“Tetto?” No, tutto!

Pubblicità

Di

Giochi senza tempo. Da bambini si giocava al telefono senza fili: il primo del cerchio diceva una frase all’orecchio del vicino (o della vicina) e così via. L’ultimo (o l’ultima) del cerchio di solito diceva una frase totalmente diversa da quella di partenza. Un gioco che non tramonta mai. Prendete la vicenda del Macello di Lugano. Qualcuno ha detto al telefono “tetto”, l’altro ha capito “tutto”. Per fortuna non hanno confuso “ruspe”con “rospi”. Avremmo assistito a un’operazione di polizia per salvare i rospi che attraversano le strade di notte.

È passata quasi sotto silenzio la notizia delle dimissioni di Sergio Morandi, portavoce del gruppo “Amici della Costituzione”, quel gruppo che conduce la battaglia contro le misure restrittive anti-pandemiche. Da politico di razza ha “tratto le conseguenze dalla sconfitta nella votazione sulla legge Covid”. Il vero dramma è che ora a questi impavidi combattenti senza sprezzo del ridicolo non resta che affidarsi a Werner Nussbaumer, l’uomo dalla giacca gialla. A loro si applica perfettamente la battuta di Churchill sul leader laburista Attlee: “Un taxi vuoto si è fermato davanti al numero 10 di Downing Street, ne è sceso Attlee.”

“Era una provocazione”. Nessuno ha colto il senso artistico della performance del dentista di Biella che è andato a farsi vaccinare con un braccio in silicone. Visto quel che gira nel mondo dell’arte con tanto di banana attaccata al muro con nastro adesivo quotata 120 mila dollari (Cattelan), ci poteva anche stare. Solo che il dentista ha dimenticato il ketchup per simulare il sangue e un telefonino per immortalare il tutto. 

È in uscita il nuovo libro di Fabio Volo e io volo lontano dalle montagne di volumi che riempiranno le librerie. Non si sa mai, potrebbe capitare di leggere qualche riga e rimanere contagiati dalla variante Nullicron. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!