Sbronzi e liberi di stare a casa

Pubblicità

Di

Gli inglesi tazzano, è risaputo. Appena giri la testa c’è un pub pieno di britannici, che nonostante il proverbiale aplomb, bevono come cammelli in un’oasi nel deserto del Gobi.

Un po’ è tradizione, un po’ un’immagine che si tramanda nel tempo, grazie anche a una ricca filmografia, dove sembra che gli inglesi passino il loro tempo a bere Guinness come gli americani a stordirsi di whisky.

Ora, mettiamo insieme la propensione all’alcol dei britannici e il marketing digitale. Che c’entra? C’entra c’entra, fidatevi.

Quelli del marketing digitale sono gente avanti, abituati a pensare trasversale, avvezzi a trovare soluzioni, adusi a massimizzare i profitti senza perdere l’estro e la fantasia dei dipendenti. Anche perché se non sei motivato, coccolato e vezzeggiato non sei creativo, è un assunto.

È il caso della The Audit Lab, agenzia di punta nel marketing digitale nella terra della Brexit.

La The Audit Lab, ha una politica aziendale che contempla i postumi di una sbornia. Avere molti dipendenti giovani e gaudenti, richiede uno sforzo. Da una parte sono certamente più attivi, motivati ed estrosi, dall’altra non necessariamente è gente che va a dormire alle 22.00 con una tisana di camomilla. 

Una politica che fa leva sull’onestà dei dipendenti, che così non si trovano costretti a inventare improvvise malattie quando invece la fonte del disagio è la conseguenza di un abuso di pinte di birra. Basta dire al capoufficio: “Senti coso, ieri sera mi sono sfondato di alcool con gli amici per un addio al celibato, ci vediamo nel pomeriggio.” E il gioco è fatto. Meno sensi di colpa da parte del dipendente, meno incazzature da chi vede la tua sedia vuota.

“Volevamo offrire qualcosa ai giovani che di solito escono a metà settimana per andare al pub. La mia squadra prenota un ‘giorno di sbornia’ in anticipo, se sanno che usciranno. Lavorano in pigiama, seduti a casa sul divano.”

Ha dichiarato ai media la graziosa co-fondatrice dell’azienda Claire Crompton

“Se le persone lo usassero due o tre volte alla settimana e perdessero importanti riunioni con i clienti, dovremmo ripensarci. Ma finora tutti sono stati molto rispettosi“.

Noi sosteniamo la Crompton, convinti che dare fiducia alle persone migliora l’ambiente di lavoro. Detto questo, se l’abuso etilico è importante, forse il problema non è tanto se vieni o no in ufficio, ma il rapporto che hai col tuo fegato.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!