche modo toccate dalle eccezionali condizioni meteo sono 430’869.

🎬 È morto a 58 anni il regista canadese Jean-Marc Vallée, autore di film come Dallas Buyers Club e Wild. Il regista è stato nominato all’Oscar e ha anche vinto un Emmy Award per la serie HBO Big Little Lies (Piccole grandi bugie). È morto durante il fine settimana a Quebec City, ma la causa della morte non è stata specificata. Dallas Buyers Club racconta l’odissea di un malato di AIDS quando ancora le cure non erano ancora sviluppate. I due attori principali, Matthew McConaughey e Jared Leto, hanno vinto l’Oscar. L’altro suo film di grande impatto è stato Wild con Reese Whiterspoon, storia di una donna che affronta una camminata nella natura per superare una crisi esistenziale. In Big Little Lies, serie su donne e crisi familiari, recitano Reese Whiterspoon e Nicole Kidman.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!