Muoiono come mosche

Pubblicità

Di

Potremmo parlare di dati, statistiche, grafici. Ma questo non smuove di un passo coloro che, ormai persi tra le barricate del no a qualsiasi compromesso, rifiutano il vaccino. 

Più il tempo passa, più diventa indifendibile un atteggiamento che, come oggi a Zurigo, impone il triage (una parola gentile e straniera per definire una selezione per decidere di vita e di morte) tra pazienti che arrivano in ospedale. 

Succede quello che si temeva, le cure intense, piene di malati di covid, per la maggior parte non vaccinati, impediscono ai malati “normali” di accedere alle cure. 

E allora l’impietosa selezione, favorisce magari un malato di covid cinquantenne che ha più probabilità di sopravvivere rispetto a un ottantenne che ne ha di meno. Questa cosa mi dà la nausea.

Intanto ci troviamo davanti a fatti tragiche e ridicole, come l’imbecille leader no-vax austriaco Johann Biacsics che per giorni ha tentato di curarsi con clisteri di candeggina e poi è morto per il covid. Per quanto dispiaccia perdere una vita, Biacsics rimane un assurdo idiota, un uomo che scientemente e per convinzioni demenziali è morto.

Imbecille pure il medico no-vax Pasquale Bacco, segretario nazionale della Fisi ( sindacato della sanità), che urlava alle folle la sua avversione per i vaccini e che oggi ha dichiarato:

“Sono pentito e non direi più che il vaccino è acqua di fogna o che le bare di Bergamo erano tutte vuote. I miei due errori sono stati nel non essermi fermato prima di pronunciare quelle parole, perché sarei stato meno violento. E poi perché fino a qualche mese fa non avevo capito il peso che quelle parole potevano avere sulle persone e questo è un grave errore”

E che dire di Lorenzo Damiano, filofascista e no-vax della prima ora? Uno di quelli che per un anno hanno farneticato di processi di Norimberga a scienziati e giornalisti? 56 anni, candidato sindaco di Conegliano è finito intubato e ha rilasciato questa tardiva dichiarazione: 

“La mia visione del mondo geopolitico è cambiata, ovviamente. Sarò pronto quanto prima a far sapere al mondo intero quanto sia importante seguire collettivamente la scienza, quella che ti salva. A volte bisogna passare per una porta stretta per capire le cose come sono. Io ho fatto una cura monoclonale, ringrazio il reparto di Vittorio Veneto che mi ha seguito, sono stati meravigliosi. E comunque il vaccino lo faccio, ho passato tutto quello che dovevo passare. Vaccinatevi tutti, io mi vaccinerò”.

Niente di meglio d’avere dei poveri infermieri esausti che si occupano di te, decisi a non farti crepare, per cambiare idea. Un altro imbecille che ha preso il posto di chi magari ne aveva più bisogno. Avevamo già pubblicato in passato, la lista di alcuni idioti leader no-vax o no-mask o no-chissenefrega, gente morta in solitudine per aver portato avanti fino alla fine teorie assurde e incondivisibili da chi solo ha un po’ di sale in zucca. Erano gli inizi di settembre:

“21 agosto muore l’emblema dell’assurdo: Geraldine Williams, inglese, negazionista del covid e no vax. Aveva una figlia infermiera impegnata in prima linea contro il virus. La ragazza ha scritto nella speranza che: “condividendo la sua storia e il nostro dolore, anche solo una persona con queste ridicole e pericolose convinzioni ci possa ripensare.

23 agosto muore il presentatore radiofonico conservatore Phil Valentine, prendeva in giro nelle sue trasmissioni la campagna vaccinale. In ospedale aveva cambiato idea e promesso di fare campagna per i vaccini. Non ha fatto in tempo.

Rovigo, Il 25 agosto se ne va rantolando Paolo Franzoso, un capo reparto dei vigili del fuoco 53enne e no vax. Non aveva nessuna patologia pregressa. Luca Zaia, governatore del Veneto, ha ribadito l’importanza di vaccinarsi


26 agosto, Aaron e Free Jaggy Brandon, due Fratelli no vax di 35 e 41 anni, muoiono a un giorno di distanza l’uno dall’altro a Jacksonville in Florida, La madre, vaccinata e disperata, ha fatto un appello agli statunitensi per vaccinarsi.

Candido Avezzù, poliziotto 58enne e convinto no vax, diceva “io sono più forte del covid”. Muore a causa del virus dopo un mese in ospedale il 29 agosto. Evidentemente era più forte il virus.” (leggi qui sotto)

La gente continua a morire. Solo che ora, giocoforza muoiono soprattutto i non vaccinati, il che è dannatamente ovvio. Gente che si pente, che chiede scusa, mentre le frange dei disperati si assottigliano e l’Europa comincia a pensare seriamente a un obbligo vaccinale. E noi siamo d’accordo, perché siamo tutti stufi marci. Ma soprattutto è stufo il personale sanitario, di non avere pace, di vedere magari morire persone che non hanno accesso alle cure per colpa di chi si ostina a vedere complotti anche sotto la tazza del cesso. È ora di dire basta. Se il cittadino è sordo e cieco alla logica, è dovere dello Stato proteggere lui e gli altri. 

Noi non moriremo per colpa di chi ha la paranoia di un microchip impiantato di nascosto o vede complotti di élites di vampiri pedofili.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!