Un mattino…con Odermatt

Pubblicità

Di

#permattinieri🇨🇭🦠 Nelle ultime 24 ore in Ticino sono segnalati 1’248 nuovi contagi da coronavirus, in calo rispetto a venerdì, quando erano 1’528. Si registrano anche due morti (totale da inizio pandemia: 1061) e tre persone in più ricoverate all’ospedale, per un totale di 156. Quindici i pazienti che si trovano in terapie intensive (+1). Circa 500 persone hanno manifestato a Bellinzona, davanti a Palazzo delle Orsoline, la sede del governo cantonale ticinese, contro l’obbligo di indossare la mascherina a scuola a partire dalla prima elementare in vigore da domani. C’è anche una petizione che ha raccolto 4000 firme. Alcuni genitori hanno espresso l’intenzione di non mandare a scuola i propri figl. 

A Zurigo manifestazione contro le misure anti-pandemia, che ha raccolto un migliaio di persone.

🇫🇷 🦠 Le autorità francesi affermano che più di 100 mila persone hanno preso parte alle proteste in tutto il paese contro l’introduzione di un nuovo pass per il coronavirus. Il progetto di legge approvato da un ramo del parlamento esclude le persone non vaccinate da gran parte della vita pubblica. I funzionari del ministero dell’Interno hanno detto che 34 persone sono state arrestate e circa 10 agenti di polizia sono stati feriti dopo che le proteste sono diventate violente in alcuni luoghi. 

🇰🇿 Kazakistan. Arrestato con l’accusa di tradimento l’ex capo dell’intelligence del Kazakistan. La detenzione di Karim Massimov è stata annunciata dal Comitato di sicurezza nazionale, l’organismo che ha guidato il paese in questi giorni di crisi e rivolte. Le autorità sembrano ora aver ripreso il controllo della più grande città Almaty. Ma il presidente Kassym-Jomart Tokayev ha detto che attacchi “terroristici” stanno ancora avvenendo in alcuni luoghi. Il presidente Tokayev ha accusato “terroristi” addestrati da stranieri per i disordini, senza fornire prove. 

Il ministero dell’Interno ha comunicato che 26 “criminali armati” e 18 agenti di sicurezza sono stati uccisi negli scontri. Più di 4.000 persone sono state arrestate, secondo il ministero. Le cifre non sono state verificate in modo indipendente. Le linee telefoniche e i servizi internet sono stati interrotti durante le proteste, rendendo difficile stabilire un quadro completo degli eventi. Le proteste in Kazakistan sono iniziate in risposta agli aumenti del prezzo del carburante, ma sono cresciute fino a riflettere il malcontento nei confronti del governo e dell’ex presidente Nursultan Nazarbayev, che ha guidato il paese per tre decenni e si pensa mantenga ancora una notevole influenza.

🇷🇺 🇺🇸 Sale ancora la tensione sull’asse Washington-Mosca sul caso Ucraina. L’amministrazione Biden e i suoi alleati stanno lavorando per mettere a punto una serie di durissime sanzioni finanziarie, tecnologiche e militari contro la Russia. Misure punitive che entrerebbero in vigore immediatamente dopo un’eventuale invasione dell’Ucraina. Lo riporta il New York Times alla vigilia dell’avvio dei colloqui bilaterali di Ginevra. L’obiettivo degli Stati Uniti è rendere chiaro agli occhi del presidente russo Vladimir Putin quale sarebbe il prezzo da pagare per un’azione di forza contro Kiev. La tensione diplomatica è alimentata anche dalla situazione in Kazakistan con le truppe russe presenti nel paese. Il Segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto: “Una lezione della storia recente è che una volta che i russi sono in casa tua, a volte è molto difficile farli andare via”. Il ministero degli Esteri russo ha definito le osservazioni di Blinken offensive e ha risposto: “Quando gli americani sono in casa tua, può essere difficile rimanere vivi e non essere derubati o stuprati”.

🇪🇹 Etiopia. Cinquantasei persone sono state uccise e altre decine ferite in un attacco aereo su un campo per gli sfollati nel nord dell’Etiopia, dicono gli operatori umanitari. Immagini sui social media mostrano persone che ricevono cure dopo l’attacco su una scuola nella città di Dedebit, nella regione etiope del Tigray.

Non c’è stata alcuna conferma indipendente dell’attacco.

Le forze governative stanno combattendo i ribelli nel Tigray da oltre un anno in una guerra che ha provocato migliaia di morti.

Mentre gli scontri sul terreno tra l’esercito etiope e un’alleanza ribelle – guidata da tigrini – si sono temporaneamente fermati, gli attacchi aerei contro le posizioni ribelli sono continuati.

Sabato, gli operatori umanitari hanno detto all’agenzia di stampa Reuters che il numero delle vittime è stato confermato dalle autorità locali.

🇸🇦 Arabia Saudita. Una principessa saudita e sua figlia sono state rilasciate da un carcere di massima sicurezza dopo essere state trattenute per quasi tre anni senza accuse, dicono gli attivisti per i diritti umani. La principessa Basma bint Saud è stata trattenuta nel marzo 2019 mentre si preparava a volare in Svizzera per un trattamento medico. Non si sa perché sia stata imprigionata e né lei né sua figlia Suhoud sono state accusate di alcun crimine. Alcune fonti hanno ipotizzato che l’arresto potrebbe essere stato collegato alle sue prese di posizione su questioni umanitarie e sulla riforma costituzionale. Altri commentatori suggeriscono che all’origine dell’arresto sono stati i suoi stretti legami con l’ex principe ereditario Mohammed bin Nayef, che si dice sia stato messo agli arresti domiciliari. La principessa Basma, 57 anni, ha fatto appello al re saudita Salman e al principe ereditario Mohammed bin Salman per liberarla lo scorso aprile, dicendo che non aveva fatto nulla di male e che la sua salute stava soffrendo. La principessa Basma è la figlia più giovane del re Saud, che ha governato l’Arabia Saudita tra il 1953 e il 1964.

🇵🇰 Pakistan. Almeno 21 persone sono morte dopo che la neve le ha intrappolate nei loro veicoli nel nord del Pakistan, nella località di Murree. Ben 1.000 veicoli sono rimasti bloccati. Un poliziotto, sua moglie e i loro sei figli, così come un’altra famiglia di cinque persone, sono tra i morti, secondo i servizi di emergenza locali. L’esercito dice di aver salvato più di 300 persone bloccate dalla neve.  Un portavoce dell’esercito ha aggiunto che gli ingegneri militari e le truppe hanno anche iniziato a liberare le strade che portano a Murree. Il ministro dell’interno Sheikh Rashid ha detto che la crisi è stata causata dal numero di persone in viaggio verso la zona, a nord della capitale Islamabad per vedere la nevicata. Più di 100.000 auto sono arrivate nella città di epoca coloniale negli ultimi giorni, con i social media in Pakistan inondati di immagini di persone che volevano godersi la neve.

🇧🇷 Brasile. Ci sono sette morti dopo che uno sperone di roccia è crollato su barche da diporto su un lago brasiliano. Ci sono tre dispersi e 32 feriti. L’incidente è avvenuto nella stato del Minas Gerais.  Un video impressionante circola online e mostra il momento in cui la roccia si stacca dalla parete mentre i presenti cercano di gridare avvertimenti alle barche sottostanti. Almeno una delle barche sembra essere affondata, mentre altre sono riuscite a evitare la massa rocciosa. Il crollo ha seguito giorni di piogge intense nello stato di Minas Gerais, che ha reso le scogliere più fragili, hanno detto ai giornalisti i funzionari locali dei vigili del fuoco.

🎾 Tennis. Nuovo sviluppo tutto da valutare nella vicenda del tennista Djokovic, bloccato in un centro di transito per migranti a Melbourne in Australia. Nei documenti del tribunale rilasciati durante la procedura di ricorso , gli avvocati di Djokovic hanno detto che la stella del tennis si è recato in Australia dopo che gli è stata concessa un’esenzione dal vaccino da due commissioni mediche indipendenti organizzate da Tennis Australia: l’ente che gestisce l’evento e lo stato di Victoria. Gli avvocati hanno informato che è stato detto al tennista che poteva entrare in Australia dopo essere stato infettato dal Covid il 16 dicembre e che aveva tutte le ragioni per poter giocare gli Australian Open. Diverse immagini testimoniano della presenza di Djokovic a eventi pubblici il 16 e il 17 dicembre. Il tribunale si esprimerà domani. La vicenda ha suscitato polemica e dibattito in Australia, che è in un anno elettorale. Ci sono versioni contrastanti tra il governo centrale e quello dello stato di Victoria, con il premier Morrison sotto pressione per la gestione della pandemia, che spinge per la linea dura nei confronti di Djokovic. 

⛷Sci. Marco Odermatt vince il quarto gigante in stagione (su cinque) sul prestigioso pendio di Adelboden. Dietro lo svizzero l’austriaco Feller e il francese Pinturault. Odermatt consolida il primo posto in Coppa del Mondo. In campo femminile gigante a Kraniska Gora. Ha vinto la svedese Hector davanti alla francese Worley e all’italiana Bassino. Quinto posto per Lara Gut Behrami, che è risalita dal diciassettesimo posto della prima manche. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!