Suter e Gremaud in pista, ed è subito doppio oro

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇳  Olimpiadi di Pechino. Notte d’oro per la Svizzera, che conquista due vittorie. Corine Suter è la regina della discesa libera e doppia il successo mondiale di un anno fa. Medaglia d’argento per Sofia Goggia, splendida al rientro dopo un grave incidente, bronzo per l’altra italiana Delago. L’altro oro svizzero viene dal freestyle nella specialità dello slopestyle (acrobazie in discesa su un percorso costellato di trampolini e ringhiere) con Mathilde Gremaud, che a a Pechino ha già vinto il bronzo nel big air (evoluzioni con gli sci con un salto dal trampolino) e in Corea l’argento quattro anni fa nello slopestyle. Nel pattinaggio artistico inizia la gara femminile con il programma corto e gli occhi sono puntati sulla quindicenne russa Valieva, che gareggia, ma deve comunque aspettare l’esito della vicenda di doping che l’ha coinvolta. Nel salto con gli sci l’Austria ha vinto l’oro a squadre, ottavo posto per la Svizzera ed è stata l’ultima gara olimpica del 40enne Simon Ammann, che chiude una carriera che l’ha visto vincere quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Salt Lake City e di Vancouver nel 2002 e nel 2010. Tre sconfitte per le nazionali di curling. La prima per quella femminile guidata da Tirinzoni, che ha perso dalla Svezia nel supplementare. Le altre due invece (terza e quarta su sette partite) per quella maschile di De Cruz contro Gran Bretagna e Stati Uniti. Nell’hockey su ghiaccio alle 9.40 la nazionale svizzera gioca contro la Cechia per gli ottavi di finale. 

🇺🇦 Crisi ucraina. Il presidente russo Putin è «disponibile a negoziare» e la crisi ucraina è solo una parte delle più ampie preoccupazioni di Mosca sulla sicurezza. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, parlando con la Cnn, al termine di una giornata iniziata con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov che ha affermato di aver detto a Putin che esistono «possibilità» per un dialogo diplomatico con l’Occidente. 

Joe Biden e Boris Johnson hanno affermato dopo un incontro telefonico che non tutte le speranze per una soluzione diplomatica sono perse, ma avvertono che la situazione rimane fragile. Il cancelliere tedesco Scholz ha incontrato il presidente ucraino Zelensky e ha dichiarato che l’ingresso di Kiev nella Nato «non è in agenda»; è questa una delle garanzie richieste da Mosca per scongiurare lo scoppio della guerra. Gli Stati Uniti hanno inviato intanto in Polonia altri otto ulteriori caccia F-15 per prendere parte alla polizia aerea della NATO. Durante il fine settimana, i funzionari statunitensi hanno detto che altri 3.000 soldati americani sarebbero stati inviati in Polonia nei prossimi giorni. Circa due terzi di un primo gruppo di 1.700 soldati americani sono già arrivati.

🇨🇭 🦠 La frenata della diffusione del coronavirus in Svizzera è confermata dai dati del week end, i nuovi casi sono 48’969, quasi 20’000 in meno rispetto a lunedì scorso. Il calo dei contagi prosegue da tre settimane. Nell’ultima settimana la media delle infezioni è scesa ulteriormente del 25%.

Una domanda per l’omologazione del vaccino di Novavax è stata presentata a Swissmedic. Sarebbe il primo vaccino autorizzato in Svizzera basato sulle proteine del coronavirus e non sulla tecnica a RNA messaggero (come Pfizer e Moderna) o vettoriale (come Johnson&Johnson). La richiesta arriva in un momento in cui in Svizzera la campagna di vaccinazione è in discesa: la media di dosi somministrate quotidianamente è scesa a 10’497, la cifra più bassa dopo l’avvio delle vaccinazioni a inizio 2021.

🇨🇦 🦠 Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha fatto un passo senza precedenti e ha invocato l’Emergencies Act per reprimere le proteste contro le restrizioni anti-covid, che stanno paralizzando parte del paese. Trudeau ha detto che la portata delle misure sarà “limitata nel tempo”, “ragionevole e proporzionata” e che i militari non saranno chiamati ad intervenire. Comunque, le banche potranno congelare i conti personali di chiunque sia legato alle proteste, anche senza un ordine del tribunale. La polizia avrà “più strumenti per imprigionare o multare i manifestanti e proteggere le infrastrutture critiche”, ha aggiunto Trudeau. La protesta entra nella terza settimana, ieri è avvenuto lo sgombero del Ponte Ambassador, passaggio importante per il traffico delle merci tra Canada e Stati Uniti. Centinaia di manifestanti rimangono però nella capitale Ottawa e bloccano con camion e veicoli il centro della città. 

🎬 È morto il regista e produttore statunitense Ivan Reitman, regista di un film di successo assoluto come “Ghostbusters” e produttore di Animal House. Aveva 75 anni. Reitman è nato nell’allora Cecoslovacchia e si è trasferito negli Stati Uniti quando la famiglia passò in occidente. Ghostbuster incassò 300 milioni di dollari e fu candidato a due Oscar. Reitman ha diretto anche “I gemelli” con Danny De Vito e Arnold Schwarzenegger e “Dave, presidente per un giorno” con Kevin Kline. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!