Attivisti contro la guerra arrestati in Russia

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇺🇦 🇷🇺 Invasione russa in Ucraina. Secondo un rapporto dello stato maggiore ucraino pubblicato domenica, l’esercito russo continua la sua “offensiva”, “concentrando i suoi sforzi principali nei dintorni delle città di Kiev, Kharkiv e Mykolaiv”. La situazione è “molto difficile” a Mariupol, oggetto di “blocco umanitario” e intensi bombardamenti, ha affermato il sindaco della città che ospita un porto strategico nel sud-est ed è la chiave per il ricongiungimento fra la Crimea e le regioni separatiste del Donbass. Domenica mattina è stato annunciato un nuovo tentativo di aprire il corridoio umanitario. Ma anche questo tentativo è fallito per, sottolinea il CICR, la mancanza di una accordo tra le parti.

Un’altra città sotto tiro è Irpin, nella regione amministrativa di Kiev.

Almeno tre persone – una madre e due bambini – sono state uccise da colpi di mortaio mentre i residenti fuggivano dalla città (fonte: BBC News). La gente sta scappando attraverso un ponte distrutto che è stato fatto saltare in aria dalle forze ucraine per impedire un’avanzata russa sulla capitale. Le forze russe stanno prendendo di mira “aree popolate” in diverse città, secondo il governo britannico.

I morti accertati fra i civili dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio sono saliti a 351, secondo l’ultimo bilancio diffuso dall’ONU avvertendo che probabilmente il dato reale è molto più alto. I feriti invece sono 707.

L’azione militare della Russia non si fermerà finché le richieste di Mosca non saranno soddisfatte, ha ripetuto Vladimir Putin, parlando con il presidente francese Macron.

Oggi previsto un terzo incontro tra delegazioni russa e ucraina, dopo due round che non hanno dato frutti. Le prospettive per il terzo sono simili.

L’emergenza umanitaria si fa sempre più grave. I profughi che hanno lasciato l’Ucraina sono già oltre un milione e mezzo. La maggior parte ora si trova in Polonia, Romania, Moldavia, Slovacchia e Ungheria. Ma molti già nei giorni scorsi sono fuggiti ancor più lontano. Alcune centinaia sono già stati registrati nei centri d’asilo svizzeri. Sabato una famiglia di Leopoli è stata accolta a Rancate in Ticino, dove gli arrivi più massicci, come comunicato dal cantone, sono attesi tra 2-3 settimane.

🇷🇺 Russia. Quasi 4.000 persone sono state arrestate durante le proteste contro la guerra in tutta la Russia domenica, dicono i gruppi per i diritti e le autorità russe. Circa 1.700 persone sono state arrestate solo a Mosca, ha riferito l’agenzia di stampa RIA, citando il ministero dell’Interno. Il gruppo per i diritti OVD-Info dice che arresti hanno avuto luogo in 53 città. Il direttore del teatro Bolshoi di Mosca e della sua orchestra, Tugan Sokhiev, ha rassegnato le dimissioni. Sokhiev si è anche dimesso «con effetto immediato» dal ruolo di direttore dell’Orchestre National du Capitole de Tolosa che dirige dal 2008. In una nota ha dichiarato: «Sono sempre stato contrario a qualsiasi conflitto e in qualsiasi forma, e sempre lo sarò».

🌏 🛢 I prezzi del petrolio sono saliti al livello più alto dal 2008 dopo che gli Stati Uniti hanno detto che stavano discutendo un potenziale embargo sulle forniture russe con i loro alleati. Il greggio Brent – il punto di riferimento globale del petrolio – è salito fino a 139 dollari al barile, prima di tornare sotto i 130 dollari. I mercati dell’energia sono stati scossi negli ultimi giorni dai timori di approvvigionamento innescati dall’invasione russa dell’Ucraina. I mercati azionari in Asia sono scesi lunedì, con il Nikkei giapponese e l’Hang Seng di Hong Kong in calo di oltre il 3%.

⚽️ Calcio. Campionato svizzero. Lugano-Basilea 0-2, Grasshoppers-Servette 2-4, San Gallo-Sion 1-1. Campionato italiano. Genoa-Empoli 0-0, Venezia-Sassuolo 1-4, Bologna-Torino 0-0, Fiorentina-Verona 1-1, Juventus-Spezia 1-0, Napoli-Milan 0-1.

🏍 Moto GP. Bastianini su Ducati ha vinto il primo gran premio della stagione a Doha. Secondo posto per Binder (Sudafrica) su KTM, terzo Espargaro (Spagna) su Honda.

⛷ Sci. Gigante femminile a Lenzerheide. Vince la francese Worley davanti all’italiana Brignone e alla svedese Hector.  Nel super G maschile di Kvirfjell vittorie del norvegese Kilde (che conquista la coppa di specialità) davanti al canadese Crawford all’austriaco Mayer.

🏒 Hockey su ghiaccio. Le Lugano Ladies hanno vinto la Coppa Svizzera, battendo in finale il Neuchâtel per 3-0.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!