“In temp da guera, pusé ball che tera”

Pubblicità

Di

“In temp da guera, pusé ball che tera” . Recita così un vecchio adagio locale che non necessita di traduzione. Ed è vero, in tempo di guerra ci sono in giro più bugie e schiocchezze che pezzi di terra. È la propaganda baby, è l’infrenabile istinto dell’essere umano di voler dire la propria – mettendosi così al centro del mondo – anche di fronte alle sciagure degli altri.

Conferma numero uno 

Red Ronnie, giornalista e critico musicale.  “Eh… gli Ufo si fanno vivi molto più spesso: ad esempio, sopra i cieli dell’Ucraina, ci sono Ufo che scortano i bombardieri, come per dire, attenzione – non lo dico io eh, io riporto – come non volessero esplosioni nucleari, gli Ufo stanno molto attenti che questo non si verifichi”
(YouTube, 28 febbraio).

Siamo in buone mani. Rassicurante. 

Conferma numero due

“Se c’è una donna africana che scappa dall’Ucraina la devono accogliere o no?” “Bisogna vedere se scappa veramente dall’Ucraina. Non è facile stabilirlo: altrimenti diventa un viatico per tutti quelli che scappano dall’Africa”. 

(Susanna Ceccardi, Europarlamentare della Lega)

Scoperta una nuova rotta per i migranti, che passa per Maripuol e Kharkiv. I falsi rifugiati sono riconoscibili perché non hanno l’accento della regione.

Conferma numero tre

In un certa sinistra va di moda “Né con Putin né con la NATO”. Il problema è che ti resta la Cina con cui schierarti. 

Conferma numero quattro

“Cambiano il nome al cocktail Moscow Mule, che diventa Kiev Mule. Cambiano nome anche famosi cocktail internazionali quali White Russian e Black Russian che diventano White Ukrainian e Black Ukrainian. Succede negli Stati Uniti.”

Immaginate la soddisfazione degli abitanti di Kiev.

Conferma numero cinque 

L’Università della Bicocca a Milano blocca un seminario su Dostojevski per “non esasperare ulteriormente la situazione”. Poi torna sui propri passi e dice “Volevamo ampliare il corso anche a scrittori ucraini.” 

Quando il rettore scriverà le proprie memorie avrà la scelta del titolo tra “Memorie del sottosuolo del mio cervello” oppure “L’idiota”.

Conferma numero sei

Poteva mancare in questa galleria Lorenzo Quadri? Non sia mai. Ecco la sua domanda al Consiglio Federale:

“L’invasione russa dell’Ucraina genererà (sta già generando) importanti flussi di profughi in fuga dalle regioni sotto attacco militare. La Svizzera non ne sarà esente. Affinché sia possibile accogliere questi profughi, è intenzione del Consiglio Federale accelerare il rimpatrio dei troppi migranti economici, che non scappano da nessuna guerra, ma che rimangono tutt’ora indebitamente a carico del nostro sistema d’asilo?”

Purtroppo è tutto vero.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!