La Russia attacca Kiev

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇷🇺 🇺🇦L’esercito ucraino sta cercando di respingere l’invasione russa, con feroci battaglie che si svolgono vicino alla capitale Kiev. I combattimenti stanno infuriando in un campo d’aviazione alla periferia della città, che potrebbe diventare un trampolino di lancio per l’esercito russo verso Kiev se le sue truppe lo conquistano. L’assalto russo sta avvenendo su diversi fronti, da est, nord e sud . Ci sono segnalazioni di esplosioni a Kiev. L’Ucraina dice che decine di persone sono state uccise, mentre migliaia sono fuggite. Il bilancio fornito dal presidente Zelensky fa stato di 137 morti e 300 feriti. Kiev (tre milioni di abitanti) ha vissuto una notte rotta dalle sirene di allarme, centinaia di persone hanno cercato riparo per in stazioni della metropolitana, rifugi antiatomici e scantinati. Mosca ha lanciato l’offensiva nelle prime ore del mattino di ieri, poco dopo che il presidente Vladimir Putin ha dichiarato guerra in un drammatico discorso televisivo. Ha minacciato qualsiasi paese che tentasse di interferire con “conseguenze che non avete mai visto”. Ci sono stati attacchi aerei e missilistici su città e basi militari, prima che i carri armati arrivassero su tre lati del vasto confine dell’Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha giurato che il suo paese continuerà a combattere.  Zelensky ha ordinato la mobilitazione dei coscritti e dei riservisti di tutte le regioni dell’Ucraina. Ci sono stati anche combattimenti intorno al sito dell’ex centrale nucleare di Chernobyl. Il consigliere presidenziale ucraino Mykhaylo Podolyak ha detto che il sito nucleare stesso è stato perso dopo una “dura battaglia”. Migliaia di persone sono fuggite nei paesi vicini come Moldova, Romania, Polonia e Ungheria. Le stime delle Nazioni Unite suggeriscono che più di 100.000 persone sono già fuggite dalle loro case.

Proteste contro la guerra e manifestazioni a sostegno dell’Ucraina si sono tenute in città di tutta Europa e anche in Russia, con una repressione che ha portato a più di 700 arresti.

🇷🇺 🇺🇦 Stati Uniti, Regno Unito, l’UE e altri alleati hanno imposto nuove sanzioni severe per punire Mosca, ma hanno detto che non invieranno truppe. Il presidente francese Emmanuel Macron ha avuto una telefonata con Putin. Macron ha chiesto un “arresto immediato” dell’offensiva e ha minacciato Putin con “massicce sanzioni”, ha detto il governo francese. Il Cremlino ha invece semplicemente detto che i due presidenti hanno avuto un “serio e franco scambio di opinioni”. L’Unione Europea ha approvato all’unanimità un pacchetto, descritto dal presidente del Consiglio europeo come “massiccio e doloroso”.  Le sanzioni prendono di mira più settori dell’economia russa, compresi quelli dei trasporti e dell’energia (con un divieto di esportazione dall’Europa da cui la Russia dipende per raffinare il petrolio da vendere), così come il settore finanziario, e più persone vicini al Cremlino. Ma le sanzioni. e le contro-sanzioni minacciate dalla Russia colpiranno anche le economie europee. La Germania e l’Italia, fortemente dipendenti dalle forniture di gas russo e con stretti legami commerciali, hanno esortato l’UE a trattenersi per ora sulle sanzioni più dure di tutte, come la limitazione delle importazioni di petrolio e gas e l’espulsione della Russia dal sistema di pagamento internazionale bancario Swift. Il presidente americano Joe Biden ha tenuto un discorso alla Casa Bianca, condannando ovviamente l’insensato attacco russo e annunciando nuove sanzioni economiche contro gli interessi russi e sulle singole persone. 

🇨🇭 🇷🇺 🇺🇦 La Svizzera condanna in maniera molto ferma l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e si allinea in parte alle sanzioni annunciate mercoledì dall’Unione europea.

“Oggi è una giornata triste, che non avremmo mai voluto vedere, ha detto il presidente della Confederazione e ministro degli esteri Cassis. La Svizzera, annuncia il governo, mette a disposizione la propria neutralità per tentare la via diplomatica e mettere fine al conflitto. Alcune delle sanzioni annunciate ieri dall’UE saranno riprese anche dalla Svizzera, in particolare in ambito finanziario.

La Svizzera ha deciso di allinearsi all’Unione europea in relazione alla lista nera che include i membri della Duma che hanno votato a favore del riconoscimento delle repubbliche del Donbass. Nel mirino anche persone – ad esempio oligarchi – ed entità che hanno un ruolo nella minaccia all’integrità ucraina e soggetti che sostengono finanziariamente o materialmente l’aggressione contro Kiev. Le reazioni politiche: le sanzioni sono troppo timide per la sinistra, si spingono invece troppo lontano secondo l’UDC.

🇨🇭 Nel 2021 il settore alberghiero svizzero ha realizzato 29,6 milioni di pernottamenti, con un aumento del 24,6% rispetto al 2020. Evidente l’effetto dell’allentamento dei provvedimenti restrittivi in vigore nel 2020 a causa della pandemia. Il numero di pernottamenti rimane però ancora inferiore a quello del 2019 

(–25,3%). La domanda svizzera, con 21,0 milioni di pernottamenti corrispondenti a un aumento del 27,9%, ha raggiunto un livello record. Sul fronte degli stranieri, l’aumento è stato del 17,1%.

Nel 2021, tutte e tredici le regioni turistiche della Svizzera hanno registrato un aumento dei pernottamenti rispetto al 2020, quello più significativo è in Ticino con il +51,8%.

🇺🇸 USA. Tre ex poliziotti di Minneapolis presenti alla morte di George Floyd hanno negato all’uomo disarmato i suoi diritti civili, ha deciso una giuria. Gli agenti sono stati accusati di aver mostrato “deliberata indifferenza per le gravi esigenze mediche” durante il tentativo di arresto nel maggio 2020. Durante il processo gli agenti hanno detto di non essersi resi conto che Floyd aveva bisogno di cure mediche in quel momento.

I procuratori hanno chiesto 25 anni di prigione federale per ognuno dei tre. Derek Chauvin, l’ex ufficiale di polizia che ha materialmente tenuto il ginocchio sul collo di Floyd per nove minuti sta scontando una pena di 22 anni e mezzo.

🇺🇸 USA. La legislazione che vieta la discussione dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere nelle aule delle scuole elementari è passata nel Parlamento della Florida.

Il governatore Ron DeSantis ha sostenuto la legge – soprannominata “Don’t Say Gay” dai critici – che ora passa al Senato. DeSantis sostiene che la misura consentirà ai genitori di essere più coinvolti nell’educazione dei loro figli. Ma gli attivisti e molti genitori avvertono che potrebbe contribuire alla discriminazione dei giovani LGBT. Il divieto di discutere di argomenti LGBT si applicherà in gran parte all’educazione sessuale ai livelli di grado primario, ma anche quando “non è appropriato per l’età o lo sviluppo degli studenti”. 

🇲🇬 Madagascar. Il quarto ciclone in un mese che ha colpito il paese ha danneggiato case e raccolti e ha fatto temere nuove inondazioni. Un alto funzionario della Federazione Internazionale della Croce Rossa (IFRC), Denis Bariyanga, dice che circa 160.000 famiglie sono state colpite dal maltempo. Il ciclone Emnati si è abbattuto nella tarda notte di martedì, portando venti di oltre 100 km orari, pioggia forte e mareggiate. Più di 30.000 persone sono state evacuate dalla costa sud-orientale del paese prima che la tempesta arrivasse. Il Madagascar è soggetto a cicloni stagionali tra novembre e aprile di ogni anno.

🎾Tennis. ll tennis ha un nuovo  numero uno mondiale, Daniil Medvedev diventerà lunedì il 27° leader della classifica da quando si è eliminata la distinzione tra professionisti e dilettanti. 

Djokovic lascia la prima posizione, che ha occupato in tutto per 361 settimane. Djokovic è stato eliminato ai quarti di finale del torneo di Dubai dal ceco Vesely.

⚽️ Calcio. Europa League, incontro di ritorno dei playoff per l’accesso agli ottavi di finale. Napoli eliminato dal Barcellona (2-4), Lazio dal Porto (2-2). Passa l’Atalanta (3-0 all’Olympiakos).

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!