La Lugano del Bitcoin

Pubblicità

Di

La collaborazione nata fra la città di Lugano e la società Tether Limited sta facendo parecchio discutere. Intanto però Tether ha promesso al sindaco Foletti che trasformerà la città sul Ceresio in un polo di primo piano nell’ambito delle criptovalute e della tecnologia blockchain. Lugano diventerà la capitale europea delle criptovalute. Una nuova – e almeno all’apparenza – gallina dalle uova d’oro che fa gola a tanti. Ma c’è davvero da fidarsi? quel che è certo è che, da qualche tempo a questa parte, stiamo assistendo un po’ ovunque a una gara per avere una fetta di questa ghiotta torta. Fra i pretendenti ci mancava solo Lugano.

Perfino sul web è pieno di annunci che promettono guadagni milionari grazie proprio alle criptovalute. La morale? Tanti soldi con poco sforzo. Un po’ come quando Pinocchio, seguendo il consiglio del Gatto e la Volpe, piantò cinque monete d’oro convinto che quelle monete avrebbero fatto crescere un albero colmo di zecchini d’oro.

In questa vicenda, se Pinocchio ha le fattezze di Michele Foletti, il Gatto e la Volpe sono un ex chirurgo e un rivenditore di computer. E, a quanto pare, entrambi con qualche scheletrino nell’armadio. L’ex chirurgo plastico, originario di Torino, può infatti vantare una causa per contraffazione ai danni di Microsoft e un fallimento avvenuto a Milano nel 2008. Più o meno nello stesso periodo, il suo socio olandese, che è anche l’attuale amministratore delegato di Tether Limited, collezionava una serie di precetti esecutivi in Cina.

Ma la vera ciliegina sulla torta sta nel fatto che, come nella migliore delle tradizioni, la sede della società si trova in un paradiso fiscale dei Caraibi e che Tether, proprio lo scorso anno, ha patteggiato un risarcimento di poco meno di 20 milioni di dollari con la Procura di New York, per aver “ingannato i clienti e il mercato, muovendosi negli angoli più oscuri del sistema finanziario”. 

Insomma una società che si presenta in Ticino non proprio con le migliori credenziali. Già. Ma cosa sono le cripotovalute? Una criptovaluta non è altro che una valuta virtuale utilizzata come mezzo di scambio o come investimento. Una moneta che non c’è, ma che tutti vogliono perché i guadagni spesso sono spettacolari. Così come lo sono i tonfi registrati sul mercato borsistico. 

A partire dal Bitcon, le criptovalute non sono altro che le nuove montagne russe della finanza mondiale. E, malgrado Lugano si sia prestata a ricoprire il ruolo di lunapark, Michele Foletti ha voluto precisare che la città non investirà un soldo e che il loro partner Tether “è stato trasparente e affidabile fin dall’inizio su queste vicende”. Ovvero sulle noie legali del passato. Intanto però le premesse non sembrano affatto delle migliori e, che Lugano tornerà presto all’antico splendore di un tempo, sembra più che altro l’ennesima promessa da marinaio.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!