La pace che se ne va nel vento

Pubblicità

Di

Correva l’anno 1963 e Bob Dylan cantava per la prima volta quella che sarebbe diventata a tutti gli effetti una delle più famose canzoni pacifiste: Blowin’ in the wind . In un passaggio, il cantautore statunitense attacca l’indifferenza della gente nei confronti della guerra. Pensando a ciò che succede oggi in Ucraina, riascoltare quelle parole ci sembra più che necessario. Un piccolo gesto che di certo non cesserà gli scontri, ma forse potrà servire a riaccendere la coscienza di questa società che ha scelto di spegnerla.

E quante orecchie deve avere un uomo
prima che ascolti la gente piangere?
E quanti morti ci dovranno essere affinché lui sappia
che troppa gente è morta?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!