Il tradimento dei castelli in aria

Pubblicità

Di

La Bbc comunica che dalla Tasmania giunge l’eco di un dramma spaventoso e raccapricciante che favola doveva essere se il destino – beffardo quando gli monta il sadico estro – avesse deciso di non affilare le sue grinfie. Quattro bambini sono morti e altri cinque sono rimasti seriamente feriti dopo essere precipitati dentro un castello gonfiabile, strappato negli ancoraggi da una impetuosa raffica di vento e trascinato nell’aria, sino a dieci metri di altezza, per poi impattare brutalmente il suolo.

Due bimbi e due bimbe della Hillcrest Primary School di Devenport, cittadina del nord della Tasmania, felicemente piroettanti dentro la celebrazione della festa scolastica di fine anno, in una mattinata dominata dalla incontrastata azzurrità del cielo, se ne sono andati via, nella morsa delle fiabe degli orchi che spalancano le disumane bocche.

I quattro scolari, impegnati con altri compagni di classe a baloccarsi  dentro un panciutissimo castello gonfiabile così tinteggiato da indurre i fantasmi ad andarsene con tutte le loro scolorite sfumature di bianco sporco, si sono improvvisamente sentiti risucchiati un un vortice verticale, repentino e assassino.

La polizia dello Stato della Tasmania ha emanato un gelido comunicato, condensato in due surreali righe

“Confermiamo che l’ agghiacciante episodio ha registrato quattro vittime e che altri cinque bambini si trovano in condizioni critiche”.

Il premier australiano, Scott Morrison, ha espresso tutta la sua costernazione alle famiglie dei piccoli passati dal gioco allo schianto, nella frazione di attimo spietato che li ha ingoiati su delega della malvagità del Caso : “Una gita che si trasforma in una tragedia orribile, ed in questo periodo dell’anno, è assolutamente straziante”. 

Osservo un’immagine del castello dai paffuti volumi e dai cromatismi scatenati che evoca unicamente sussulti di divertimento: recita la didascalia “Colourful boucing castles under clear blue sky”.

Il colourful boucing sottintende un rimbalzo colorato, nel giocare rumoroso disordinato dei ragazzi  che si sgomitolano, si tamponano pacificamente e scivolando urlano nella ebbrezza di una scomposta e liberatoria evoluzione.

Le statistiche rammentano che non è la prima volta che si verificano irreparabili incidenti nei parchi delle “fantasie gonfiate”: in Cina, nell’anno 2019, persero la vita due bambini e  20 rimasero feriti mentre nel Regno Unito, nel marzo del 2016, un altro sconquasso fagocitato da una sventagliata ventosa provocò la morte di un bambino di sette anni.

E dentro le statistiche, così algide nel loro stucchevole pragmatismo, si smarriscono le illusioni delle presunte certezze e dei momenti immuni , quasi vacillando davanti alle maledette incognite dell’imperscrutabile che dissolve la magia di certe filastrocche garantiste di una sana ingenuità che scorre su binari intangibili  

“Il signore di un castello / che ho dipinto col pennello, / un bel giorno è uscito fuori / col suo esercito a colori ./ Tutti quanti i suoi soldati / eran molto colorati, /di violetto e di arancione / di verdino e di marrone…

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!