Guerra ucraina, altro giorno di cessate il fuoco

Pubblicità

Di

 🇺🇦 🇷🇺 Invasione russa dell’Ucraina. Mosca ha annunciato un altro cessate il fuoco umanitario per permettere ai civili nelle città sotto attacco di fuggire, secondo quanto riportato dai media statali russi. I corridoi saranno nuovamente istituiti per Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol alle 10 ora locale. È la terza volta che un cessate il fuoco – la maggior parte dei quali sono falliti – è stato annunciato da Mosca. Ieri funzionari ucraini hanno detto che sono riusciti ad evacuare 5.000 persone da Sumy, si tratta della prima evacuazione di massa riuscita. Un tentativo simile per quelli di Chernihiv è fallito perché la Russia ha continuato a bombardare la via d’uscita, ha affermato l’Ucraina. 

Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Europea hanno annunciato misure per ridurre le importazioni di petrolio, gas e carbone russi. Gli Stati Uniti hanno respinto l’offerta della Polonia di inviare i suoi jet da combattimento MiG-29 in Ucraina attraverso una base aerea statunitense in Germania, dicendo che la proposta ha sollevato “serie preoccupazioni” per l’intera alleanza NATO.

Varsavia ha fatto l’offerta a sorpresa martedì dopo i ripetuti appelli del presidente dell’Ucraina Zelenskyy per avere più aerei da combattimento.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato ai deputati britannici alla Camera dei Comuni. Ha citato Winston Churchill, dicendo “combatteremo nelle foreste, nei campi, sulle rive, nelle strade”. Nel discorso ha evocato una possibile trattativa su Crimea e Donbass, ma ha detto a chiare lettere: “Non mi arrendo”. McDonald’s, Starbucks e Coca-Cola sono le ultime aziende occidentali a sospendere la propria attività in Russia. La catena di fast-food Mc Donald ha una grande presenza con circa 850 ristoranti in tutto il paese. L’azienda dice che continuerà a pagare gli stipendi ai suoi 62.000 dipendenti.

Fitch Ratings, agenzia di valutazione finanziaria, ha declassato ulteriormente il rating della Russia in territorio definito ‘spazzatura’, da “B” a “C”. Le sanzioni e le restrizioni commerciali hanno fatto precipitare i mercati finanziari del paese nel caos e sollevato preoccupazioni sulla sua capacità di pagare il debito.

Dramma dei profughi. L’ONU parla di due milioni di persone, Save The Children dice che ci sono circa 800.000 bambini.

Molti di loro stanno facendo il viaggio da soli e arrivano non accompagnati. “I genitori stanno ricorrendo alle misure più disperate per proteggere i loro figli. Spesso li mandano con vicini e amici, per cercare sicurezza fuori dall’Ucraina, mentre loro rimangono a casa per proteggere le proprie case”, ha detto Irina Saghoyan della ONG.

🛢 🇷🇺 Gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’UE hanno annunciato che limiteranno le importazioni di petrolio russo. La mossa è arrivata dopo che la Russia ha avvertito che potrebbe tagliare le forniture di gas ai paesi europei di fronte a un blocco del petrolio. Gli Stati Uniti hanno annunciato un divieto totale sulle importazioni di petrolio, gas e carbone russo, dopo che l’Ucraina ha chiesto di ampliare le sanzioni. Il Regno Unito eliminerà gradualmente il petrolio russo entro la fine dell’anno e l’UE sta riducendo le sue importazioni di due terzi. Il governo britannico dice che questo lascia abbastanza tempo per trovare forniture alternative. Il vice primo ministro russo Alexander Novak ha detto che rifiutare il petrolio russo porterebbe a “conseguenze catastrofiche per il mercato globale”. I prezzi del petrolio e del gas sono già saliti bruscamente e potrebbero salire ancora se la Russia interrompe le esportazioni. La Russia è il terzo più grande produttore di petrolio nel mondo, dietro gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita. Dei circa cinque milioni di barili di greggio che esporta ogni giorno, più della metà va in Europa. Gli Stati Uniti sono meno dipendenti, con circa il 3% del petrolio importato proveniente dalla Russia nel 2020. Gli Stati Uniti hanno chiesto all’Arabia Saudita di aumentare la produzione di petrolio e stanno anche cercando di allentare le sanzioni sul petrolio del Venezuela, che era un fornitore chiave per gli  Stati Uniti. Il Venezuela potrebbe aumentare la sua produzione di petrolio di 400.000 barili al giorno per aiutare a sostituire il petrolio russo, ha detto il capo della Camera del petrolio, Reinaldo Quintero. Il Venezuela è colpito da sanzioni americane e Washington riconosce l’autoproclamato presidente Guaidò, poiché considera illegittimo il regime di Maduro, le cui vittorie elettorali sono fondate su brogli e repressione. 

🇨🇭 🇺🇦 Giornata di raccolta fondi a favore dell’Ucraina della Catena della Solidarietà. Le donazioni saranno raccolte anche al telefono fino alle 23.00 (numero 0800 87 07 07). Si possono effettuare donazioni anche via Twint, sul sito www.catena-della-solidarietà o versando sul conto 10-500-6 con la menzione Ucraina.

🇨🇭 🦠 Continua a salire il numero di contagi da coronavirus in Svizzera: nelle ultime 24 ore l’Ufficio federale della sanità pubblica ha registrato 26’050 nuovi casi, con la media settimanale in netta crescita. Sono 133 invece le nuove ospedalizzazioni, con 1’532 persone ricoverate in totale. Sono 100 in più rispetto a quelle segnalate lunedì. Stabile la situazione nei reparti di terapia intensiva, dove risulta occupato il 76% dei letti e dove restano 138 pazienti Covid.

🇺🇸 USA. Primo colpevole in un processo per l’assalto al Congresso del 6 gennaio 2021. Si tratta di Guy Reffitt, 49enne sostenitore di  Donald Trump e membro del gruppo di estrema destra del Texas “Three percenter”. Reffitt è stato giudicato colpevole da una giuria federale di Washington di tutti e cinque i capi d’accusa per i quali era imputato, tra i quali l’aver portato una pistola nell’area del Campidoglio, aver tentato di ostacolare la certificazione del processo elettorale da parte del Congresso e aver ostruito la giustizia quando, tornato in Texas, ha minacciato il figlio e la figlia perché non testimoniassero. Reffitt non entrò nel Campidoglio, ma i video lo mostrano, con indosso un giubbotto antiproiettile e un casco, mentre arringa la folla e guida altri rivoltosi vicino all’ingresso dell’edificio, contravvenendo agli ordini della polizia.

🇺🇸 USA. Il Senato della Florida ha approvato una legge per vietare le discussioni sull’orientamento sessuale o l’identità di genere nelle scuole primarie. Il governatore Ron DeSantis dovrebbe firmare la misura, che impedirebbe agli insegnanti di parlare di questi argomenti ai bambini sotto i 10 anni. Gli attivisti per i diritti della comunità LGBT lo hanno soprannominato il “Don’t Say Gay bill”, ma è ufficialmente conosciuto come il Parental Rights in Education Bill (legge sui diritti dei genitori nell’educazione). Vieta qualsiasi istruzione sull’orientamento sessuale o l’identità di genere tra la scuola materna e la terza elementare, quando gli studenti hanno all’incirca tra i cinque e i nove anni. Chiede anche ai distretti scolastici di evitare argomenti LGBT “quando non sono adatti all’età o allo sviluppo degli studenti”.  L’addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki martedì l’ha definita “una legge odiosa che prende di mira gli studenti vulnerabili”.

⚽️ Calcio. Champions League. Liverpool-Inter 0-1, Bayern Monaco-Salisburgo 7-1. Passano ai quarti di finale Liverpool e Bayern. Questa sera si giocano Real Madrid-PSG (andata 0-1) e Manchester City-Sporting Lisbona (andata 5-0).

🏒 Hockey su ghiaccio. L’Ambrì batte il Friborgo 2-1, ma non accorcia le distanze dal Berna (3-1 all’Ajoie) nella lotta per il decimo posto, l’ultimo che dà l’accesso ai pre-playoff. Questa sera scontro diretto con il Berna che ha nove punti di vantaggio. Il Lugano ha perso 3-2 dal Ginevra. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!