Mobilità gonfiabile

Pubblicità

Di

Poimo è uno scooter gonfiabile elettrico. Molti di voi si domanderanno se ce n’era la necessità. Forse da noi no, dove un buco per infilarci uno scooter lo trovi quasi sempre. Diverso è per città come Tokio, che con 20 milioni di abitanti, risparmia ogni centimetro disponibile.

A prescindere da tutto, l’idea è pratica e carina. Lo scooter elettrico arriva a 15 chilometri orari, dunque ragionato per circuiti urbani affollati e si gonfia con un compressorino in due minuti.

Di base è una specie di skateboard elettrico a 4 ruote, su cui si innesta una struttura in poliuretano che si può gonfiare. Una volta arrivato, lo sgonfi e te lo porti in ufficio o a casa. (guarda qui sotto)

Ha un autonomia di 90 minuti (supponiamo in piano) e si può richiudere in uno zaino da portare in spalla. L’idea che a noi sembra un po’ balzana, viene appunto da degli ingegneri giapponesi, che confrontati col traffico caotico della capitale e con la cronica mancanza di spazio, hanno cercato una soluzione.

Per quanto possano sembrare piccoli passi, queste soluzioni sono forse le avanguardie di un cambio di paradigma nella mobilità, un problema che, non solo in Giappone, sta diventando sempre più serio, basti guardare le continue e imperturbabili code che costellano il Ticino durante gli orari di punta. (leggi qui sotto)

Da noi ce ne vorrebbero di Poimo per risolvere un problema che dire cronico è poco. Basterebbe però forse un po’ più di lungimiranza e fantasia da parte del dipartimento del territorio…a proposito, qualcuno di voi ha più visto Zali? Il ministro più evanescente nella storia del cantone? Boh!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!